Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.

Teatro dell’Opera di Roma a tutta danza in “La bella addormentata” con Marianela Nuñez e “Le Parc” con Eleonora Abbagnato

Il Teatro digitale del Teatro dell’Opera di Roma, dopo le prime quattro settimane di programmazione, propone ogni giorno, senza soluzione di continuità, un nuovo appuntamento: una ampia e varia selezione, a titolo gratuito, degli spettacoli applauditi nelle ultime stagioni, sul canale youtube del teatro. Si Parte con il balletto più classico del repertorio romantico, La bella addormentata che, grazie alla musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij, non smette mai di far sognare il pubblico di grandi e piccoli. La versione è quella di Jean-Guillaume Bart, andata in scena nel settembre 2018, con Marianela Nuñez, principal dancer al Royal Ballet di Londra, per la prima volta al Teatro dell’Opera, e Vladislav Lantratov, con le magnifiche scene e i preziosi costumi di Aldo Buti. (Giorni di programmazione: mercoledì 15 e sabato 18 aprile). Per gli amanti della danza un titolo che è da subito diventato un’icona della nuova danza di fine ottocento, Le Parc che Angelin Preljocaj – coreografo francese d’origine albanese appartenente alla seconda generazione della “nouvelle danse” – ha creato per i ballerini dell’Opéra di Parigi. Al Costanzi è andato in scena nel maggio 2016 con Eleonora Abbagnato e Stéphane Bullion protagonisti dei raffinati e delicati giochi nei sentieri dell’amore. (Giorni di programmazione: mercoledì 22 e sabato 25 aprile). Sara ...

Read More »

Julio Bocca: sono stato io a chiedere a mia madre di studiare danza per fare il ballerino

Julio Bocca argentino, danzatore tra i più brillanti e irripetibili della scena mondiale, con le sue performance perfette ha incantato e sedotto le platee dei teatri più importanti, diventando nell’immaginario di tutti una stella, un’icona della danza mondiale. Gentile Julio, andando indietro nel tempo quali sono i primi ricordi che affiorano legati alla danza? Com’è nata questa sua nobile passione? Mio nonno era italiano, nella nostra casa c’è sempre stata l’arte. Vengo da una famiglia della classe media, mio nonno ha fatto studiare a mia madre il piano, il violino, la danza. L’arte è sempre stata al primo posto nella mia famiglia, sono stato io a chiedere a mia madre di studiare danza per fare il ballerino. Quali sono i ricordi più belli legati a tutto il periodo alla scuola di ballo del Teatro Colòn? La prima scuola che ho frequentato è “Expresión Corporal”, la Scuola Nazionale di Danza qui a Buenos Aires. Ho iniziato a 7 anni. Il mio maestro era un ballerino del Teatro Colòn, e ha proposto a mia mamma di presentarmi lì. Sono andato a fare l’audizione quando avevo 8 anni, ma per entrare il limite era di 10. Essendo l’unico uomo mi hanno preso comunque ...

Read More »

Otto strategie per affrontare la paura del palcoscenico

Indipendentemente dallo stile e dal livello di danza praticati, l’esibizione sul palcoscenico genera sempre una certa inquietudine che in alcune persone può trasformarsi in panico. L’ansia di per sé è un meccanismo fisiologico e positivo di attivazione che permette di rendere al meglio nelle situazioni in cui sono richiesti maggiore concentrazione e impegno. Se gestita e vissuta nella maniera sbagliata, può tuttavia attivare un meccanismo di auto sabotaggio che non permette di affrontare in modo adeguato i compiti assegnati o di raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo caso si parla di ansia da prestazione, ossia la preoccupazione eccessiva e sproporzionata che induce chi ne soffre a prefigurare esiti catastrofici della propria azione e a temere di essere valutato negativamente, di risultare impacciato, inadeguato e di fallire. Il risultato di una prova è esclusivamente percepito in relazione al giudizio dell’altro, che per la persona con ansia da prestazione deve essere necessariamente e completamente positivo. Un minimo allontanamento da questo ideale di perfezione viene percepito in modo eccessivamente negativo. Se il danzatore soffre di ansia da prestazione, potrebbe non solo fallire nella sua performance ma soprattutto perdere la gioia dal ballare. È dunque importante possedere i giusti strumenti per riconoscere e affrontare ...

Read More »

Eleonora Abbagnato protagonista della sfilata di Laura Biagiotti al Campidoglio

Charme, eleganza, talento, bravura e bellezza. Eleonora Abbagnato, l’etoile che tutto il mondo ci invidia, è stata protagonista del defilè di Laura Biagiotti tenutosi al Campidoglio lo scorso 13 settembre. Insieme a cinque ballerine del Teatro dell’Opera, la Première Danseuse chiude il finale. Va in scena infatti una sinergia di eccellenze che coniuga moda e danza, con una performance inedita. La coreografia è realizzata apposta per l’occasione sulle note di Ennio Morricone, che con i suoi mirabili capolavori accompagna tutta la sfilata. È la Roman Renaissance nel segno della bellezza, della moda, della cultura, della danza, dell’amicizia e soprattutto dell’amore per Roma della maison Biagiotti. Eleonora Abbagnato insieme alla maison Laura Biagiotti Lavinia ricorda la mamma stilista Laura Biagiotti con la sfilata al Campidoglio. La prima modella scende vestita di bianco. Un colore tanto caro alla stilista Laura Biagiotti che lo ha trasformato in una chiara cifra stilistica per tutte le sue collezioni. Proprio per questo motivo è stata nominata dalla stampa internazionale “signora in bianco”.  La classe e la raffinatezza di Eleonora Abbagnato non fanno altro che esaltare una serata densa di emozioni e suggestioni. A partire dal magnifico set del defilè: il Campidoglio. La culla della Romanità nonché la ...

Read More »

Dal Bacino del Mediterraneo alla Via della Seta: al via la 34ma edizione di MilanOltre

Nonostante tutte le difficoltà del momento che stiamo vivendo, la danza sta ripartendo. E con essa anche il MilanOltre Festival. La 34ma edizione parte ufficialmente venerdì 17 settembre (in replica il giorno dopo) con uno spettacolo musica dal vivo e insieme a Mi-To Settembre Musica e Torinodanza, dal titolo simbolico quanto provocatorio. TOCCARE – The White Dance, coreografia di Cristina Kristal Rizzo, ripensa la natura dell’essere e del tempo, necessità tanto più forte dopo i mesi di isolamento forzato e di preclusione del contatto tra i corpi. Sabato 19.09 (con repliche 26.09, 3-4.10, dalle 11.00 con 4 repliche al giorno) il Festival ripropone la performance di SANPAPIÉ A[1]bit, opera di danza itinerante (dal Foyer dell’Elfo Puccini alla stazione del Passante Ferroviario Porta Venezia) firmata da Lara Guidetti che nasce dalla 1-Bit Symphony dell’artista newyorkese Tristan Perich: una forza ipnotica che sorprende per la sua profondità emotiva. Domenica 20 settembre, Mario Coccetti con la sua S Dance Company un doppio programma in prima nazionale. In Whoman? si interroga sull’identità e sul suo ruolo in una società globalizzata per una più ampia prospettiva sull’umano. In Sin due perfetti sconosciuti, al ritmo di tango, si ritrovano, a scoprire tutti i possibili risvolti del ...

Read More »

Omaggio alla danza in occasione della ripresa delle attività di Balletto alla Scala

Occasione per soddisfare il desiderio di danza, di spettacolo e di alta qualità, nello spirito di riunire le eccellenze del balletto, i Gala di Balletto alla Scala sono una tradizione che porta in scena i titoli più amati, i virtuosismi, firme coreografiche e musicali di prim’ordine, in omaggio al pubblico e alla storia del balletto attraverso i suoi protagonisti. E mai come questa volta l’omaggio è davvero profondo e sentito: il 23, 24, 26 settembre e il 2 ottobre il Balletto della Scala riabbraccia il suo palcoscenico e il suo pubblico dopo tanti mesi e lo fa attraverso un inanellarsi di passi a due e assoli, con i suoi primi ballerini, i solisti e gli artisti del Corpo di Ballo e con le sue étoiles: Svetlana Zakharova (in scena nelle prime tre recite) e Roberto Bolle – che riporterà sul mitico tavolo rotondo la potente sensualità e la trascinante intensità del balletto-icona di Béjart sul Boléro di Ravel – e con la straordinaria presenza di una artista che alla Scala ha indissolubilmente legato il suo nome, Alessandra Ferri, in scena al fianco di Federico Bonelli, principal del Royal Ballet così come avvenne nel suo recente straordinario ritorno in Scala con ...

Read More »

Paesaggi del Corpo Festival internazionale di danza contemporanea 2020

La grande danza contemporanea approda per tre mesi nella città di Velletri (RM) a partire dal 19 settembre, giorno di inaugurazione di Radici, titolo dell’edizione 2020 di Paesaggi del Corpo Festival internazionale di danza contemporanea. Con l’obiettivo di intessere una rete di relazioni con il territorio, la città, le comunità e i cittadini che li abitano, il Festival vuole mettere in primo piano la danza ovvero l’arte che predilige il corpo per raccontare l’uomo nella sua fragilità, grandezza e diversità. Dalle ore 17, presso la Casa delle Culture e della Musica, è previsto un incontro pubblico di presentazione del Festival in cui interverranno il Consigliere regionale Daniele Ognibene, il Sindaco di Velletri Orlando Pocci, l’Assessora – Bilancio e Politiche Culturali di Velletri Romina Trenta, Patrizia Cavola Direttrice Artistica del festival e il Maestro Claudio Micheli, Direttore di FONDARC. A seguire, dalle 18, si succederanno tre imperdibili appuntamenti per gli amanti delle arti performative, tre performance site-specific che abiteranno differenti spazi all’interno della Casa delle Culture e della Musica. Aprirà le danze del Festival Pia della Compagnia Motus di Simona Cieri, progetto che racconta una violenza domestica ingiusta e cruenta come quelle che si registrano ogni giorno nel nostro Paese. Un corpo di giovane donna costretto nello spazio di ...

Read More »

La scuola ricomincia, ma gli allievi MAB non si sono mai fermati, con Re_Star

La scuola ricomincia, ma  gli allievi MAB non si sono mai fermati. Nei giorni di grande fermento per la riapertura delle scuole, si sono svolte le lezioni conclusive delle Residenze Artistiche MAB2020, con i recuperi delle attività sospese a causa della pandemia, unitamente alle battute finali di Re_Star. I centri di formazione per la Danza, partner di Premio MAB  non si sono mai concessi la parola “fine”, anzi, hanno lavorato duramente anche nei  mesi estivi, per garantire ai giovani una continuità didattica, che ha avuto dell'”eroico”. Tale è stata la solida collaborazione fra istituti formativi, famiglie, docenti MAB ed allievi, fino all’esame di fine corso, svoltosi solo due giorni prima dell’avvio  dell’anno scolastico in Italia . La chiave di un successo così importante la si trova nelle parole di Michel, allievo della classe Vivaio proveniente da Vicenza, che, interpellato su una cosa lo abbia  “salvato” dal rinunciare ai propri sogni durante il lock down e su cosa lo spinga oggi a scegliere di impegnarsi con tanta passione, risponde con una parola: “stima”. Lo fa, riferendosi all’alta considerazione umana della propria insegnante ed  all’ambizione, maturata attraverso la  Danza, di poter essere una persona sempre migliore e capace di riconoscere  con chiarezza ...

Read More »

L’indissolubile legame tra danza e crescita personale

Premesso che l’abilità tecnica svolge un ruolo essenziale nel controllare il corpo e i suoi movimenti rendendoli funzionali alla danza, esiste una serie di abilità stimolate da questa disciplina che incrementano una forte e stabile crescita personale. Si tratta di quelle che vengono chiamate ‘soft skills’, competenze trasversali che qualificano le persone non tanto per gli studi o i percorsi professionali intrapresi, quanto per il modo di porsi nei confronti degli altri e di se stessi, e che diventano quindi elementi essenziali del bagaglio personale di ogni individuo. Consapevolezza del proprio valore, delle proprie capacità e delle proprie idee, al di là delle opinioni altrui. Riconoscere le proprie lacune e aree di miglioramento, attivarsi per acquisire e migliorare le proprie competenze, e superare i propri limiti, ove possibile. Autonomia, capacità di svolgere i compiti assegnati senza necessità di costante supervisione, ricorrendo alle proprie risorse fisiche e psichiche. Reagire positivamente agli errori e alla pressione esterne focalizzandosi sulle priorità, evitando di trasferire sugli altri le proprie tensioni emotive. Flessibilità e adattabilità a contesti mutevoli, apertura verso ciò che è nuovo e disponibilità a collaborare con persone che esprimono punti di vista diversi dal proprio. Pianificazione e organizzazione finalizzate a identificare obiettivi ...

Read More »

International Dance Competition, a Spoleto torna la settimana dedicata alla Danza

Quella del Un’edizione più volte rinviata quella del 2020 è stata un’edizione più volte rinviata a causa dell’emergenza da Covid-19 che ha duramente colpito tutto il mondo. La manifestazione internazionale, con sede a Spoleto, ha sempre visto arrivare in città danzatori provenienti da tutte le parti del mondo e solo lo scorso anno erano 13 i paesi partecipanti, così come internazionale è sempre stata la giuria.  “L’International Dance Competition 2020 avrà certamente un sapore diverso quest’anno ma sarà sempre contraddistinta dall’altissima qualità dei partecipanti – rassicura Paolo Boncompagni, Direttore Generale – siamo fiduciosi della riuscita dell’evento nonostante le difficoltà.  Noi ci crediamo e stiamo lavorando duramente perché tutto si possa svolgere in sicurezza e nel migliore di modi. Dalla Germania un gruppo di danzatori ha già confermato la presenza.” E così, finalmente, dal 5 al 10 ottobre il Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti riavrà i suoi ballerini, dai 9 anni in su, che assisteranno alle lezioni dei maestri, proveranno i pezzi preparati e si esibiranno di fronte alla giuria, supervisionati dal prezioso Direttore di palcoscenico Piero Martelletta e suddivisi nelle sezioni Solisti Classico, Solisti Modern/Contemporaneo, Pas de Deux, Composizione coreografica e Gruppi.   La giuria Il Direttore Artistico Irina Kashkova, ...

Read More »

Il 19 ottobre 2020: riapertura della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli

Il 19 ottobre 2020: Riapertura della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, diretta da Stéphane Fournial,  per ri-cominciare a coltivare l’eccellenza: Entro la fine del mese di settembre sarà pubblicato sul sito del Teatro San Carlo  di Napoli il protocollo di sicurezza per l’accesso ai locali del teatro, così la notizia viene annunciata sui social ufficiali dello stesso teatro. ———————————————————————————————— Alla fine della guerra, nel 1944, la prima ballerina della Scala, Bianca Gallizia, decise di accettare l’invito di Pasquale Di Costanzo a ricostruire la Scuola di Ballo del San Carlo: così il teatro, oltre che riprendere con entusiasmo l’attività lirica e sinfonica, tornava ad essere un punto di riferimento importante per la danza in Italia. Dopo più di cent’anni, la Scuola – soppressa nel 1841 – tornava a vivere. Nel 1812, sotto il regno di Gioacchino Murat, il compositore e ballerino Pietro Hus aveva raccolto la sfida lanciata dai governanti francesi e, insieme a Louis Stanislav Henry e Salvatore Taglioni (zio della celebre Maria), aveva dato vita a corsi per 32 ragazzi: 16 maschi e 16 femmine. Fu subito un grande successo, tanto che l’anno dopo i francesi fondarono un’accademia simile anche alla Scala di Milano. Ma fu ...

Read More »

Riprendono le attività del Ballet Nacional de España

Ballet Nacional de España

Con grande entusiasmo il Ballet Nacional de España ha annunciato sui social la ripresa delle attività nel pieno rispetto delle norme e delle disposizioni di sicurezza vigenti. Sulla pagina Facebook della compagnia si legge: Siamo tornati! Con entusiasmo (e grande attenzione) riprenderemo le prove dopo la pausa estiva. Le nostre danzatrici, dirette da Rubén Olmo, hanno indossato la bata de cola e il manton per le prove di un Caracoles con l’accompagnamento dei musicisti del BNE. Il Ballet Nacional de España, diretto da Rubén Olmo, è attualmente la più importante compagnia di danza spagnola, il cui ricchissimo repertorio, composto da spettacoli in tutti gli stili che coniugano sapientemente tradizione e avanguardia, è approdato nei più gradi teatri importanti del mondo. Insignito di numerosissimi riconoscimenti internazionali, il Ballet Nacional de España, sin dalla sua istituzione, nel 1978, rappresenta a pieno titolo la cultura spagnola nel mondo. Nel corso degli anni alla direzione della compagnia si sono susseguiti artisti di fama internazionale: Antonio Gades, Antonio (Ruiz Soler), María de Ávila, Aurora Pons, Nana Lorca, Victoria Eugenia, Aída Gómez, Elvira Andrés, José Antonio, Antonio Najarro, sino alla direzione di Rubén Olmo, in carica da settembre 2019. L’attuale direttore, Rubén Olmo, nato a Siviglia, ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi