Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / I bambini e la danza: ecco perché fa bene studiarla

I bambini e la danza: ecco perché fa bene studiarla

La danza è una disciplina che associa l’esercizio fisico al linguaggio artistico. Insegna ad esprimere le proprie emozioni, sia con il corpo che con la mente. Ma qual è il momento migliore per  far avvicinare i bambini alla danza? Se stai pensando di avviare tuo figlio/a a una disciplina sportiva, sappi che proprio la danza è uno sport tra i più completi e tra i più divertenti. Questa disciplina non solo coinvolge tutti i muscoli, ma permette di accompagnare l’esercizio fisico con la musica. L’attività fisica è importantissima durante l’età evolutiva perché aiuta un corretto sviluppo motorio. Inoltre insegna ai bimbi a incanalare le loro energie in maniera positiva e, al contempo, provvede a mantenerli in forma evitando il sovrappeso.

I bambini e la danza: grazie a questa disciplina si sviluppa anche l’educazione al ritmo e alla musica

I bimbi, grazie alla danza, apprendono cosa significa veramente ascoltare e interagire con gli altri. La scienza ci dice che l’esercizio fisico in età evolutiva è essenziale, non solo per lo sviluppo motorio, ma anche per quello psicologico. La danza, in particolare, è una delle discipline più utili e complete per la formazione dei bambini. Associa infatti il linguaggio artistico e il contatto con le proprie emozioni. Alla base di ogni passo di danza c’è innanzitutto un’adeguata preparazione fisica, basata sulle caratteristiche individuali del bambino.

La danza è tra le discipline più utili e complete per lo sviluppo a 360° di bambini e adolescenti

È  scientificamente provato che una regolare attività fisica è fondamentale per la crescita e lo sviluppo fisico,  psicologico, intellettuale. La danza, in particolare, è una delle discipline più complete per la formazione dei bambini. Al movimento, infatti, associa il linguaggio artistico e il contatto con le emozioni. La danza favorisce lo sviluppo armonico del fisico in piena fase di crescita. Aumenta la tonicità dei muscoli e l’elasticità delle articolazioni attraverso i movimenti naturali del corpo.

La psicologia dei bambini e la danza

Per quanto riguarda la psicologa, i bambini ballando riescono a conoscere se stessi e il loro corpo. I più timidi riescono a prendere una maggiore consapevolezza esprimendo se stessi. Passo dopo passo i ragazzi imparano ad avere fiducia, ad ascoltare, a stare con gli altri. Provano fatica e soddisfazione per gli sforzi compiuti, si autodisciplinano per il raggiungimento di un obiettivo. La danza, in quanto arte, permette che venga favorita l’autostima e l’iniziativa personale. Inoltre, stimola la capacità di attenzione e di rispetto nei confronti degli altri, migliorando le relazioni interpersonali. La capacità di riflettere sul proprio pensiero e su quello degli altri permette al giovane di prendere in considerazione idee differenti dalle proprie.

Lo studio della danza, può cominciare intorno ai 6 anni. A questa età la struttura fisica inizia a svilupparsi, aumentando gradualmente intensità e tecnica. Prima di questo periodo è possibile partecipare a corsi di Baby Dance. Questa metodologia è adatta ai bambini da 3 e 5 anni, essendo uno studio sotto forma di gioco. Molteplici sono gli effetti positivi che la danza arreca ai bambini, tra questi:

Aumenta la coordinazione

L’insegnamento della danza si sviluppa facendo apprendere il senso del ritmo. Quest’ultimo è un’abilità che tutti noi possediamo ma che non sempre riusciamo a esprimere. E il senso del ritmo è strettamente correlato alla creatività e al benessere. Danzando, il bambino impara a esternare il ritmo.

Migliora la postura

La danza aiuta moltissimo la postura. Infatti, attraverso i suoi esercizi, l’arte della danza fa sì che la postura si mantenga in un assetto corretto e che si rimedi ai piccoli difetti posturali. Inoltre la danza nei bambini sviluppa equilibrio, migliora forza, agilità, elasticità articolare e resistenza muscolare.

Attività completa

La pratica della danza, se preceduta da esercizi di riscaldamento, può essere considerata un’attività fisica completa. E, dunque, aiuta a prevenire e a combattere il sovrappeso e l’obesità.

Potenzia la creatività

La danza parte dalla creatività e genera, a sua volta, espressioni creative. Questo circolo virtuoso fa molto bene al bambino, aumentandone la sensazione di benessere globale.

Aiuta in matematica

Danzare presuppone che si apprendano passi e coreografie. E questo tipo di approccio, potenzia la capacità logica aiutando concentrazione e lucidità.

Rilassa

Lo studio e la pratica della danza comportano l’ascolto della musica. La musica aiuta a produrre più endorfine, rilassa e aumenta la sensazione di felicità. Per questo motivo dopo una lezione di danza, i bambini sono visibilmente più rilassati e anche più sorridenti.

Gli esercizi di danza aiutano ad evitare il sovrappeso, ad avere una postura corretta, a migliorare forza, agilità, elasticità articolare e resistenza muscolare

L’allenamento costante, inoltre, contribuisce a prevenire il rischio di tante patologie, tra cui diabete. I bambini e la danza, grazie all’apprendimento di questa disciplina, sviluppano il proprio istinto e con lo spazio in cui si muovono. Danzando i bambini imparano a conoscere il proprio corpo. Prendono coscienza delle proprie capacità e delle proprie potenzialità. Esprimono liberamente i propri sentimenti. Passo dopo passo, ad ogni miglioramento il bambino impara ad avere fiducia in se stesso e negli altri. Gestisce l’ansia, l’aggressività e l’esuberanza.

Tanti sono i benefici della danza anche a livello cognitivo: migliora la concentrazione, l’attenzione e le capacità di apprendimento

Questo perché favorisce la crescita neuronale e attiva connessioni del cervello. Nelle buone scuole di danza, inoltre, i bambini imparano ad ascoltare, a stare con gli altri, a provare soddisfazione per gli sforzi compiuti, ad autodisciplinarsi. Insomma, il binomio bambini e danza significa rendere i nostri figli più sani, intelligenti ed equilibrati.

Elena Parmegiani

www.giornaledelladanza.com 

 

 

Check Also

10 libri di danza da leggere durante le vacanze estive 2022

Il Giornaledelladanza.com quest’anno offre ai suoi lettori un’idea semplice e colta per facilitarli nella loro impegnativa e ...

Romaeuropa Festival 2022 inaugura con Emio Greco e Pieter C. Scholten

La trentasettesima edizione del Romaeuropa Festival diretto da Fabrizio Grifasi, in programma dall’8 settembre al 20 novembre, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi