Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: performance (page 11)

Tag Archives: performance

La compagnia NDT torna al Valli di Reggio Emilia

  La bellezza di alcune rinomate compagnie internazionali è raramente apprezzabile nel nostro Bel Paese, ma fortunatamente tra pochissimi giorni al Teatro Valli di Reggio Emilia un piccolo miracolo avrà luogo. Precisamente il 16 marzo alle ore 20:30 a calcare il palcoscenico reggiano è il Nederlands Dans Theater, che presenta in prima ed esclusiva nazionale tre fra i grandi successi del proprio repertorio: Shoot the Moon, The Missing Door e Stop-Motion. Nel primo caso, datato 2006, la coreografia nasce dalla fusione dei geni di Sol León e Paul Lightfoot, pietre miliari della compagnia, il cui intento è quello di catapultare gli spettatori in una dimensione surrealista. A patrocinare la loro impresa è la musica di Philip Glass, nello specifico Moviment II tratto dal Tirol Concerto per piano e orchestra: un autentico capolavoro della cosiddetta minimal music. Scene e costumi sono curati dagli stessi León e Lightfoot, mentre delle luci il merito va a Tom Bevoort. In Shoot the Moon è possibile vedere di sfuggita la storia d’amore di tre diverse coppie. Pareti roteanti con straordinari sfondi in bianco e nero danno vita a tre stanze separate, ognuna contenente la propria storia d’amore. La porta sembra essere sempre aperta sull’altra stanza ...

Read More »

La Dufrayer Dance Company gioca con la danza e le geometrie

  Il 12 e 13 marzo la Dufrayer Dance Company va in scena nell’Agorà del Centro Culturale Altinate/San Gaetano di Padova con due spettacoli di danza contemporanea, rispettivamente performati nelle due giornate in pomeridiana: Gioco (ore 19) e Punto, cerchio, retta, ecc (ore 16). Il primo lavoro è una new entry nel repertorio della compagnia, frutto di un’intensa ricerca artistica votata all’ideazione di nuovi formati coreografici attraverso cui vengono proposti modelli espressivi del corpo ancora sconosciuti e, soprattutto, una più attiva partecipazione del pubblico: “non una semplice rappresentazione ma come il tuo corpo reagisce e si trasforma da una sensazione”, come recita il comunicato stampa. E per far sì che l’esperimento funzioni perfettamente, la compagnia invita gli spettatori a portare in sala prima dello spettacolo un brano musicale di proprio gusto, che le danzatrici utilizzeranno poi durante la performance. Vengono, dunque, superate le barriere di passività tra il pubblico e l’esecutore, nel tentativo di affidare al primo la creazione di una partitura scenica per il secondo. Il secondo lavoro, invece, è datato 2012 e presenta – come suggerisce lo stesso titolo – una sorta di “geometria in forma di danza”, per utilizzare le esatte parole del coreografo Sylvio Dufrayer, artefice ...

Read More »

Aterballetto triplica al Comunale di Ferrara

  Martedì 24 febbraio alle ore 21 il cartellone del Teatro Comunale di Ferrara presenta una tripletta di lavori coreografici della compagnia Aterballetto firmati Cristina Rizzo e Michele Di Stefano (compagnia mk), rispettivamente Tempesta/The Spirits per lei, e-ink e Upper-East-Side per lui. Nel primo caso la “tempesta” che intitola la creazione è cessata, o almeno in apparenza: i performer della compagnia reggiana danzano alla ricerca di un rinnovamento, di un riappropriarsi d’identità, ancora immersi nel turbine di forti consapevolezze. TEMPESTA/THE SPIRITS è un balletto per 6 danzatori, tre coppie che formano un gruppo, una specie di tribù che nel suo gioco coreografico articola una danza fatta di ingaggi subitanei, di abitazioni epidermiche e di corpi volatili agganciati in una continua e reciproca torsione di uno nell’altro. (aterballetto.it). Sin dalla sua prima messinscena a Reggio Emilia nel luglio del 2013, la coreografia di Rizzo – come ogni altra sua creazione – lascia senza fiato e stupisce ogni volta di più, tenendo conto inoltre del suo essere frutto di un percorso autonomo di produzione (intrapreso dall’artista a partire dal 2008). e-ink è il lavoro di debutto della compagnia mk, riallestito per Aterballetto nel 2015. Prodotto nel 1999 e interpretato originariamente da Damiano ...

Read More »

San Valentino “across the border” al Piccolo Bellini

  Il weekend di San Valentino si vive a passi di danza al Piccolo Bellini di Napoli, in particolare grazie alla messinscena di Across The Border / storie di confine, spettacolo prodotto da Interno5 danza / collettivo NaDa, diretto e coreografato da Antonello Tudisco. Per l’occasione sono previste tre date di rappresentazione, due serali (12 e 13 febbraio ore 21:15) e una pomeridiana (14 febbraio ore 18:30). Il focus d’indagine è la barriera di confine, intesa maggiormente come punto di partenza che d’arrivo: “attraversare i confini che lo spazio disegna, vivere i limiti che il contatto con l’altro ci pone, venirne fuori cercando di restare fedeli alla bellezza”, queste le parole con cui il collettivo descrive il lavoro di ricerca quotidiano per affrontare al meglio il tema dello sconfinamento. Molte figure ci hanno accompagnato in questo percorso, forme diverse dell’arte che hanno fatto loro stesse dell’idea del limite un loro fondamento: la fotografia di Mapplethorpe, il quale continuamente nel suo percorso cerca di catturare la bellezza in corpi statuari, immobili in spazi disegnati alla perfezione e I prigioni di Michelangelo, dove scorgiamo in tutta la grandezza dello scultore corpi imprigionati nel marmo che non riescono a fuoriuscire da quello che ...

Read More »

“Real Good Time” di Kinkaleri, crocevia perfetto tra poesia e performance

  Lo spazioK di Prato ospita nel fine settimana l’ultima creazione del collettivo artistico Kinkaleri, Real Good Time, in scena precisamente sabato 16 gennaio alle ore 21:30 e domenica 17 gennaio alle 17. Lo spettacolo rientra nel progetto quadriennale (2012-2016) denominato All!, attraverso il quale il collettivo indaga sulle molteplici possibilità di rappresentazione corporea del linguaggio poetico. Punto di riferimento di questa ricerca è stata la figura di William Seward Burroughs che del linguaggio ha sempre fatto un luogo di frontiera, atto politico e creativo; non si tratta di un progetto su W.S.B. ma con W.S.B. e con tutti gli artisti che in quegli anni hanno indagato la parola nella possibilità di essere altro. In fondo è uno spettacolo su ciò che insegnava W.S.B.: essere liberi anche sotto tortura, tornare ad una radicalità nella propria presenza. (kinkaleri.it). E di questo “codice” performativo multisfaccettato Real Good Time è la dimostrazione palese, ponendo sul palcoscenico due performer dalle doti eccezionali, Jacopo Jenna e Marco Mazzoni, come soli artefici di un capolavoro artistico pluridisciplinare, nel quale la danza si fonde al teatro che si fonde alla musica. È teatro? È danza? È performance? È un concerto? È tutto fissato? È improvvisato? Real Good ...

Read More »

Dancehaus presenta: Master della creatività in design della performance

    Dancehaus Susanna Beltrami inaugura il nuovo progetto Master della creatività in design della performance, e l’evento Body and light 2 a Milano. Il Master della creatività in Design della Performance è stato ideato per offrire a 10 giovani artisti (under 35), la possibilità di sperimentare, sul campo, il lavoro di contaminazione volto alla realizzazione di un’inedita drammaturgia, e di uno spazio interattivo per il corpo del danzatore. Dal 29 giugno all’8 luglio, i 10 giovani selezionati avranno occasione di seguire un percorso formativo diviso in due parti: nella prima sarà prevista la frequenza a seminari e workshop tenuti da professionisti del settore, e dedicati all’esplorazione e all’apprendimento di fondamentali elementi tecnici e storici; la seconda parte sarà invece dedicata al lavoro in sala prove: ogni artista del corso andrà a sviluppare, sotto il tutoraggio di una commissione di garanzia, un progetto di performance, il quale verrà poi presentato in anteprima durante l’evento Body and light 2. “Ciò che determina il valore di questo progetto è innanzitutto lo scambio creativo interdisciplinare tra giovani talenti. In questo contesto privilegiato l’artista potrà potenziare l’autorialità coreografica nel movimento acquisendo maggiore autonomia e indipendenza e sperimentare il lavoro con le altre professionalità coinvolte nella ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi