Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Bolzano, la danza, le étoiles: il programma della nuova edizione di Bolzano Danza

Bolzano, la danza, le étoiles: il programma della nuova edizione di Bolzano Danza

alessandraferri-hermancornejo-foto-lchilczu_

Si annuncia un’estate di grande danza a Bolzano, per l’edizione 2015 di Bolzano Danza, festival che riunisce sia grandi nomi nazionali e internazionali, sia coreografi emergenti con il circuito Anticorpi Explo. 

A inaugurare la rassegna il 13 luglio alle 21.00 al Teatro Comunale di Bolzano, proprio una compagnia che unisce talento italiano e internazionale: il Ballet de l’Opéra Nationale du Rhin, diretto dal ballerino e coreografo Ivan Cavallari, originario proprio di Bolzano, già Primo ballerino allo Stuttgarter Ballett. La serata, che porta il titolo di Silk, è un omaggio a lui, che presenta la sua recente coreografia Ombra leggera, un passo a due ispirato all’aria dell’opera Dinorah di Giacomo Meyerbeer interpretata da Maria Callas. Lo affiancano la canadese Aszure Barton che firma Untouched, un’esplosione di ritmo e contrattempi, il tedesco Stephan Thoss, autore di un Boléro-girotondo per sei “signore” e Benjamin Millepied con Without, un gioco di coppie e solitudini su musica dell’amato Chopin.

Un’altra grande ospite proprio la sera successiva, ma al Teatro Studio di Bolzano, Carolyn Carlson presenta il trittico Short Stories, che comprende il poetico passo a due All that falls, in prima nazionale, che apre la serata. Segue il mitico assolo del 1973 Density 21.5, ricostruito per la danzatrice Isida Micani; chiude la serata Mandala, brano ipnotico accompagnato da Weather parts 3 & 1 di Michael Gordon e interpretato dall’italiana Sara Orselli, che trova la sua ispirazione nell’ensō: il cerchio della calligrafia giapponese che simboleggia l’illuminazione, la forza, l’universo.

Il 16 luglio, primo appuntamento con AnticorpiExplo: sempre al Teatro Studio, alle 20 va in scena l’ironico e coinvolgente (nel senso che coinvolge davvero il pubblico) Tame Game di Moreno Solinas, coreografo formatosi alla London Contemporary Dance School e giovane artista “associato” a The Place di Londra, che qui esplora la congenita tendenza a intrometterci negli affari degli altri. Alle 21 invece in scena al Comunale una prima assoluta firmata Olivier Dubois,attuale direttore del Centre Chorégraphique national di Roubaix/Ballet du Nord: Les mémories d’un seigneur ou l’homme disparu, coreografia dall’argomento ancora top secret creata per il danzatore Sébastien Perrault e per 40 uomini non professionisti selezionati tramite workshop.

Il festival non dimentica i giovani spettatori, coinvolgendoli il 18 alle 17.30 al Teatro Studio in una prima nazionale: Pop up della compagnia francese Ecart, che è un racconto danzato dentro a un grande libro tridimensionale.

Ancora allo Studio il 20 alle ore 21 per la prima nazionale di La traversée, coreografia per tre danzatrici e proposta in coppia con Le cri, passo a due, entrambe di Nacera Belaza, artista algerina cresciuta in Francia, che si fa portatrice di coreografie che annientino le differenze culturali.

Invertiamo l’appuntamento: alle 20 del 21 invece sempre allo Studio, il penultimo spettacolo di Anticorpi Explo, la coreografia Europa della giovane marchigiana Mara Cassiani: un assolo che indaga il tema della nascita e il bisogno di sentirsi meno soli in uno spazio sterminato. Europa, infatti, è il nome della sesta luna del pianeta Giove, l’unico del sistema solare in cui si ipotizza possa esserci vita. L’ultimo evento Anticorpi indaga invece la tecnologia: il 23 luglio sempre alle 20 al Teatro Studio in scena Into another body di Anastasia Kostner in collaborazione con il videomaker Maarten van der Glas con cui sperimenta nuovi software per rilevare il movimento e di riprodurlo bidimensionalmente.

Il 21 luglio alle 21 al Comunale la prima nazionale di Tenir le temps di Rachid Ouramdane, franco-algerino per la prima volta a Bolzano Danza con un lavoro sull’urgenza della saturazione del mondo interpretata da sedici danzatori.

Il 22 e 23 luglio un duo pluripremiato: il 22 alle 21 allo Studio il coreografo israeliano Roy Assaf, segnlatosi con Six years later, gioiello coreografico, che presenta proprio a Bolzano, e per la creazione nata per la L.A. Dance Project II Acts For the Blind, che non porta a Bolzano, a favore di una prima nazionale, quella di Girls, nuovo lavoro per un quintetto femminile ispirato al rito sacrificale della Sagra della Primavera. Il 23 luglio al Comunale l’evento da non perdere: un duo di ballerini perfetti, dal carisma e dalla tecnica invidiabili e ipnotici: Alessandra Ferri e Herman Cornejo, protagonisti del nuovo progetto artistico Evolution che li vede protagonisti insieme a Tobin Del Cuore (interprete per la Hubbard Street Dance e per Mark Morris Dance Group), Craig Hall (Solista del New York City Ballet), e Daniel Proietto (danzatore prediletto di Russell Maliphant);  autori internazionali –ancora segreti- firmeranno le creazioni originali per la serata.

Il 24 luglio alle 21 allo Studio un altro bel talento italiano, coreografico e anche interpretativo in alcuni casi: Cristina Rizzo, che a Bolzano porta BoleroEffect (Rapsodia_the long version) e il progetto performativo Techno Casa Plus, il primo una coreografia al femminile sulla possibilità di scrollarsi di dosso il peso della compostezza, possibilità data anche agli spettatori con il dj set che continua anche alla fine dello spettacolo.

Si chiude il festival a ritmo di flamenco alle 21 del 25 luglio al Comunale, con la prima nazionale di Afectos di Rocio Molina, nuova rappresentante femminile del flamenco, quello allo stato puro, che incarna una riflessione sulla lotta alla sopravvivenza e il superamento del dolore attraverso il piacere.

Se a un programma così aggiungiamo anche i workshop di discipline diverse, Bolzano deve per forza essere una meta della vostra estate.

ORARI&INFO:

Bolzano Danza Festival

Dal 13 al 25 luglio, orari differenti

Presso il Teatro Comunale di Bolzano

Piazza Giuseppe Verdi, 1

e il Teatro Studio di Bolzano

Piazza Verdi 40

Info: www.bolzanodanza.it

Greta Pieropan

Foto: Chilczuk, Laurent Paillier

www.giornaledelladanza.com

Check Also

Confermata da XVII edizione di “Hangarfest”

Dopo un periodo di incertezze causate dall’emergenza covid-19, la XVII edizione di Hangartfest, festival di ...

Audizione Marcel Leemann Physical Dance Theater – Svizzera

Audizione Marcel Leemann Physical Dance Theater   Dal 25 . 06 . 2020 al 18 ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi