Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / TorinoDanza 2015: un’edizione tra grandi nomi e debutti

TorinoDanza 2015: un’edizione tra grandi nomi e debutti

19_Quintett©Laurent-Philippe

È stata recentemente presentata l’edizione 2015 di TorinoDanza Festival, che vedrà in scena dal 9 settembre al 4 novembre prossimi 19 spettacoli in 26 rappresentazioni, tra cui 5 prime nazionali, 7 coproduzioni, presentati da 15 compagnie di 7 diverse nazioni, per un programma che coinvolge gli stili della danza da quella contemporanea più tradizionale a quella che si fa multiforme accogliendo suggestioni teatrali, cinematografiche, poetiche o circensi e sperimentazioni in 3D.

L’inaugurazione del Festival è affidata a Michèle Anne De Mey e Jaco Van Dormael (già ospiti nel 2012), in scena alle Fonderie Limone di Moncalieri dal 9 al 13 settembre, con Kiss & Cry, che possiamo definire una delle più originali creazioni della scena europea, poiché fonde cinema e danza, “realtà” e “finzione”, sollecitando gli spettatori stessi a una scelta continua tra azione dal vivo e filmata.

L’11 e il 12 settembre, sempre alle Fonderie Limone, la prima nazionale della coreografia per quattro interpreti femminili della belga Louise Vanneste: Gone in a heartbeat, che propone una nuova declinazione della sua indagine sulla relazione tra il corpo e le dimensioni di spazio e tempo

Torna in Italia uno dei capolavori di Sasha WaltzImpromptus, magistrale intreccio di danza, teatro e musica classica, in cui sono unite l’esperienza europea e quella americana della coreografa stessa, che debutterà al Teatro Regio sabato 19 settembre.

Martedì 22 settembre alle Fonderie Limone una serata all’insegna del ritmo, con Aterballetto, sotto la direzione di due coreografi di Michele Di Stefano e Andonis Foniadakis. Tre gli spettacoli in programma: due di Michele di Stefano, prima E-Ink, riflessione coreografica sui temi del linguaggio e della scrittura riproposta grazie al progetto RIC.CI (Reconstruction Italian Contemporary Choreography anni Ottanta-Novanta) ideato e diretto da Marinella Guatterini, poi Upper-East-Side, lavoro corale sul tema del luogo e della sua definizione relazionale. La serata si chiude con Antitesi, in cui Andonis Foniadakis usa la rapidità per decorare diversi e inediti passaggi musicali.

Il 25 e il 26 settembre torna alle Fonderie Limone Alain Platel che porta a Torino l’ambizioso En avant, marche! che lo vede collaborare con Frank Van Laecke, regista e sceneggiatore, che porta in scena una vera fanfara (piemontese: l’Unione Musicale Condovese) insieme a personaggi visionari e apparizioni clownesche.
Il 29 settembre, alle Fonderie Limone debutterà in prima nazionale lo spettacolo di Fanny de ChailléChut, in cui la danza si muove dentro la scenografia in un gioco fiabesco e ambiguo. Lo spettacolo si inserisce nell’ambito della collaborazione con Espace Malraux – Scène nationale de Chambéry et de la Savoie e con La Francia in Scena. Ancora Francia, con il doppio appuntamento con uno degli spettacoli più acclamati alla Biennale de la Danse di Lyon: Il n’est pas encore minuit… il 2 e il 3 ottobre sempre alle Fonderie e sempre in collaborazione con La Francia in Scena. I ventidue interpreti della Compagnie XY riescono a parlare di amicizia e solidarietà attraverso l’emozionante registro dei virtuosismi circensi.

Il 7 ottobre, un altro appuntamento del progetto RIC.CI alla Lavanderia a Vapore: rivive Pupilla, spettacolo del 1983 in bilico tra teatro e danza, in cui la performer Valeria Magli lavora con DanceHaus Company in un’evocazione allegra e torbida del mondo dell’infanzia, con le sue bambole e i suoi pupazzi che imitano la vita ma non la raggiungono mai. A seguire, invece, una prima italiana: L.A.N.D. Where is my love di Daniele Ninarello, che propone un’indagine sul corpo e i suoi confini.

In scena il 13 ottobre in scena alla Lavanderia a Vapore gli allievi del corso di teatrodanza della Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” fanno rivivere le atmosfere futuriste dello stesso spettacolo del 1997, per la coreografia di Silvana Barbarini, intitolato appunto Uccidiamo il chiaro di luna.

Dal 16 al 18 ottobre, alle Fonderie Limone, in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Primo Levi, debutta Kamp, spettacolo ideato dal collettivo olandese Hotel Modern, in cui gli interpreti si muovono tra migliaia di burattini su un palco che è il modello in scala di Auschwitz per cercare di ricrearne l’orrore oscuro.

Serata unica invece per Colección Tango: martedì 20 ottobre alle Fonderie di Moncalieri, il coreografo e docente universitario Leonardo Cuello e la sua compagnia portano in scena uno spettacolo dove il tango dialoga con la danza contemporanea per creare quella sintesi che prende il nome di tango fusión.
Prima nazionale alle Fonderie Limone il 24 e il 25 ottobre: in scena Aurora, ultimo capitolo della trilogia di Alessandro Sciarroni (Will you still love me tomorrow?),  e che trasforma in performance artistica una partita di Goalball per riflettere sulla relatività del tempo.

A seguire, il 28 e 29 ottobre, ritmi hip hop ed effetti speciali in 3D, con Pixel, di Mourad Merzouki, che collabora con l’artista Adrien Mondot e Claire Bardainne della Compagnia BCMA per creare mondi astratti per interrogarsi sul rapporto tra reale e virtuale.

A chiudere una compagnia di recente in Italia e che tornerà il 3 e il 4 novembre alle Fonderie Limone: L.A. Dance Project, compagnia del direttore del Balletto dell’Opéra di Parigi, Benjamin Millepied, che presenta Reflections, Hearts & Arrows e chiude la serata con un omaggio a Forsythe, portando in scena il suo capolavoro del 1993 Quintett.

ORARI&INFO:

TorinoDanza Festival 2015

Dal 9 settembre al 4 novembre

c/o Fonderie Limone, Lavanderia a Vapore e luoghi vari

www.torinodanzafestival.it

Greta Pieropan

Foto: Christophe-Raynaud-de-Lage, Laurent-Philippe

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Roberto Altamura

PROSPETTIVE01 – Roberto Altamura: “Mi piace pensare che questo strano 2020 possa essere una sorta di anno 0 da cui ripartire”

“Prospettive01” è una rubrica rivolta ad artisti e contesti che rappresentano un mondo di talenti ...

Il Presidente Elisabetta Casellatti premia Carla Fracci e omaggia la danza in Senato

“Più leggera dell’aria, più lieve di un sospiro”. Così la critica ha definito negli anni Carla Fracci, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi