Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / E’ tempo di risplendere: la danza a Kilowatt Festival 2016

E’ tempo di risplendere: la danza a Kilowatt Festival 2016

Venus Nicola Galli

Quattordicesima edizione per Kilowatt Festival, che presenta quest’anno da 15 al 23 luglio un ricco programma di danza, ma anche teatro, musica e arti visive, nella cornice di Sansepolcro, ente capofila del progetto europeo Be SpectACTive e partner del Network Anticorpi XL, dedicato alla giovane danza d’autore, attivo da 10 anni, che a Kilowatt 2016 porta sette spettacoli.

Il cartellone prevede sessanta repliche di spettacoli di danza contemporanea e teatro d’innovazione, tra cui ventidue fra prime assolute e anteprime nazionali, e oltre 150 artisti coinvolti, uniti dal titolo di questa edizione, che dice E’ tempo di risplendere, un verso di Amelia Rosselli che il direttore artistico Luca Ricci spiega così: “Ci siamo fatti guidare da una poetessa perché è bello lasciarsi condurre da chi conosce il valore delle parole. Se vogliamo risalire dal fondo in cui ci sentiamo precipitati, dobbiamo lasciare da parte il chiacchiericcio quotidiano e dare importanza a chi parla bene, a chi scrive e pensa bene”.

Per la danza si inizia con i franco-spagnoli HURyCAN, con lo spettacolo vincitore del Festival Internazionale di Teatro e Danza di Huesca, Je te haime, delicata riflessione sull’essenza della comunicazione umana, che concluderà la prima serata del festival (piazza Garibaldi, sabato16, ore 23.30). Sabato 23 luglio, nella stessa piazza i Los Innato, duo formato dai coreografi e danzatori Marko Fonseca, costaricano, e Raúl Martínez, salvadoregno, saranno presenti al festival con due brevi spettacoli, “Eterea” spettacolo creato nel 2013, e “No/Nato”, prima nazionale, che è una riflessione coreografica sulla mascolinità e su cosa voglia dire essere padre, fratello o figlio.

Sempre per la programmazione riservata alla danza, il festival accoglierà, oltre ai progetti internazionali, altri dieci spettacoli, tra cui i nuovi lavori di alcuni fra i coreografi di punta della nuova danza italiana come Giorgia Nardin, Nicola Galli, Giovanni Leonarduzzi, Francesco Colaleo, due dei coreografi selezionati dal progetto Anghiari Dance Hub: Salvo Lombardo e Tommaso Monza, e tre progetti scelti dal gruppo dei Visionari: Ilenia Romano, la compagnia Körper e Dehors / Audela.

Sabato 16 Luglio (Teatro alla Misericordia, ore 20.45) Giorgia Nardin presenterà in anteprima nazionale Season (qui l’intervista in occasione del debutto ad Amburgo). Ultima creazione di questa coreografa e performer indipendente, anche docente associato presso il Corso Triennale Professionale di Contemporaneo del Balletto di Roma, Season è una creazione che può essere vista come un oggetto: lo spettatore è invitato a contemplare come fosse un dipinto, una statua, o un paesaggio. Per approfondire la poetica e lo stile della coreografa, in programma anche un workshop dal 17 al 20 luglio, quattro intensi giorni durante i quali il lavoro si concentrerà parallelamente sull’allenamento del corpo e sullo studio di elementi di composizione coreografica.

Domenica 17 e lunedì 18 Kilowatt ospiterà, in prima assoluta, due progetti selezionati dal Bando Anghiari Dance Hub: domenica 17 Luglio, (Auditorium Santa Chiara, ore 23.00) sarà in scena Salvo Lombardo con Casual bystanders, riconfigurazione coreografica di un corpus di gesti non straordinari ricavati da gesti di passanti occasionali in luoghi pubblici; lunedì 18 Tommaso Monza in “Sketches of Freedom” (Auditorium Santa Chiara, ore 23.00) si interrogherà sul concetto di libertà creativa, a partire da una coreografia fissa, ossessiva, una partitura che lascia pochi spazi a libertà individuali.

Martedì 19, nell’ambito della serata EXPLO che presenta alcune delle più interessanti ed originali performance emerse dalla Vetrina della giovane danza d’autore azione promossa dal Network Anticorpi XL, in scena Nicola Galli, giovane promessa della scena italiana, che presenterà due spettacoli presso il Teatro alla Misericordia, seconda e terza tappa della sua ricerca coreografica dedicata al sistema planetario: “Venus” (ore 20.30) e, a seguire in anteprima nazionale Mars(ore 21.20). Proseguiranno la serata, sulla spiaggia di Kilowatt in piazza Torre di Berta, Giovanni Leonarduzzi, uno dei danzatori e coreografi di break dance più innovativi e originali, che metterà in scena la lettera scritta al figlio in “Ci sono cose che vorrei davvero dirti” (ore 22.00); a seguire, il coreografo e danzatore Francesco Colaleo indagherà il senso della vista in “Re-Garde”.

Per la selezione operata dai Visionari: Ilenia Romano, giovane ma già affermata danzatrice, presenterà in “One woman cliché show(Teatro alla Misericordia, mercoledì 20, ore 23.20) il tentativo di esorcizzazione degli stereotipi, ma anche una sorridente affermazione e accettazione dell’essere cliché vivente. Venerdì 22 Körper con “Aestethica – esercizio 1(Teatro alla Misericordia ore 20:45), offrirà una sarcastica riflessione sul culto dell’immagine, fra concorsi di bellezza e confessionali da reality show. Riflessivo e toccante l’ultimo spettacolo scelto dai Visionari, “Perfetto indefinito” della compagnia Dehors/Audela (Teatro alla Misericordia, venerdì 22, ore 23:10), centrato sulla vita di Claude Cahun, un’artista controversa e perseguitata.

Tutt’altro genere per Glen Çaçi danzatore, coreografo, musicista di origine albanese, reporter di guerra, che con “Tutorial”, (piazza Torre di Berta, venerdì 22, ore 22.00), maxi karaoke danzante da piazza, con balli tradizionali provenienti da tutto il mondo, proporrà la danza come rito di integrazione.

ORARI&INFO:

Kilowatt Festival

Dal 15 al 23 luglio

Sansepolcro – vari luoghi

www.kilowattfestival.it

Greta Pieropan
Foto: A. Brazzit, N.Galli
www.giornaledelladanza.com

Check Also

Rai 5, Romeo e Giulietta protagonisti assoluti Misty Copeland e Roberto Bolle

È un classico della Scala il titolo d’apertura della Stagione di Balletto 2016/2017 del Teatro ...

1.61 GOlden SectiON

1.61 GOlden sectiON: la danza come risposta all‘immobilità fisica e di pensiero

Proseguirà fino al 18 febbraio 2021 1.61 GOlden sectiON, il progetto realizzato dall’agenzia londinese di ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi