Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / La danza pretende coerenza, coraggio e volontà

La danza pretende coerenza, coraggio e volontà

La danza pretende coerenza, ossia un accordo tra pensieri, sentimenti e comportamento.

Coerenza significa continuare ad affinare le abilità, perfezionare la tecnica, e di conseguenza ottenere maggiori soddisfazioni e guadagnarsi più opportunità di esprimersi attraverso la danza, anziché limitarsi a eseguire dei passi.

Come possiamo sfruttare in sala danza questa prerogativa che va certamente coltivata, soprattutto nella società odierna in cui la parola data e l’intenzionalità stanno perdendo la loro fondamentale importanza?

Vediamo i tre tipi di coerenza necessari nel lavoro in sala, per migliorare la qualità dell’apprendimento, la conservazione della conoscenza e noi stessi come danzatori e persone.

Coerenza nell’approccio.

Essere coerenti nell’approccio implica la presenza costante alle lezioni ed essere nel giusto mood. E’ importante mantenersi attivi e pronti anche quando la giornata è andata storta o si sta attraversando un periodo no. La danza oltretutto aiuta a rasserenarsi, a trasformare i pensieri negativi in ​​azoni positive, trascinandoci nel suo mondo di bellezza, giustizia e rispetto delle regole e degli altri.

Coerenza nello sforzo.

Mantenere costanti i propri livelli di attenzione e prestazione è importante per trarre dalla danza tutto ciò che può dare in termini di apprendimento e di performance. Danzare è un’esperienza che si vive nel momento, quando smettiamo di ballare quel momento è passato, quindi dobbiamo essere nell’attimo che viviamo, fisicamente, mentalmente ed emotivamente.

Coerenza nel pensiero.

La coerenza con se stessi è la miglior forma di onestà possibile. Implica equilibrio tra ciò che si prova e ciò che si esprime attraverso il linguaggio verbale e non verbale. Danzare significa credere profondamente in quello che si fa, nello studio, nella consapevolezza dei propri limiti, nell’accettazione di critiche costruttive e correzioni. Danzare implica consapevolezza dei propri punti di forza e generosità di mettere tutto ciò a servizio dell’arte e del pubblico.

Danzare quindi richiede anche coraggio, perché ci sprona a manifestare le nostre emozioni in una società in cui in cui spesso ci viene insegnato a nasconderle e mascherarle con altre maggiormente tollerate dalla collettività. Questo coraggio nasce da una grande conoscenza di sé che prende vita a sua volta dalla coerenza di cui la danza si nutre.

Stefania Napoli
www.giornaledelladanza.com

Check Also

#IPUNTIHOME

#IPUNTIHOME SOCIETY – Compagnia EgriBiancoDanza: primo appuntamento dell’anno

Primo appuntamento dell’anno con #IPUNTIHOME della Fondazione Egri per la Danza diretta da Susanna Egri ...

Teatro San Carlo

Teatro San Carlo torna la danza in streaming con “Le Quattro Stagioni”

Tornano gli spettacoli in streaming del Teatro di San Carlo, con tre nuovi appuntamenti per orchestra, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi