Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / admin (page 71)

admin

“Bentornati Italiani”: un omaggio alle identità italiane

“Bentornati Italiani”: un omaggio alle identità italiane

Andrà in scena Venerdì 29 luglio 2016, alla Valle dei Templi di Paestum, il Gala Bentornati Italiani, per la direzione artistica di Stefano Forti. Un titolo dal sapore campanilistico per un doveroso auspicio e un’incrollabile speranza: che la Cultura e l’Arte della nostra nazione siano sempre più strumento di crescita, benessere, socializzazione e di promozione del paese e dei nostri talenti. Bentornati Italiani è un omaggio alle identità italiane, in un mondo in cui tempi e distanze hanno assunto nuove dinamiche e in cui l’artista, sebbene per sua vocazione cittadino del mondo, ha bisogno di recuperare un patrimonio culturale fatto di luoghi, storia, tradizioni, sapori, colori che hanno determinato ciò che siamo oggi e di attingere dalla sua terra nuova linfa vitale, grande forza e rigogliosa creatività. Una serata evento che presenta un mix tra repertorio classico e contemporaneo interpretata con maestria ed eleganza da giovani e talentuosi artisti di raffinata bravura: Amanda Mata  (Compagnia del Teatro di Magdeburg); Marco Dalia (Theater Lüneburg); Giuseppe Ragona (Teatro di Dortmund e Hamburg Ballet); Daniele Silingardi (ENB); Giada Zanotti (prima ballerina dello Staatsoper di Hannover); Jasmine Cammarota  e Angelo Perfido (Béjart Ballet); Francesco Bax (Compagnia IckAmsterdam diretta da Emio Greco); La Padula Alessio Domenico  ...

Read More »

Danza alla Fortezza del Priamar – XI Rassegna Internazionale

Danza alla Fortezza del Priamar - XI Rassegna Internazionale

  Dal 19 al 31 luglio torna la danza alla Fortezza del Priamar di Savona che ospita anche quest’anno una rassegna che tocca, nel 2016, l’importante traguardo dell’undicesima edizione. Tre gli appuntamenti in programma, assolutamente variegati tra loro per stile e discipline. Apre la rassegna martedì 19 Luglio la Compagnia JAS ART BALLET con un divertente e spiritoso balletto “Il mantello di pelle di drago” che vede la partecipazione dell’étoile Sabrina Brazzo, nel brillante ruolo di ‘Fata Regina’, protagonista carismatica accanto ad Andrea Volpintesta, suo partner storico. Il lavoro è firmato da Massimiliano Volpini, coreografo scaligero che ha recentemente debuttato al Teatro Alla Scala con una nuova coreografia creata per Roberto Bolle. Lo spettacolo immaginifico e fiabesco è incentrato sulla presenza di Sabrina Brazzo, spiritosa Fata Regina, affiancata da Andrea Volpintesta nel ruolo del Diavolo; tutto attorno un folto stuolo di folletti, spiritelli e personaggi abbigliati dai fantasiosi costumi in pelle, di Erika Carretta. La rassegna ospita poi un appuntamento internazionale dedicato ai molti appassionati del genere. La COMPAGNIA BUENOS AIRES TANGO presenta Domenica 24 luglio TANGO, historias de amor. La musica dal vivo è il supporto di una serata dove ballerini e musicisti ci conducono in un viaggio attraverso i sobborghi ...

Read More »

Francesco Costa, demi-solista al Wiener Staatsballet [ESCLUSIVA]

La sera del 26 giugno 2016, al termine del “Gala Nureyev”, il danzatore italiano Francesco Costa ha ricevuto la nomina a demi-Solista presso il prestigioso Balletto di Stato di Vienna alla Wiener Staatsoper

La sera del 26 giugno 2016, al termine del “Gala Nureyev”, il danzatore italiano Francesco Costa ha ricevuto la nomina a demi-Solista presso il prestigioso Balletto di Stato di Vienna alla Wiener Staatsoper, dalle mani del direttore del Corpo di Ballo Manuel Legris (già étoile del Balletto dell’Opera di Parigi) e alla presenza del direttore generale dell’Opera Dominique Meyer. Francesco Costa è nato a Lecce, ha studiato e si è diplomato brillantemente nel 2011 alla Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione della signora Paola Iorio. Carissimo Francesco, per iniziare sono d’obbligo le felicitazioni per la tua nomina a demi-Solista… uno splendido obiettivo e un vanto per i nostri giovani danzatori italiani nel mondo. Tu arrivi dalla bellissima città pugliese, Lecce, come ti sei avvicinato alla danza e qual è stato il tuo percorso artistico che ti ha portato al diploma alla Scuola di danza dell’Opera di Roma? È iniziato tutto sedici anni fa quando ero in cerca di un’attività fisica, in cima ai miei pensieri c’erano le arti marziali però mia sorella Marinella, mi propose di provare una lezione di danza, nella scuola dove lei era finita per caso a lavorare. Iniziai con l’hip hop ...

Read More »

Teatro San Carlo: lo spettacolo di fine anno della Scuola di Ballo diretta da Stéphane Fournial

Teatro San Carlo: lo spettacolo di fine anno della Scuola di Ballo diretta da Stéphane Fournial

Giovedì 30 giugno 2016 ore 20.30 il palcoscenico del Massimo napoletano ospita lo spettacolo di fine anno degli allievi della Scuola di Ballo, la più antica d’Italia e tra le prime in Europa, alla cui guida, dopo Anna Razzi, dall’ ottobre 2015 si è insediato Stéphane Fournial, Cavaliere delle Arti e delle Lettere titolo conferito dal Ministro della Cultura Francese Frédéric Mitterrand, apprezzato per le innumerevoli esperienze internazionali. Lo spettacolo di quest’anno, come spiega il direttore Fournial, pur rimanendo saldamente ancorato alle proprie radici classiche e alla forte tradizione della scuola, intende offrire uno sguardo a 360 gradi sullo studio della danza, con un approccio dinamico e serrato, che permetterà agli allievi di essere sempre in palcoscenico e di iniziare le coreografie dei passi scelti, quasi senza soluzione di continuità. Lo spettacolo di fine anno della Scuola di Ballo – afferma il direttore – una tradizione che si innesta nella contemporaneità e in questa si evolve, mirando a valorizzare sempre più il lavoro svolto durante l’anno da tutte le classi della scuola, dai più piccoli ai più grandi, quasi sempre presenti in palcoscenico. Il format dello spettacolo è stato ripensato per creare un ponte ideale tra la precedente concezione di saggio e uno spettacolo ...

Read More »

 Al via il Festival del Tango a Trani

Viaggio con la Danza

L’edizione 2016 del Festival del Tango a Trani sarà la più importante con maestri di altissimo livello e di caratura internazionale. Miguel Angel Zotto, eletto tra i più grandi ballerini di tango di tutti i tempi, è il punto di riferimento del “Festival del Tango” di Trani che quest’anno giunge alla sua quarta edizione e che si terrà dal 14 al 17 luglio. Il legame tra il tango e la città di Trani è consolidato, la Puglia del resto è la terra che ha dato i natali agli antenati di Astor Piazzolla, riformatore del tango e strumentista d’avanguardia, considerato il musicista più importante del XX secolo. La città di Trani ben si coniuga con questo tipo di danza “popolare”, oggi diventata il sinonimo dell’eleganza. Il Festival del Tango si tiene tra il prestigioso Palazzo San Giorgio, che affaccia sul porto turistico, e il piazzale della Cattedrale di Trani. La prima novità di questa nuova edizione che salta subito agli occhi guardando il programma sul sito www.festivaldeltangotrani.it è la sua durata. L’evento, infatti, dura quattro giorni, tutti di lezioni, con l’intento futuro di far durare il Festival un’intera settimana. Non mancheranno le milonghe e gli spettacoli serali. Ad accompagnare gli ospiti ...

Read More »

Dalla coreografia di Matteo Levaggi arriva al cinema SEXXX, il film che ha conquistato Madonna

Dalla coreografia di Matteo Levaggi arriva al cinema SEXXX, il film che ha conquistato Madonna

È una sera di novembre quando il regista Davide Ferrario si reca alla Lavanderia a Vapore di Collegno, edificio ottocentesco poco lontano da Rivoli adibito un tempo al lavaggio dei panni del Regio Manicomio e ora centro d’eccellenza della danza. Sta per assistere a SEXXX, lo spettacolo di Matteo Levaggi messo in scena dal Balletto Teatro di Torino, e ne rimarrà talmente colpito da decidere di farne un film. In questa occasione, quindi, il fruttuoso rapporto tra Danza e Cinema ha portato a dei risultati ancora più importanti. È ormai usuale la circostanza di potere assistere a balletti del repertorio classico e moderno trasmessi in diretta o in differita al cinema. In questo caso, però, non si tratta di una mera trasmissione ma dal balletto è stato tratto un vero e proprio film, pronto ad essere diffuso sul grande schermo. Come sempre accade per le opere di Ferrario,  SEXXX non è solo la documentazione di quanto il regista osserva quella sera. La messa in scena della coreografia per il cinema – realizzata con montaggio e punti di vista insoliti per la videodanza tradizionale e con una colonna sonora che contempla David Bowie, Ultravox, Giorgio Canali, The Longcut, Ooioo e Massimo Zamboni mentre la musica originale per il balletto è di Bruno ...

Read More »

Maximiliano Guerra, eccellenza della danza [ESCLUSIVA]

Maximiliano Guerra è nato in Argentina, ha studiato all’Istituto delle Arti del Teatro Colón di Buenos Aires con Wasil Tupin, Mercedes Serrano, Leandro Regueiro e, all’estero, con Woitek Lowsky e Stanley Williams. Dopo aver danzato con il Balletto del Teatro Argentino di La Plata e con la Teresa Carreno Foundation in Venezuela, nel 1985 entra a far parte della Compagnia del Teatro Colón di Buenos Aires. Nel 1988 inizia la sua carriera internazionale, con l’invito di John Clifford a partecipare con il Los Angeles Ballet a una lunga tournée negli Stati Uniti. Nello stesso anno, invitato da Peter Schaufuss, entra a far parte dell’English National Ballet come Principal Dancer e, un anno più tardi, è nominato Senior Principal Dancer. Nel 1991 passa come Primo ballerino alla Deutsche Oper di Berlino. E nello stesso anno, invitato dal Teatro dell’Opera di Novosibirsk, danza “Spartacus” di Jurij Grigorovic, diventando il primo ballerino non sovietico a interpretare questa produzione. Il 1992 segna l’inizio della sua straordinaria carriera come ospite delle più prestigiose compagnie del mondo. Partecipa, inoltre, a una tournée del Kirov negli Stati Uniti e inizia una lunga collaborazione con il Teatro alla Scala di cui è stato “Primo ballerino ospite principale”. Nella ...

Read More »

Decretati i vincitori del GD AWARDS 2016

  Nel giorno del suo sesto compleanno, il giornaledelladanza.com è lieto di annunciare i risultati delle votazioni dell’edizione 2016 del GD AWARDS, concorso interattivo ideato e promosso dal giornaledelladanza.com diretto da Sara Zuccari. I vincitori sono stati decretati dagli stessi lettori attraverso il loro voto online tra tre candidati, suddivisi in categorie e prescelti dalla giuria del giornaledelladanza.com presieduta dal direttore Sara Zuccari e formata da: Sara Zuccari (Presidente di giuria) Alberto Testa (Presidente onorario) Emilio Carelli (Consulente editoriale) Lorena Coppola Leonilde Zuccari Greta Pieropan Valentina Clemente Stefania Napoli Michele Olivieri Marco Argentina Massimiliano Raso I vincitori dell’edizione 2016 sono: CATEGORIA MIGLIOR INTERPRETE MARIANELA NUÑEZ con una percentuale di 59%, per un totale di 132 voti su 222 votanti     CATEGORIA COREOGRAFO MICHELE MEROLA con una percentuale di 61%, per un totale di 118 voti su 192 votanti     CATEGORIA COMPAGNIA DI DANZA ITALIANA BALLETTO DEL SUD con una percentuale di 62%, per un totale di 180 voti su 292 votanti     CATEGORIA COMPAGNIA DI DANZA STRANIERA COMPAÑIA NACIONAL DE DANZA DE ESPAÑA con una percentuale di 61%, per un totale di 137 voti su 224 votanti     CATEGORIA GIOVANI TALENTI TIMOFEIJ ADRIANSHENKO con una percentuale di ...

Read More »

Il Teatro San Carlo di Napoli ricorda William Shakespeare con “Romeo e Giulietta”

Il Teatro San Carlo di Napoli ricorda William Shakespeare con “Romeo e Giuletta”

  In occasione delle celebrazioni per i 400 anni dalla morte di  William  Shakespeare  (1564-1616),  il Teatro San Carlo di Napoli ha vluto ricordare il drammaturgo inglese con un  titolo  tra  i  più  famosi  e  imperituri della sua produzione. Per la prima volta al Teatro di San Carlo, martedì 21 giugno 2016 ore 20.30 e in replica fino  a martedì  28  giugno,  per  successive  6  recite, il  balletto Romeo  e  Giulietta, su musica  di Sergej  Prokof’ev (1891 – 1953),  con  la  coreografia  di Mikhail  Lavrovskij da Leonid Lavrovskij (1905 – 1967), allestimento del Teatro dell’Opera di Roma. Protagonisti,  nei  panni  dei  due  giovani  e  sfortunati  amanti, Leonid  Sarafanov e Olesja Novikova (21, 23, 24 e 26 giugno) e Alessandro Macario e Anbeta Toromani. Sarafanov è il primo solista del Balletto del Teatro Mikhailovskij di San Pietroburgo e vincitore di numerosi concorsi internazionali tra cui concorso Internazionale di danza “Rudolf Nureyev” (Budapest, 2000); la Novikova, formatasi presso l’Accademia Vaganova, vincitrice della Vaganova-Prix Ballet Dancers è sempre solista del Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Accanto a loro i solisti e il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, preparati dal  Maitre  de  Ballet Lienz  Chang e  accompagnati  dall’Orchestra  Stabile  diretta  da ...

Read More »

Storia della danza. Alla riscoperta dei balletti dimenticati. Di Flavia Pappacena

  Paul et Virginie di Pierre Gardel (Parigi, Opéra, 24 giugno 1806)   Paul et Virginie (Paolo e Virginia), è un “ballet pantomime” composto da Pierre Gardel su musica di Rodolphe Kreutzer. Diviso in tre atti e 27 scene, il balletto è ispirato all’omonimo romanzo di Jacques-Henri Bernardin de Saint-Pierre, che, pubblicato nel 1787, aveva riscosso grande successo divenendo una delle più riuscite interpretazioni letterarie del mito del “buon selvaggio”. Il balletto, ambientato nelle isole africane Mauritius, ha come protagonisti due ragazzi francesi nati e cresciuti nell’isola. Sia i ragazzi che le madri, a contatto con la semplicità e l’innocenza della popolazione indigena, profondono su coloro con cui entrano in contatto un altruismo caritatevole in grado di contagiare anche gli animi più duri e di annullare tutte le differenze sociali imposte dalla cultura occidentale. Questo aspetto è evidenziato anche nelle danze quali il Bamboula accompagnato da tamtam e triangolo, cui partecipano indistintamente gli indigeni e i ragazzi europei. Secondo le prassi più diffuse nel Settecento e nel primo Ottocento, nella riduzione in balletto la storia di Paolo e Virginia subì alcune modifiche ideate per offrire spettacolarità e gioiosità al balletto. Tra queste, il lieto finale in cui la tragica morte ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi