Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Flavia Pappacena in libreria “Jia Ruskaja. Dalla danza libera espressiva alla creazione dell’Accademia Nazionale di Danza”

Flavia Pappacena in libreria “Jia Ruskaja. Dalla danza libera espressiva alla creazione dell’Accademia Nazionale di Danza”

Jia Ruskaja. Dalla danza libera espressiva alla creazione dell’Accademia Nazionale di Danza

A breve sarà in libreria il tanto atteso libro di Flavia Pappacena su Jia Ruskaja (1902-1970) Gremese Editore, la celebre danzatrice russa che fondò l’Accademia Nazionale di Danza.

Frutto di decenni di studio e di riflessione, e di una minuziosa ricerca di fonti d’epoca (recensioni, manifesti, cortometraggi, archivi fotografici, documenti manoscritti, testimonianze delle “allieve storiche”, ecc.), il volume è stato ideato e strutturato da Flavia Pappacena come un laboratorio di documentazione e approfondimento, e come uno scambio tra studiosi. Il suo obiettivo è di ricostruire il percorso artistico, creativo, didattico e imprenditoriale di Jia Ruskaja, dalle esperienze interpretative e coreografiche presso il Teatro degli Indipendenti nella Roma dei primi anni Venti, ai progetti didattici che via via approdarono alla Regia Scuola di Danza (1940), all’Accademia Nazionale di Danza (1948), quindi alle strategie per l’affermazione di quest’ultima sul piano nazionale e internazionale, fino alla creazione di un originale sistema di notazione del movimento (l’Orchesticografia/Scrittura della danza). 

Un ampio e innovativo spazio è dato alla parte artistica, ossia alle composizioni coreografiche e alla “Danza Moderna-Orchestica”, cosicché il lettore possa addentrarsi nella dimensione poetica ruskajana. A questo scopo, attraverso una documentazione iconografica e filmica messa a confronto con le descrizioni delle danze pubblicate nei programmi di sala, il volume fa luce su aspetti fondanti dell’estetica ruskajana, quali la visione complessiva di stampo registico, la sensibilità per il colore e la luce, la percezione profonda del suono, l’“espressione che viene dal di dentro”. Senza dimenticare lo sguardo rivolto al rapporto tra la danza e le altre arti, premessa essenziale per la costruzione di quella “scuola aperta” dal forte stampo educativo e dalla composita struttura culturale con cui Ruskaja prese le distanze dai modelli tramandati dalle scuole di ballo teatrali e creò le premesse per lo sviluppo che avrebbe consentito all’Accademia Nazionale di Danza di approdare all’AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e coreutica).

Arricchisce il volume un corredo di contenuti multimediali facilmente fruibili dai lettori: una sezione online composta da saggi di diversi Autori che documenta l’eredità ruskajana a partire dagli anni Settanta.

Una raccolta di Codici QR, inoltre, consente di accedere istantaneamente ai filmati degli anni Trenta-Sessanta (tra questi Fanciulle e danze del 1941-42), analizzati da Flavia Pappacena sotto il profilo critico e tecnico-stilistico.

Con la collaborazione di

Roberta Albano, Valerio Basciano, Grazia Grosso, Nika Tomasevic, Elena Viti

390 pp. di testo comprensive di 150 figg. B/N e 9 figg. a colori.

Redazione

Check Also

“ParmaDanza 2025” in una nuova veste al Teatro Regio

Cinque gli appuntamenti di “Parma Danza 2025”: da gennaio maggio, con compagnie di danza nazionali ...

“Afanador”: Premio Godot 2024 per la migliore coreografia di danza spagnola

Il Premio Godot 2024 per la migliore coreografia di danza spagnola e flamenco è stato ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi