Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News (page 847)

News

Claudio Malangone: “la danza attraverso il controllo del movimento nel tempo e nello spazio genera armonia”

 Claudio Malangone, direttore della compagnia Borderline Danza, il significato di questo nome… Borderline come tentativo di modificare continuamente quella linea di confine tra il teatro, la danza, le arti visive. Il concetto borderline è alla base della mia continua ricerca artistica. Tu sei uno psichiatra, secondo te la danza è anch’essa un confine sottile fra vari stati della coscienza? La danza attraverso il controllo del movimento nel tempo e nello spazio genera armonia (non so se così ho risposto, ma è quanto sento quando danzo). Hai lavorato con Carolyn Carlson, Beatrice Libonati, Matilde Monnier, Birgit Cullberg, Nina Watt, Doris Rudko, Alice Condodina, Simona Bucci, Andrè Peck, Roberta Garrison e soprattutto con Susanne Linke, credi di averne assimilato lo stile? Più che averne assimilato lo stile (che è qualcosa di personale e difficilmente riproducibile da altri), ho imparato un metodo più analitico di pensare al e con il corpo. La mia linea di pensiero mi piace (in maniera ardua) considerarla in sintonia con questi autori, grandi, da te citati. Per l’appunto Susanne Linke (con la quale ho lavorato come danzatore per un certo periodo di tempo), la cui influenza ha senza dubbio cambiato il mio modo di pensare e praticare la ...

Read More »

Al Museo di Arte Contemporanea di Lyon la TBDCompany omaggia Trisha Brown

Trisha Brown ha iniziato la sua carriera nel fermento della danza postmoderna degli anni Sessanta. È arrivata a essere conosciuta anche come prolifica visual artist  e le sue opere sono state esposte in gallerie e musei di tutto il mondo. Il Museo di Arte Contemporanea di Lyon offrirà una mappa di più di tre decadi di opere e video a partire dalle sue prime performance. Qui, infatti, il 9 e l’11 settembre, la TBDCompany presenterà alcuni Early Works. Il primo e più importante lavoro sarà  Planes, del 1968, che include un video di Jud Yalkut e la soundtrack di Simone Forti, seguiranno poi Leaning Duets, Falling Duets, Figure Eight, Spanish Dance e Accumulation all’interno del museo e Spiral e Raft Piece negli spazi esterni. L’exhibition acts nasce in accordo con la Biennale de la Danse (9/9-3/10) che ospiterà inoltre la Trisha Brown Nights il 14 e il 15 di settembre (Transbordeur, ore 20.30). Il progetto è organizzato in cooperazione con il  Walker Art Center of Minneapolis che già nel 2008 ha promosso The Year of Trisha, una fusione senza soluzione di continuità fra la sua dimensione di artista visuale e di coreografa, un anno di eventi che ha portato il ...

Read More »

Il Vancouver City Dance Theatre presenta “Dali Universe”

Un artista non é colui che è ispirato, ma colui che ispira gli altri. (Salvador Domingo Felipe Jacinto Dalì) Il 16 settembre al Vancouver Playhouse Theatre la nuova compagnia Vancouver City Dance Theatre diretta da Roberta Baseggio ed Enrico Sorrentino inaugurerà la sua prima stagione artistica con Dali Universe, una produzione originalissima di ambientazione surrealista ispirata all’opera di Salvador Dalì. La compagnia è formata dai  principal dancers del National Ballet of Canada Sonia Rodriguez e Piotr Stanczyk e da un cast di attori e danzatori provenienti da ogni parte del mondo. Roberta Baseggio, direttore artistico della compagnia, ha una vasta formazione e,   prima di trasferirsi in Canada, ha danzato con molte compagnie in Italia, fra cui la e Filarmonica di Verona, il Teatro dell’Opera di Roma ed il Comunale di Firenze.  Vancouver, secondo le sue stesse parole, ha un grande potenziale ed è un luogo ideale per una compagnia che unisce balletto di repertorio e danza contemporanea in una struttura artistica completamente innovativa basata sull’ausilio della nuova tecnologia digitale. Lo spettacolo infatti include anche strumenti multimediali di allestimento scenico. I costumi e le scenografie sono firmati rispettivamente da Carmela Lacerrenza e Italo Grassi, il disegno luci da Itai Erdal. Si ...

Read More »

“Corpi Urbani” il Festival di Danza nei Paesaggi Urbani dal 9 settembre a Genova

Dal 9 all’11 settembre a Genova e il 12 settembre a Finale Ligure, Corpi Urbani/Urban Bodies – Festival Internazionale di Danza nei Paesaggi Urbani, propone creazioni e performance di compagnie italiane e straniere, in un panorama variegato di forme e linguaggi del corpo, per un totale di 19 spettacoli gratuiti e 36 artisti. Ideato e organizzato dall’Associazione ARTU (Arti per la Rinascita e la Trasformazione Urbana) e giunto all’ottava edizione, il festival valorizza lo spazio urbano e invita alla scoperta del territorio attraverso l’arte della danza contemporanea, convogliando la memoria storica dei luoghi a una nuova visione. Voglia di crescita continua, messa in discussione, sguardo vigile sul territorio e attento a ciò che succede altrove sono sempre state le costanti di un festival che non si lascia sopraffare dalle difficoltà, non si abbandona al qualunquismo, ma ricerca l’originalità e la genuinità delle proposte e si rafforza per la qualità e la professionalità messe in campo. Quest’anno c’è però bisogno di concentrare, sia nel senso proprio del termine di ridurre e condensare, sia nel senso più figurativo di focalizzare, circoscrivere mentalmente. Per questo i focus, piccole lenti di ingrandimento che consentono di osservare le diverse proposte artistiche: la Spagna, il Mediterraneo, ...

Read More »

Al via la terza edizione del Cremona Danza-Stage Internazionale di Danza

Nel cuore della Pianura Padana, a Cremona, a pochi passi dalle rive del fiume Po, dal 7 al 12 settembre si terrà il Cremona Danza-Stage Internazionale di Danza, un evento pensato per offrire ai giovani allievi la possibilità di frequentare un’ampia varietà di laboratori di danza e di discipline relative al movimento corporeo. «Vogliamo pensare alla danza come ad una città che si costruisce dentro ogni danzatore, una città che vibra, pulsa, emoziona, che sappia cogliere il messaggio creativo e la vitale essenza creativa dell’arte tersicorea». Queste le parole dei membri del Coordinamento Danza Cremona che, con il patrocinio del Comune di Cremona, la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia del Comune di Cremona, la Fondazione Teatro Ponchielli di Cremona e l’Associazione Giorgia e Revelés, hanno organizzato l’evento. Tantissime dunque le discipline che durante la sei giorni saranno a disposizione degli allievi, si potrà infatti spaziare dal classico all’hip hop, dal modern alla danza contemporanea, il flamenco, le danze popolari, le danze israeliane e quelle tzigane, la contact improvisation e la danceability. Quest’ultime, che rappresentano la vera novità di questa terza edizione del Cremona Danza-Stage Internazionale, sono due discipline se vogliamo, anche complementari. La danceability si basa infatti sui ...

Read More »

Micha Van Hoecke è il nuovo Direttore del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma

Danzatore, coreografo, attore, regista. Una vita sempre a servizio della danza e dell’arte, ricca di grandi incontri e collaborazioni, come quelle con Roland Petit e Maurice Bejart. Il nuovo Direttore del Teatro dell’Opera di Roma si racconta al giornaledelladanza.com. Danzatore, coreografo, attore e regista. Lei da bambino cosa avrebbe voluto fare? Io provengo da una famiglia di artisti, mio padre era un pittore, mia madre, di origine russa, era invece una cantante, ed avevo anche una zia ballerina, si può dire che sono cresciuto quindi a pane ed arte. Quando da bambino ho iniziato a fare danza insieme a mia sorella gemella Martina ero però abbastanza ribelle, mi chiudevo in bagno perchè non volevo andare a lezione di classico. Alquanto insolito per uno che come Lei ha poi fatto della danza la sua vita. Sì, in effetti può sembrare strano ma vede, da bambino, il mondo dell’Opera di Parigi in cui sono cresciuto,  mi sembrava un ambiente borghese e lezioso, poi crescendo ed avendo modo di frequentare i ballerini mi sono ricreduto ed anzi mi sono lasciato completamente affascinare. E la sua famiglia? Che ruolo ha giocato? Mia madre sognava per me un futuro da danzatore oppure da direttore d’orchestra ...

Read More »

Les Ballets de Monte-Carlo in scena alla Biennale de la Danse di Lione con Le Sacre du Printemps

 Una serata imperdibile nella programmazione della quattordicesima Biennale de la Danse di Lione. Les Ballets de Monte-Carlo porteranno in scena la Sacre du Printemps e Altro Canto del coreografo Jean-Christophe Maillot.  La prima parte si ispira chiaramente al balletto di Nižinskij, rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1913 al Theatre des Champs-Elysées dai Ballets Russes di Djaghilev, su musica di Igor Stravinskij. Fu una vera rivoluzione, la pièce è diventata l’opera emblema dei fermenti della modernità nella danza.  “Si può affermare con una certa sicurezza che le radici del così detto balletto moderno siano da ricercare nell’esperienza rivoluzionaria e nella portata innovativa dei Ballets Russes”. (A. Pontremoli, Storia della Danza, p.145)  Jean-Christophe Maillot, l’attuale direttore dei Ballets de Monte-Carlo marca la forte e contrastata personalità dei quarantacinque danzatori in scena. La coreografia di  Nižinskij è stilizzata nella forma di tableaux della Russia pagana, dipinta con intensi movimenti di gruppo e costumi sontuosi.  Altro Canto Part I è una danza senza tempo, una sorta di astrazione visuale nella quale i ventidue danzatori sussurrano con la poesia del corpo la sua sacralità.  INFO & ORARI  10, 11 e 14 settembre, ore 20.30 13 settembre, ore 19.30 Maison de la Danse ...

Read More »

Il Ballett National de Marseille al Festival “Benevento Città Spettacolo”

Il 7 settembre al Teatro Romano di Benevento, nell’ambito del Festival “Benevento Città Spettacolo”, il Ballett National de Marseille diretto da Frédéric Flamand andrà in scena con il trittico: Tattoo – Somewhere – Sextet. Fondato nel 1972 da Roland Petit, il Ballet National de Marseille fa parte delle grandi compagnie di fama internazionale. Nel 1992 la nascita dell’École Nationale Supériore de Marseille e la costruzione di un edificio di 6000 m² (nuovi studios), che accolgono sia il balletto che l’École, hanno conferito alla compagnia una vastissima dimensione. La scuola accoglie in media ogni anno 120 giovani allievi e li prepara in nove anni alla danza professionista, mentre la compagnia è formata stabilmente da 35 ballerini. Il Balletto e la scuola iniziano un nuovo corso nel 1998 con la nomina di Marie-Claude Pietragalla a Direttore Generale. Nel 2004 la Direzione Generale del Balletto e dell’École Nationale Supérieure de Danse viene accolta da Frédéric Flamand, nominato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione, dalla Città di Marseille e dalla Regione Provence- Alpes-Cote d’Azur. Il Balletto da questo momento muove la propria attività verso una concreta apertura di spirito che va oltre la tradizionale divisione tra danza classica e danza contemporanea. La memoria, ...

Read More »

La magica vita dell’étoile Oriella Dorella

Oriella Dorella si forma presso la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano, ha interpretato i balletti più importanti ed ogni tanto si è concessa qualche partecipazione televisiva nei programmi più importanti. L’abbiamo raggiunta telefonicamente nella sua casa e sentite cosa ci ha raccontato… Il Suo rapporto con la danza? Meraviglioso! La danza è la mia vita, la mia cultura, la mia formazione privata e professionale, è l’arte che mi ha insegnato la disciplina, la precisione, il lavoro mentale, il sogno! Credo che una cosa più bella nella mia vita non sarebbe potuta accadere. Quando nasce per Oriella Dorella la voglia di ballare? Penso di esser nata così, con la voglia di ballare. Ricordo che da piccolissima trascorrevo le vacanze nella casa di mia nonna che aveva una grande aia dove io ballavo sempre. Le confido un’altra cosa…rubavo gli zoccoli di mio zio Battista, perché così, avendo quelle scarpe col legno sotto, potevo mettermi sulle punte. I sacrifici che richiede la vita di un ballerino Più di tutti, per quello che mi riguarda, il sacrificio l’ho riscontrato nella perdita del periodo spensierato della fanciullezza. Quando i miei amici andavano al mare io invece ero in teatro a fare ...

Read More »

Alberto Testa risponde alla dichiarazione della Sig.ra Ambrosoli riguardo alla “maternità” del Premio Positano

Renata Ambrosoli, per altro dichiaratasi sempre amica, ha voluto af­fermare con messaggio non veritiero, increscioso, oltre che ingeneroso. Il “Premio Positano Léonide Massine per l’Arte della Danza”, denominazione di mia creazione, è nato per sua semplice segnalazione, La predetta Signora, organizzatrice di vaglia ma del tutto fuori da ogni competenza teatrale relativa alla danza, dopo aver organizzato nel 1964 un Premio scarpetta d’argento”, morto dopo Una sola edizione,  venne da me per suggerirmi che sarebbe stato opportuno  un Premio Positano per la danza.  Accettai l’idea ma che tale rimase nei riguardi della Sig.ra Ambrosoli.  Mi misi al lavoro e creai di mio pugno subito le singole motivazioni secondo le categorie dei premiati dal 1969.  L’Ambrosoli si occupava dell’organizzazione (altra cosa della direzione artistica, sia ben chiaro) in loco (alberghi, pasti, fiorai, ecc.), io nella ricerca dei premiati, all’ossatura del premio, ai programmi delle varie edizioni, se mi è permesso, alla sua Anima.  Nei primi anni Novanta l’Ambrosoli fu estromessa dal direttore dell’Azienda: il mai abbastanza rimpianto Luca Vespoli. Rimasi, per mia fortuna, solo; ne fanno fede i programmi, un libro, bellissimo su Positano e fui io ad ottenere la Targa d’Argento e il premio di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi