Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / La “Coppélia” di Roland Petit al Teatro Regio di Parma

La “Coppélia” di Roland Petit al Teatro Regio di Parma

La “Coppélia” di Roland Petit al Teatro Regio di Parma

 

La stagione ParmaDanza 2016 del Teatro Regio dell’omonima città giunge alla terz’ultima tappa, rispolverando un capolavoro del balletto pantomimico ottocentesco: sabato 7 maggio alle ore 20:30 e domenica 8 alle 15:30, infatti, il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo porta in scena Coppélia, coreografia di Roland Petit ripresa da Luigi Bonino.

L’intrigante vicenda de la Fille aux Yeux d’Email (ossia “la ragazza dagli occhi di smalto”, come recita il titolo originale) viene riproposta sul palcoscenico del teatro emiliano in una chiave romantica e al tempo stesso accademica, delineando perfettamente i personaggi in ogni sfumatura caratteriale, della quale la fonte d’ispirazione per la messinscena è il testo originario dell’opera, ovvero il primo racconto dei Notturni di E.T.A. Hoffmann, chiamato Der Sandmann (L’uomo della sabbia).

L’amore tanto insano quanto irripetibile tra la donna-meccanica protagonista e il suo inventore-demiurgo Coppelius lascia un segno indelebile nella storia della danza, soprattutto in virtù di una palese manifestazione di una nuova tematica amorosa, ben lontana dal canonico binomio ballerino virile/ballerina eterea della danza classica precedente.

A interpretare le parti in scena un cast di professionisti dal talento indiscusso: nei panni della portentosa Swanilda vi è Anbeta Toromani, diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Tirana (Albania) e divenuta famosissima per la partecipazione (dapprima come allieva, poi come professionista) al programma televisivo Amici di Maria de Filippi; al suo fianco Alessandro Macario nel ruolo di Franz, nonché Massimo Sorrentino, che anima il perfido personaggio di Coppelius; al loro seguito, in qualità di amiche, Sara Sancamillo, Candida Sorrentino, Annalisa Nuzzo, Claudia D’Antonio, Martina Affaticato e Anna Chiara Amirante; poi ancora le donne, interpretate da Ottavia Cocozza, Valentina Vitale, Natalia Mele, Valentina Allevi, Vincenza Milazzo, Irene De Rosa, Adriana Pappalardo, Rita De Martino, Marta Fabbricatore, Francesca Riccardi, Claudia Bevivino e Valeria Iacomino; ad esse si aggiungono altre due donne, ovvero Benedetta Comandini e Angela Rocco Lara; infine gli uomini, capeggiati dai due Marco D’Andrea e Fortunato D’Angelo, a cui fanno seguito Fabio Gison, Gianluca Nunziata, Marcello Pepe, Ferdinando De Riso, Giuseppe Aquila, Danilo Notaro, Ertrugel Gjoni, Salvatore Manzo, Carlo De Martino, Pasquale Incoronato e Danilo Di Leo.

Oltre che a quello artistico, comunque, è necessario dedicare un plauso anche allo staff tecnico della produzione, che vede l’allestimento da parte della Fondazione Teatro dell’Opera di Roma: le scene e i costumi sono di Ezio Frigerio (classe 1930), stimatissimo scenografo italiano operante nei più famosi teatri del mondo come la Scala milanese, l’Opéra parigina o il newyorkese Metropolitan Theater, nonché in location di ulteriore campo artistico celeberrime quali il Museo del Louvre; le luci sono affidate a Jean Michel Désiré, strenuo collaboratore del coreografo Petit e la musica è quella originale di Léo Delibes, compositore francese diplomato al Conservatorio di Parigi come allievo di Adolphe Adam, autore del balletto Giselle.

Insomma, un pot-pourri di artisti eccelsi per dare forma a quello che è stato definito un “classico” del Novecento, rimaneggiato dal genio del coreografo di Villemomble nel 1975 in una chiave d’interpretazione più raffinata e spumeggiante, alternando in maniera precisa toni umoristici e drammatici.

Roland Petit spoglia la Coppélia originale di tutti i cliché classici e ricolloca l’argomento in un’ambientazione moderna. Tra soldati galanti e giovani innamorate, spicca un Coppélius elegante e affascinante. Il momento del valzer che egli danza in coppia con la bambola Coppélia resta ancora oggi una straordinaria invenzione, delicata, giocosa, ironica: senza precedenti. (L. Bonino).

Un appuntamento imperdibile, dunque, da appuntare assolutamente in agenda!

 

ORARI & INFO

7 maggio ore 20:30

8 maggio ore 15:30

Teatro Regio di Parma

Via Giuseppe Garibaldi, 16/a – Parma

Tel: +39 0521 203999 (biglietteria)

www.teatroregioparma.org

 

Marco Argentina

www.giornaledelladanza.com

Anbeta Toromani e Alessandro Macario / Coppélia © Luciano Romano

Anbeta Toromani e Luigi Bonino / Coppélia © Luciano Romano

Check Also

“Interconnessioni 2019”: la danza contemporanea in scena nel cagliaritano

Fino al 3 agosto Settimo San Pietro si trasforma nella casa della danza contemporanea e ...

Marco D’Agostin racconta con grinta e innovazione l’amore per la danza in “First love”

Il 25 luglio 2019, al Centro di creazione e produzione delle arti contemporanee Centrale Fies ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi