Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / “La Bella Addormentata”: un classico della danza al teatro Verdi di Pisa

“La Bella Addormentata”: un classico della danza al teatro Verdi di Pisa

“La Bella Addormentata”: un classico della danza al teatro Verdi di Pisa

L’apertura della Stagione di Danza 2016/2017 del Teatro Verdi  firmata insieme con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, si caratterizza, com’è ormai tradizione, con uno dei titoli più amati e rappresentati nel panorama coreutico internazionale, La Bella Addormentata, un grande classico reinterpretato, in questo caso,  dal coreografo Fredy Franzutti per il suo Balletto del Sud, sulle immortali note di Pëtr Il´ič Čajkovskij. Una versione moderna ed affascinante della celebre fiaba, riambientata nel Mezzogiorno italiano.

La Bella addormentata nel bosco è una pietra miliare del repertorio del balletto classico che richiederebbe poche parole, ma Franzutti, uno dei coreografi più noti nel panorama nazionale, ne ha realizzata una versione completamente nuova e sorprendente. La Bella Addormentata vivrà la sua storia d’amore non più negli incantati boschi di un luogo fatato e imprecisato ma sotto il caldo sole della Puglia.

Questo balletto, in due atti, ha raccolto ovunque la piena adesione di pubblico e critica proprio per l’ambientazione originale e perfettamente funzionale allo svolgimento del racconto e alle musiche, oltre che per gli insiemi di danzatori nella brillante realizzazione delle scene più festose, firmate da Francesco Palma. Nell’edizione classica del coreografo Marius Petipa, la trama del balletto deriva da La belle au bois dormant dello scrittore francese Charles Perrault.

Il racconto di Perrault, a sua volta, è ispirato dalla favola Sole, Luna e Talia dello scrittore campano Giambattista Basile. Franzutti riporta quindi la trama del balletto nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese. Ciò ha permesso una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina, che il critico Vittoria Ottolenghi definì una vera botta di teatro, un’idea geniale!”.

La Principessa Aurora diventa una giovane e bella ragazza mediterranea, alla quale una vecchia maga predice un infelice destino. Saranno l’abilità della zingarella Lilla, e il bacio d’amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di una antica leggenda, a destare la fanciulla dal proprio sonno centenario.

ORARI&INFO

Giovedì 22 dicembre ore 21:00

Teatro Verdi

Via Palestro, 40 – Pisa

Tel. +39 050 941111

www.teatrodipisa.pi.it

Lorena Coppola

www.giornaledelladanza.com

Photo Credits: Paolo Giuri e Marta Colaci

 

Check Also

“Senato&Cultura” Rai Uno ospiti Nicoletta Manni e Timofejs Andrijaenko

Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati  oggi 11 luglio 2020, alle ore 12 aprirà con ...

Come danzare con la mascherina? I consigli degli esperti

  La mascherina è l’accessorio del momento. Ed anche nel mondo della danza è entrata ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi