Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Addio a Ismael Ivo: la commozione della Biennale di Venezia

Addio a Ismael Ivo: la commozione della Biennale di Venezia

Ismael-Ivo

Ha lasciato un grande vuoto la scomparsa del coreografo e danzatore Ismael Ivo, deceduto all’età di 66 anni, per COVID, dopo un lungo ricovero in un ospedale di San Paolo del Brasile, sua città d’origine. Nato nel 1955,  dopo aver studiato recitazione e danza in Brasile, nel 1983 entra a far parte della  compagnia di Alvin Ailey a New York. Trasferitosi a Berlino nel 1985, collabora con Johann Kresnik e George Tabori. Nel 1984 istituisce con Karl Regenburger il Vienna International Dance Festival, che dirige per oltre 15 anni. Successivamente è stato Direttore del Deutsches Nationaltheater di Weimar. Dal 2005 al 2012 ha assunto la Direzione del Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia, che ha rilasciato una nota stampa in cui esprime tutta la sua commozione.

La notizia dell’improvvisa scomparsa di Ismael Ivo ha colpito profondamente la Biennale di Venezia, dove era stato Direttore del settore Danza dal 2005 al 2012. Una perdita per tutto il mondo della danza ma anche per una città come Venezia, che lo aveva amato per il suo carisma e la sua gioia di vivere, nonché per un’istituzione dove aveva contribuito a far crescere e consolidare a livello internazionale il settore Danza ─ si legge nel comunicato stampa diffuso a poche ore dalla notizia ─ A Venezia e alla Biennale Ismael Ivo aveva fatto la sua prima folgorante apparizione nel 2002 con l’assolo “Mapplethorpe”, per cui era stata programmata una replica per il grande successo di pubblico.

Nel 2005 veniva nominato Direttore del Settore Danza. Fino al 2012, nell’arco di otto anni Ismael Ivo, oltre a firmare importanti spettacoli – “Erendira”, “Illuminata” – aveva ideato Festival singolari, oltre a essere maestro di tanti giovani danzatori attraverso l’Arsenale della Danza. Proprio per i giovani artisti dell’Arsenale della Danza aveva firmato altri indimenticabili lavori: “Oxygen”, “Babilonia. Il terzo Paradiso”, “The Waste Land”, “Biblioteca del corpo”. Straordinario performer dalla potente presenza fisica, nato a San Paolo del Brasile, Ismael Ivo aveva trovato a New York e Berlino i palcoscenici della sua carriera. Alvin Ailey lo invita a New York nell’83, dove diventa membro della sua compagnia (Alvin Ailey Dance Center).

Ismael-Ivo

Poi arriverà in Europa, fermandosi a Berlino dal 1985 al 1996, dove collabora con il grande coreografo di teatrodanza tedesco Johann Kresnik e con Ushio Amagatsu, l’artista giapponese dei Sankai Juku: esperienze diverse che si fondono con le sue radici afro-brasiliane. Conosciuto in tutto il mondo, Ismael Ivo è stato artista ospite e solista in numerosi spettacoli di Johann Kresnik, George Tabori, Márcia Haydée, Yoshi Oida e Koffi Koko.

Ivo era anche un importante direttore artistico e organizzatore del mondo della danza: agli 8 anni di direzione alla Biennale Danza si aggiungono i 15 anni alla direzione artistica dell’International Tanzwochen Festival di Vienna. Il Presidente, il Direttore Generale, il Direttore del Settore Danza, il Consiglio d’Amministrazione, a nome della Biennale tutta, esprimono alla famiglia di Ismael Ivo il loro più profondo cordoglio.

Redazione

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Danzainfiera rimandato, le nuove date 24-27 febbraio 2022

Danzainfiera 2021 non si farà. La comunicazione ufficiale è sul sito della manifestazione, il più ...

Art Village Roma audizione “7 Spose per 7 Fratelli” di Luciano Cannito

SABATO 19 GIUGNO PRIMA SELEZIONE DI DANZA: Assolo a scelta durata massima 1.50 min. (escluso ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi