Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Balletto di Roma (page 7)

Tag Archives: Balletto di Roma

Roberto Casarotto, direttore artistico del Balletto di Roma, racconta i suoi progetti per la compagnia

Dopo una serie di collaborazioni ed esperienze all’estero, e dopo l’incarico di responsabile dei progetti danza internazionale del Festival Operaestate di Bassano del Grappa, Roberto Casarotto è stato nominato direttore artistico del Balletto di Roma. Lo abbiamo quindi intervistato sulla sua visione della danza e progetti futuri della compagnia, riguardo alla quale ci ha svelato il nome del terzo coreografo associato e una collaborazione importante… Come nasce la collaborazione con il balletto di Roma?         Nasce dall’incontro con il direttore della compagnia romana a Bassano del Grappa durante il Festival Operaestate la scorsa estate, e anche da una segnalazione di Theresa Beattie, divenuta un contatto comune dopo il progetto della compagnia del Balletto di Roma alla Royal Opera House, e che fece il mio nome parlando di operatori di danza. Che buffo che la segnalazione di un italiano parta dall’Inghilterra!  Come nasce invece il direttore artistico Roberto Casarotto? Ho un trascorso di danzatore, ma ho anche avuto la fortuna di incontrare figure professionali importanti che mi hanno permesso di sviluppare un network; rete che ha facilitato il mio passaggio dalla carriera artistica a quella organizzativa e di promozione della cultura della danza. Parallelamente a questo c’è stato un percorso di studi in ambito ...

Read More »

Presentata la Stagione 2015/2016 del Teatro Carcano di Milano

E’ stato presentato il cartellone 2015/16 del Teatro Carcano dove si nota che troveranno posto la prosa, la danza contemporanea, la musica, il teatro per famiglie, per bambini e studenti, oltre naturalmente alle più diverse iniziative di carattere culturale che vanno dai protagonisti della Storia messi a processo, a cura di Elisa Greco, al Caravaggio di Sgarbi. La stagione di danza sarà preceduta dalla leggendaria Compagnia Mummenschanz: i maghi del silenzio irrompono sul palco indossando abiti di scena costruiti con materiali di scarto (sacchetti dilatati, pezzi di tubo, fili di ferro, pezzi di stoffa o di cartone, gommapiuma) narrando storie solo visive di strane creature senza tempo, dalle forme incredibili e colorate che fanno a gara ad incantare gli spettatori grandi e piccini. Primo dei cinque appuntamenti di danza, dal 30 ottobre al 1 novembre, sarà lo spettacolo Mara Galeazzi & Friends – Gala internazionale di danza, in cui accanto alla Galeazzi danzerà una rosa di interpreti dai principali teatri d’opera europei per una carrellata di brani d’autore. Dal 29 al 31 gennaio , per prima volta in Italia,  la compagnia statunitense Hubbard Street2, apprezzata per dinamicità, originalità ed impegno nella divulgazione dell’arte della danza presso le scuole e le ...

Read More »

È tempo di …Contemporary Tango!

Tradizione e modernità si fondono in Contemporary Tango, racconto danzato di umane passioni nell’abbraccio sensuale di una musica eterna. L’opera, attraverso l’uso del linguaggio contemporaneo, racconta e descrive un ballo: il tango sociale, che sempre di più sembra diffondersi nel nostro pianeta. Segnale ulteriore del fenomeno della globalizzazione che ancora una volta anche in questo ambito, come nel linguaggio della danza tutta, contamina, unisce, condivide. Il Tango in grado di diventare “storia” di un modo di sentire tanto diffuso e così capace anche di percorrere con la sua musica ormai tutti i continenti della terra. L’opera creata per il Balletto di Roma esplora una nuova contaminazione tra il linguaggio contemporaneo ed il “minimalismo” dell’incontro tra corpi che parlano di tango: incontro di un linguaggio popolare e sociale con il più ricco e variegato modulo del balletto. Lo spettacolo narra l’abbraccio del tango, dentro il quale si colmano bisogni, aspettative, sogni, desideri e oblii, un abbraccio che ciascuno esprime arricchendolo del proprio sé e portando in esso tutta quella memoria, consapevole e non, che la vita gli ha tracciato nel corpo. Attraverso un rito che si consuma sempre uguale, in ogni dove, attraversando il tempo, la sala da ballo detta un ...

Read More »

“Il Lago dei cigni, ovvero Il Canto”: interpretazione contemporanea del “classico” Lago

Dopo il felice debutto ferrarese dello scorso novembre, arriva al Teatro Brancaccio di Roma dal 6 all’8 marzo, l’ultima creazione del coreografo Fabrizio Monteverde Il lago dei cigni, ovvero Il Canto. Tra i più apprezzati autori sulla scena contemporanea della danza italiana e reduce dal successo di Otello (prodotto dallo stesso Balletto di Roma nel 2009 e in corso di riallestimento per il prossimo febbraio al Teatro San Carlo di Napoli), Fabrizio Monteverde firma questa volta per la storica compagnia romana la nuova versione di un classico d’eccezione. Tra le suggestioni di una favola d’amore crudele e i simboli di un’arte che sovrasta la vita, il coreografo reinventa il più famoso dei balletti di repertorio classico su musica di P. I. Čajkovskij, garantendo quell’originalità coreografica e registica unica che da sempre ne caratterizza le creazioni e il successo. Capolavoro del balletto, sintesi perfetta di composizione coreografica accademica e notturno romantico, di chiarezza formale e conturbanti simbologie psicoanalitiche, Il lago dei cigni è una favola senza lieto fine in cui i due amanti protagonisti, Siegfried e Odette, pagano con la vita la passione che li lega. Persi tra i ruoli di una lunga carriera, i danzatori stanchi di un’immaginaria compagnia decaduta ...

Read More »

Il canto dei cigni, Lungo il viale dei ciliegi. Il gennaio del Teatro Comunale di Vicenza

Nuova occasione per vedere uno spettacolo che ha unito critica e pubblico in questa stagione della compagnia del Balletto di Roma: sabato 31 gennaio alle 20.45 e domenica 1° febbraio alle 18.00 al Teatro Comunale di Vicenza va in scena il lago dei cigni, ovvero il canto, coreografia e regia di Fabrizio Monteverde. Sinonimo di balletto per eccellenza, il Lago viene riproposto dal noto coreografo attraverso una contaminazione tra la storia originale e la novella di Cechov Il canto del cigno, in cui un attore sul viale del tramonto, intrappolato in teatro durante la notte, ripropone al suggeritore i propri cavalli di battaglia, in un’interpretazione che è come un vero e proprio canto del cigno. Così nella coreografia di Monteverde, in scena non c’è solo un classico del balletto e uno dei ruoli più ambiti di una carriera, ma anche il ritiro dalle scene e il corpo che perde la sua agilità: non a caso i ballerini indossano la maschera della vecchiaia, e interpretano dei danzatori alle prove dell’ultimo spettacolo, Il lago dei cigni appunto. Attraverso la musica di Tchaikovsky e una coreografia dalla bella tecnica contemporanea il coreografo trova il veicolo giusto per i moti dell’anima e del corpo ...

Read More »

Roberto Casarotto è il nuovo direttore artistico del Balletto di Roma

Appena entrato nel 55° anno di attività, il Balletto di Roma annuncia un cambiamento importante al vertice artistico della struttura. Il maestro Walter Zappolini, étoile, coreografo e fondatore nel 1960 della compagnia romana al fianco di Franca Bartolomei, lascia nel 2015 la direzione artistica dello storico gruppo. In linea con il recente rinnovamento organizzativo e produttivo dell’azienda, il general manager Luciano Carratoni affida oggi la guida artistica del Balletto di Roma a Roberto Casarotto, figura artistica tra le più interessanti sull’attuale scena nazionale e internazionale della danza contemporanea. Si tratta di un cambio di rotta dovuto e di un passaggio generazionale necessario in vista dei nuovi obiettivi di una tra le più grandi, stabili e prolifiche compagnie italiane di danza. Sarà sfida e compito dell’appena nominato direttore veicolare i contenuti e i valori di una contemporaneità in costante movimento coerentemente con un indirizzo internazionale e moderno. Primo traguardo di un processo di innovazione avviato nel 2014, il cambio di direzione artistica si pone in linea di continuità con l’apertura internazionale della compagnia inaugurata lo scorso luglio con la residenza coreografica londinese presso Royal Opera House per la creazione di We/Part a firma del coreografo Paolo Mangiola. È dunque una sfida ...

Read More »

Metafora dell’arte e della vita nel Lago dei cigni, ovvero Il canto, del Balletto di Roma

Tra i più apprezzati autori della danza contemporanea italiana, Fabrizio Monteverde firma per la compagnia del Balletto di Roma, Il lago dei cigni, ovvero Il canto, nuova e originale versione del famosissimo balletto, che sarà rappresentata il 10 gennaio 2015 al Teatro Morlacchi di Perugia, prima tappa del nuovo anno di una tournée che attraverserà tutta Italia fino a maggio 2015. Il Balletto di Roma nasce nel 1960 dal sodalizio artistico di due icone della danza italiana, Franca Bartolomei, prima ballerina e coreografa dei principali teatri italiani e stranieri e l’étoile Walter Zappolini, già direttore della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Tra le originali coreografie firmate da artisti italiani della danza contemporanea nel nuovo e vivace percorso artistico intrapreso dalla compagnia, si inserisce Il lago dei cigni, ovvero Il canto, forte dell’originalità registica che caratterizza le creazioni di Monteverde. Il coreografo prende infatti spunto dal racconto di Anton Čechov, Il canto del cigno appunto (storia dell’incontro imprevisto tra un vecchio attore con un’importante carriera alle spalle e il suo suggeritore), per condurre lo spettatore ad una riflessione sull’intreccio inscindibile tra arte e vita, per capire se sia quest’ultima ad influenzare la prima o se non sia piuttosto l’arte ...

Read More »

Mario Piazza: “Io voglio raccontare la verità di una storia. E voglio che questa arrivi alle persone”

Il suo “Schiaccianoci” è sulle scene da ben dieci anni, senza soste di successo e soprattutto apprezzamenti da parte del pubblico che, anno dopo anno, sceglie di vedere questa pièce. Un racconto in puro stile Mario Piazza, coreografo attento alle contaminazioni, che si nutre di esse, uno dei pochi in grado di raccontare storie straordinarie in danza. Di lui hanno parlato in tantissimi ma, prima di tutto, parlano le sue opere, straordinarie creazioni danzate. Un balletto da vedere, assolutamente, ma soprattutto da vivere. Dall’inizio alla fine, senza interruzioni. Al Giornale della Danza il Maestro ha svelato qualche dettaglio in più sulla storia di Clara e Fritz, in scena dal 30 dicembre al 6 gennaio all’Auditorium della Conciliazione. “Lo Schiaccianoci” contemporaneo in scena da una decade. La storia che racconta, però, non è quella a cui la tradizione della danza è abituata: è una versione in puro stile Mario Piazza… Assolutamente sì. In questo mio Schiaccianoci, che come ben diceva, è in scena da ben dieci anni ed è sempre stato in grado di fare il tutto esaurito, cerco di analizzare alcuni aspetti che, appunto, spesso nella storia tradizionale non vengono alla luce. Due su tutti: la morte e la tragedia ...

Read More »

GD Web TV: “Lo Schiaccianoci” del Balletto di Roma

Il Balletto di Roma torna per il decimo anno consecutivo sul palcoscenico dell’Auditorium Conciliazione con la produzione Lo Schiaccianoci. Tra luci e oscurità, sorrisi e sospiri, giochi e battaglie, il coreografo Mario Piazza indaga gli aspetti più sinistri e conturbanti di un racconto estremamente moderno che non smette di indurre i sognatori a partecipare alla magia di una favola antica. www.giornaledelladanza.com

Read More »

“WE/PART”: le dinamiche dell’incontro in scena al Teatro Brancaccio

Balletto di Roma – Innovation Unit in collaborazione con Royal Opera House – Royal Ballet Studio Programme e Civitanova Danza XXI Festival internazionale arrivano al Teatro Brancaccio: l’istituzione teatrale romana, infatti, i prossimi 11 e 12 ottobre ospiterà la nuova creazione coreografata da Paolo Mangiola e realizzata proprio per le tre ensemble.  WE/PART è la naturale evoluzione della ricerca coreografica di Paolo Mangiola sulla dinamica del riconoscimento e dell’incontro con l’altro. Il nuovo balletto osserva da vicino le microrelazioni tra gli elementi di un gruppo per tentare di rivelarne l’intima interdipendenza e connessione. Il titolo della creazione è un gioco linguistico e filosofico in cui i termini we(noi) e part (parte/parti) si combinano semanticamente fino a sciogliersi in un unico senso. Se lo svolgimento dello scontro con l’altro retroagisce sull’identità del singolo, scopriremo in questo schianto aspetti comuni e frammenti dell’io. Saremo noi “parte dell’altro” e l’altro “parte di noi”. E infine noi, tutti, saremo parte di un sistema più grande che ci condiziona e comprende.  Tra le suggestioni del cinema neorealista, lo studio di Mangiola inseguirà l’autenticità dell’attimo e l’essenzialità della rappresentazione, riscoprendo nell’esposizione del reale la più immediata bellezza del dettaglio.Si oltrepasserà la parete invisibile tra pubblico ed interpreti e ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi