Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / DNA | WE MIGHT KISS: tra lo spazio e il tempo

DNA | WE MIGHT KISS: tra lo spazio e il tempo

 

DNA

Venerdì 30 luglio 2021, a Valsamoggia, DNA Dance Company e Festival Corti Chiese e Cortili presentano WE MIGHT KISS, l’ultima produzione della compagnia, realizzata con il sostegno di ERT – Emilia Romagna Teatro, Fondazione Rocca dei Bentivoglio, in collaborazione con Scenario Pubblico, Comune di Bologna, PAD Research – Pareti Ispirate, regia e coreografie Elisa Pagani, musiche Enrico Bernardi. In scena i danzatori Francesca Caselli, Mara Capirci, Michael Incarbone, Massimo Monticelli, Emanuel Santos, e i musicisti Enrico Bernardi al pianoforte, Gianluca Lione al basso, Igino Caselgrandi alla batteria. Video Mattia Nicolai in collaborazione con Ileana Bonvicini, riprese audio Davide Cristiani Bombanella Soundscapes.

La coreografia si dipana sulla trama di un testo ricco di suggestioni: In un bosco, all’alba, due ragazzi che si conoscevano da piccoli s’incontrano per caso, nessuno sta guardando, ma Mauro sta chiedendo aiuto. Di cosa hai bisogno? Il ricordo di chi? Di un anziano che ricorda il sé giovane, un giovane che ricorda l’anziano, un giovane che ricorda il proprio sé, anziano. Scenari, immagini e pareti altre diventano lo spazio di quel fantasma. Sono io in un momento della vita, nel cambiamento. Anziché fare ciò che serve proietto le mie azioni altrove, è una scusa, è un’illusione, è un’illusione non partire da me per cambiare. Io aspetto di cambiare oggi.

È un simil quando il nostro dove. Non riesco a collocarlo nel mondo fisico, è un fantasma, io so che il bacio è il mio fantasma… il ricordo di un amore finito, l’illusione che fosse lì, nel loro luogo sacro, eppur sommerso dalla folla che non sa, intravisto per sbaglio tra la gente, solo perché la luna era l’unica luce e dava quindi al cuore e agli occhi la possibilità di vedere ma, solo quello che speravano di avere di fronte e di stringere: un’antica religione che non c’è più. La mancata consapevolezza che qualcosa stava morendo, Tutto è più grande. Manca un sorriso, la mano, la pelle. Cambio, attraverso, evolvo nel tempo e nel luogo giusto. L’intervallo è un secolo, comincio ricomincio senza precedenti, esco dalla sospensione, in contatto il divenire.

Io voglio abitare l’interstizio.

ORARI & INFO 

Venerdì 30 luglio 2021, ore 21:00

Corti Chiese e Cortili

Valsamoggia (BO)

https://www.frb.valsamoggia.bo.it/cortichiesecortili/

DNA

Lorena Coppola

© www.giornaledelladanza.com

Photo Credits: Fabio Sau

Check Also

Ammutinamenti – Festival di Danza Urbana e d’Autore: “ATHLETES” di Simona Bertozzi

Il 19 e il 20 luglio 2024, alle Artificerie Almagià di Ravenna, nell’ambito di Ammutinamenti ...

Balletti nell’arte coreografica: Spartacus

“Spartacus” è sicuramente da annoverare tra gli ultimi grandi balletti di matrice sovietica, erede della ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi