Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Il Mulino più famoso del mondo, immortalato da pittori e artisti di ogni epoca, compie 125 anni

Il Mulino più famoso del mondo, immortalato da pittori e artisti di ogni epoca, compie 125 anni

Era il 6 ottobre 1889 e quello che si preparava a diventare uno dei simboli parigini più fotografati, tanto quanto la Tour Eiffel o la reggia di Versailles, apriva le sue porte nel quartiere di Pigalle, ai piedi della collina di Montmartre. Nato sulla scia del successo del Moulin de la Galette, un vero mulino, che da bar divenne sala da ballo, ospitando feste e incontri della Belle époque parigina, il Moulin Rouge nacque molti anni dopo, dall’idea dei proprietari dello storico teatro Olympia, che fecero costruire un finto mulino sulla sommità dell’entrata, per attirare i clienti. Allora, come oggi, il ‘Mulino rosso’ era il luogo di svago per eccellenza, dove tutti potevano assistere agli spettacoli più incredibili di danza e intrattenimento.

Il re Eduardo VII, principe del Galles, era nelle sale del Moulin nel 1890 e tre anni più tardi, tra le altre stravaganze proposte al pubblico, fece la sua comparsa il  Bal des Quat’z’arts , il punto forte del locale, con ballerine nude, che diffusero in tutto il mondo la fama del posto.

E non conosce crisi neanche oggi la culla del Cancan francese, immortalato dal celebre Toulouse Lautrec in tutte le variazioni di luci e posizioni del corpo di ballo possibili (in particolare, la sua prediletta Goulue), che ogni anno riesce a chiudere i suoi conti con il 97% di presenze, 365 giorni su 365.

Ogni sera quella magia antica sembra rivivere nelle piume e negli strass delle 60 Doriss Girls, le ballerine del Moulin Rouge di 14 nazionalità diverse, per statuto, non più basse di 1.75 m (1.85 m è invece la statura minima dei 20 Doriss Boy, che le affiancano), che compongono la Fériee, uno spettacolo a metà strada tra un circo, con uccelli stravaganti che riempiono le sale in ‘stile belle époque’  e acquari giganti e uno spettacolo di cabaret con donne mascherate da belve, che, gambe all’aria, invitano gli spettatori ad unirsi al Cancan.

Mistinguett, Edith Piaff, Maurice Chevalier, Yves Montant, Ella Fitzgerald e Frank Sinatra si sono esibiti nelle sue sale, facendo ogni volta incassare un rapido ‘sold out’. E sarà dedicata proprio ai suoi ‘ospiti’ d’eccellenza il compleanno del ‘Mulino’, che festeggerà mettendo in scena speciali dedicati agli artisti più famosi che si sono esibiti sul suo palco.

Jean Jacque Clérico, che dirige il Moulin, e che ogni sera presenta questo strabiliante spettacolo, così ha commentato il compleanno della sua ‘creatura’: “Il Moulin Rouge poggia le sue radici e la sua forza nella sua storia, quella della bohème della Belle époque, dal cancan francese, ha fatto la sua fortuna, quella dei pittori e degli artisti di tutte le epoche che l’hanno frequentato. Nel 2014, il Moulin celebra ancora la vita parigina e rinnova la storia”.

Sara Zuccari

Direttore www.giornaledelladanza.cm

 

 

Check Also

I workshop della Biennale Danza 2022

Un ciclo di workshop aperti al pubblico e rivolti a danzatori/danzatrici con esperienza. Dal 23 ...

La storia de Les Ballets Trockadero de Monte Carlo su Sky Arte

Approfondisce la storia di una delle compagnie di danza più talentuose e coraggiose di sempre il documentario Ballerina ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi