Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Jiří Kylián: vita e carriera del celebre coreografo della danza internazionale

Jiří Kylián: vita e carriera del celebre coreografo della danza internazionale

 

Jiří Kylián è tra i più celebri ed influenti coreografi del dopoguerra. Nasce a Praga il  21 marzo del 1947. Kylian studia danza nella sua città d’origine, frequentando lezioni di danza classica, danza moderna, folk e jazz, e studiando parallelamente al conservatorio. A vent’anni, vince una borsa di studio alla Royal Ballett di Londra. Questo getta le basi a Jiri Kylian di costruirsi sin da subito un promettente futuro creativo. Debutta quindi al Nederlands Dans Theater e diventa prima co-direttore artistico e poi unico della compagine maggiore d’Olanda.

Appena trentenne Jiří Kylián scrive il proprio nome tra i grandi della danza e del balletto del Novecento, coreografando in giro per il mondo

Nel 2008 la Regina Beatrice dei Paesi Bassi gli conferisce la prestigiosa medaglia d’onore per l’arte e la scienza, coronando un rapporto senza tempo tra il coreografo di Praga ed i diciassette milioni di abitanti dei Paesi Bassi. Per ben due volte Jiří Kylián consegue il prestigioso “Prix Benois de la Danse” nel 1993 e nel 1999 in qualità di coreografo. Sublime è il suo omaggio a Wolfgang Amadeus Mozart del “Petite Mort“, composta per il Salzburg Festival del 1991 per il bicentenario dalla morte del compositore di Salisburgo. Il corpo di ballo era formato da sei uomini e sei donne e le coreografie erano divise tra loro da altrettante pellicole con la cornice preziosa degli spartiti del Piano Concerto in A Maggiore, l’Adagio ed il Piano Concerto in C Maggiore con Andante conclusivo. Questa rappresentazione rende Jiri Kylian tra i coreografi più ricercati.

Il suo stile è noto per la sua ricerca continua di esplorazione dei limiti, delle capacità dello spazio, della flessibilità del corpo, e per il suo sottile umorismo

Per Kylian è fondamentale il movimento, interpretato liberamente, ma pur sempre legato a uno stile solido. Si può notare, infatti, la purezza della danza su cui egli carica emozioni e tradizioni popolari. Nel 1991 crea la propria compagnia di ballo, Nederlands III, che accoglie ballerini sopra i quarant’anni con cui debutta in Obscure Temptation su musica di Jonh Cage.

I principali lavori di Jiří Kylián includono Forgotten Land, nel 1981

Qui esplora memorie, eventi e persone che col passare del tempo furono dimenticate e di coloro che, a volte, avevano cercato invano di recuperarle per portarle al loro antico splendore. L’opera è ispirata da un quadro dell’artista espressionista norvegese Edvard Munch, che ritrae bagnanti sulla spiaggia. Il lavoro consiste principalmente in passi a due, nei quali i ballerini si muovono con le braccia tese, come se stessero cercando di raggiungere qualcosa. I ballerini inarcano le loro schiene dando molta espressività alle coreografie, che riflettono sia la musica sia l’alone inquietante che pervade dal quadro di Munch. Kylián ritrova patrie perdute, gli amanti ed i tempi che ha perso. Si trovano infatti passi a due molto violenti. L’opera si conclude come un grande insieme in cui le donne rimangono sulla riva, mentre allungano nuovamente le braccia come degli uccelli che vogliono, ma non riescono a volare.

Falling Angels fa parte dei balletti Bianco e Nero, pensati e creati nel 1989

A interpretarli otto ballerine bianche vestite in calzamaglia nera. La musica è eseguita con batterie e percussioni, ed è basata su in rituale cerimoniale del Ghana. Falling Angels di Jiri Kilian raffigura ballerine intente a raggiungere la perfezione. L’intento è messo in difficoltà da stati della psiche alterati e dal presentarsi di sentimenti e mutamenti fisici come possono essere l’ambizione, la seduzione, la gravidanza, la nascita, la morte, la consapevolezza di sé. Tutte queste situazioni allontanano il ballerino dalla ‘purezza’ della danza. Kylián è stato influenzato dal surrealismo  e dal minimalismo, durante la creazione di questo lavoro. In questo balletto vediamo la combinazione di linee classiche e movimenti taglienti danno imprevedibilità alla coreografia nel suo complesso.

I balletti più importanti di Jiří Kylián

Transfigured night (1975), Symphony in D (1976), Sinfonietta (1978), Simphony of Psalms (1978), Children’s games (1978), Msa glagolskaja (1979), Dream dances (1979), Field mass (1980), Forgotten land (1981), L’enfant et les sortilèges (1988), L’histoire du soldat (1989), Birth-day (2001), When time takes time (2002), Toss of a dice (2005). Nel 1995 per la grandiosa produzione Arcimboldo Jiří Kylián ha ottenuto il titolo di Officier in de Orde van oranje Nassau,  nel 2000 ha vinto il premio Nijinsky come miglior coreografo, migliore coreografia (One of a kind) e migliore compagnia.

 

Elena Parmegiani

www.giornaledelladanza.com 

Check Also

Torna in scena il Balletto di Milano: Carmen e lo Schiaccianoci

Tornato finalmente in scena, il Balletto di Milano è atteso da oltre 18 mesi anche ...

Carla il film tv della Rai, la prima al cinema 8, 9 e 10 novembre

Andrà in onda a dicembre suRai 1, in prima serata, il film tv Carla. Si tratta del primo film ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi