Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / La danza contemporanea internazionale nel cuore di Milano

La danza contemporanea internazionale nel cuore di Milano

5 giorni di grandi proposte autoriali al Teatro Fontana: da BROMANTICA di Matteo Bittante a ATSU di Magdalena Wójcik e Stefano Otoyo, da AVE MONSTRUM di Chiara Ameglio a PINK LADY di Virginia Spallarossa, da STELLA di Luciano Padovani a ULTRA di Nicola Galli, da OSCURE LUMINESCENZE di Lucas Delfino e Valeria Angela Russo a SELECTIVE BREEDING (Work in progress) di Pablo Girolami. Con il mese di maggio non si ferma la danza di Exister 2024, la stagione di spettacoli promossa da DANCEHAUSpiùCentro Nazionale di Produzione della Danza di Milano. Dal 22 al 26 maggio, infatti, la danza contemporanea trova la sua cornice al Teatro Fontana di Milano. Nel cuore del quartiere Isola, si attendono infatti cinque serate di spettacolo con coreografi e danzatori provenienti da diversi contesti nazionali ed internazionali. 

Ad inaugurare il palcoscenico milanese, il 22 maggio, ci sarà il debutto della nuova produzione 2024, Bromantica, del coreografo e co-direttore artistico di DANCEHAUSpiù, Matteo Bittante. Un quartetto che esplora quelle relazioni umane che trascendono dalla semplice amicizia e vanno oltre le barriere di confini, razza e genere. Ad affiancarlo sulla scena la stessa sera, la performance Ave Monstrum di Chiara Ameglio una produzione della compagnia milanese Fattoria Vittadini che trova la chiave nella parola – monstrum – in cui si costruisce un tragitto possibile tra due apparenti antitesi, mostruoso e sacro.

Il 23 maggio sarà ospite sul palco, la compagnia ASMED Balletto di Sardegna con la performance Oscure Luminescenze firmata da Lucas Delfino Monteiro e Valeria Angela Russo, un’indagine che nasce dall’urgenza di allontanarci dalla nostra zona di confort per esplorare nuove e impensate mete. La serata prosegue con artisti internazionali provenienti dalla Polonia. Con una produzione di CoDa Movement e Zawirowania Dance Theatre va in scena Atsu di Magdalena Wójcik e Stefano Otoyo.  La parola Atsu significa in giapponese “pressione” ed è proprio dai movimenti del massaggio shiatsu che nasce una vera e propria coreografia. 

La sera del 24 maggio accoglie sul palco la produzione di un’altra compagnia milanese, Dèjà Donnè, in scena con la performance Pink Lady di Virginia Spallarossa, un lavoro che si ispira liberamente alla teoria del post-umano della filosofa e femminista Rosi Braidotti, in cui sono rivisitate le figure mitologiche di Aracne – la Superba, Circe – la Maga e Penelope – l’Astuta. Nella stessa serata, la nuova creazione di Pablo Girolami con la compagnia IVONA propone Selective Breeding (Work in progress) che mette in scena un panorama distopico costruito per provocare riflessioni e turbamenti. I protagonisti sono uno scienziato, un macellaio, due pulcini e un salmone, gli stessi protagonisti che rappresentano alcuni degli attori che hanno abitato finora più di 3,5 miliardi di anni di evoluzione sulla terra, essenziali per la sopravvivenza dell’homo sapiens.

Il 25 maggio la scena è interamente dedicata alla compagnia di Vicenza, Naturalis Labor in scena con la nuova creazione di Luciano Padovani, Stella, una performance che a partire da un ritrovamento di una foto polaroid del 1978 racconta le vicende degli anni di piombo regalando allo spettatore un frammento danzato dell’Italia Repubblicana dell’epoca.

In chiusura della stagione primaverile, il 26 maggio, sale sul palco l’artista ferrarese Nicola Galli con la performance Ultra in cui si offre una veduta su un mondo nascosto che ospita un ecosistema invisibile e operoso, composto da organismi impegnati nel processo di costante connessione, scambio e trasformazione della materia.  La performance spinge gli spettatori a immaginarsi ultra-umani, uniti in uno slancio di contaminazione collettiva, per riconoscere il potere rigenerativo delle relazioni tra le cose e percepire un’equilibrata e profonda organizzazione simbiotica del mondo.

La stagione è organizzata e promossa da DANCEHAUSpiù codiretto da Annamaria Onetti, Matteo Bittante e Susanna Beltrami. Il Centro è sostenuto dal MiC, Regione Lombardia e Comune di Milano. Partner promotori della stagione: Dance Card e Danza Dove. Gli spettacoli e le masterclass della stagione 2024 proseguono da settembre fino a dicembre in DanceHaus con altre sei nuove serate di performance dedicate alla coreografica contemporanea e alla danza d’autore.

 

SEDE DI SPETTACOLO

Teatro Fontana

Via Gian Antonio Boltraffio 21, Milano                                       
+39 02 6901 5733

www.exister.it
www.teatrofontana.it

 

Michele Olivieri

 

Foto: Ruben Vuaran

www.giornaledelladanza.com

 

 

Check Also

Roberto Bolle torna al Teatro Arcimboldi di Milano

Roberto Bolle torna al Teatro Arcimboldi per il suo Roberto Bolle and Friends. Prodotto da ...

Matteo Mascolo ‒ “Sequoia”: l’esplorazione di uno spazio sacro

Il 2 luglio 2024 ‒ nell’ambito dell’ottava edizione del DAP Festival, diretto da Adria Ferrali, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi