Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Primi premi per il 2016: Prix de Lausanne e National Dance Awards

Primi premi per il 2016: Prix de Lausanne e National Dance Awards

Prixdelausanne_photo_Gregory_Batardon__50A6756web

Non possiamo non chiudere il 2015 con uno sguardo ai primissimi impegni da inserire in agenda per il 2016, in questo caso per scoprire chi sono stati, secondo la critica inglese, i nomi più importanti del 2015 e per tenere d’occhio i nuovi talenti della danza.

Partiamo da questi ultimi, protagonisti, dal 31 gennaio al 7 febbraio 2016 al Theatre de Beaulieu, del Prix de Lausanne. Dei quasi 300 candidati hanno superato le selezioni solo 71 giovani danzatori, che saranno seguiti nella preparazione del concorso da Cynthia Harvey, étoile dell’ABT, Goyo Montero, coreografo del Nuernberg State Ballet, Patrick Armand, direttore della San Francisco Ballet School, Macha Daudel, assistente coreografa di Mauro Bigonzetti, e l’italiana Pompea Santoro, direttrice della Eko Dance International Project.

Non solo la Santoro tra le sorprese italiane a questo Prix: dei 71 candidati, 3 sono italiani: Silvia Simeone, Gianluca Benedetti, Vincenzo Di Primo. Gianluca Benedetti è allievo del corso di formazione professionale per danzatori della Scuola Professione Danza Parma, mentre Vincenzo di Primo e Silvia Simeone studiano all’estero: l’uno alla Vienna State Opera Ballet Academy, l’altra alla Tanz Akademie Zürich.

La giuria sarà composta da Julio Bocca e da Marcelo Gomes, étoile dell’American Ballet Theater premiato nel 1996, Elisabeth Platel, dell’école de l’Opéra National de Paris, Lucinda Dunn, étoile dell’Australian Ballet e premiata nel 1989, Nikolaj Tsiskaridze, direttore dell’Accademia Vaganova, Ruheng Zhao ex direttrice artistica del Balletto Nazionale Cinese, Jan Broeckx, direttore dell’Accademia di Monaco. A completare la giuria altri nomi italiani: Viviana Durante, ex étoile Royal Ballet premiata al Prix nel 1984, e Luca Masala, direttore dell’Académie Princesse Grace di Monaco. Ospite di quest’anno: Diana Vishneva.

In Inghilterra nel frattempo sono stati resi noti i candidati per i National Dance Awards, premi assegnati a inizio anno dal Critic’s Circle, i critici di danza inglesi, sulla stagione precedente. Quest’anno a contendersi i premi giovani talenti e star della danza con un’età attorno ai 50 anni, insieme a una sorprendente candidatura per un ensemble di pattinaggio sul ghiaccio.

Ecco una panoramica sulle candidature più importanti o sorprendenti. Come miglior interprete femminile grandissimi nomi si contendono il titolo: Alina Cojocaru, Alessandra Ferri, Sylvie Guillem (per il suo Tour), Rocío Molina, Marianela Nuñez; mentre tra gli interpreti maschili tre vengono dal Royal Ballet (Steven McRae, Vadim Muntagirov, Edward Watson) insieme a Tobias Batley dal Northern Ballet e Israel Galván.

Niente di nuovo per la miglior compagnia: Candoco Dance Company a parte, candidati i soliti English National Ballet, Matthew Bourne’s New Adventures e Northern Ballet; mentre per la miglior compagnia indipendente abbiamo una lista che comprende 2Faced Dance, Ballet Cymru, Company Chameleon, Rosie Kay Dance Company e Shobana Jeyasingh Dance Company. Se per la miglior coreografia di balletto era prevedibile la candidatura di McGregor per Woolf Works e di Liam Scarlett per Age of Anxiety (insieme al team di Flamencura per la Paco Peña Company, a David Bintley per The King Dances e a Kenneth Tindall per The Architect), sorprendente la nomination per la miglior coreografia modern per la compagnia Le Patin Libre, che danza, ma sul ghiaccio! È la prima volta che una compagnia di pattinaggio sul ghiaccio riceve una nomination per un premio di danza, e dovrà vedersela con Mark Baldwin, che ha creato per la Rambert Dance Company, Ben Duke (autore di Paradise Lost – lies unopened beside me per Lost Dog) e le uniche due coreografe in lizza per il titolo Crystal Pite e Rosie Kay (autrice di un forte ritratto della vita militare in 5 Soldiers).

Un 2016 che inizia con due grandi competizioni, che riserveranno grandi sorprese.

ORARI&INFO:
Prix de Lausanne 2016
31 gennaio – 7 febbraio 2016, Theatre de Beaulieu
www.prixdelausanne.org

National Dance Awards
Annuncio dei premiati il 25 gennaio 2016.

Greta Pieropan
Foto: D. Morgan, G. Batardon
www.giornaledelladanza.com

Check Also

Jacopo Tissi e Olga Smirnova insieme per il Concerto di Capodanno dalla Fenice di Venezia

Il Concerto di Capodanno della Fenice come da tradizione propone un programma musicale in due ...

Danza, fiabe e rottura degli schemi tradizionali in “Princess” di Eisa Jocson

Il 20 e 21 novembre 2019, al Teatro Massimo di Cagliari sarà in scena Princess, ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi