Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Manuel Legris, il nuovo Direttore del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

Manuel Legris, il nuovo Direttore del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala

Manuel Legris, dallo scorso dicembre, è il nuovo Direttore del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, succedendo a Frédéric Olivieri. Il talentuoso artista vanta un’intensa carriera da ballerino e da direttore artistico. Nato a Parigi nel 1964, ha studiato alla Scuola di Danza dell’Opéra ed è entrato nel Corpo di Ballo del Teatro nel 1980. Nel 1986 è nominato étoile da Rudolf Nureyev, all’epoca Direttore del Balletto dell’Opéra. Ha interpretato tutti i grandi ruoli del repertorio classico e di quello moderno.

Legris porta in dote alla Scala una profonda esperienza, intelligenza, tecnica, classe e cultura del mondo della danza. Ha dalla sua ben 23 anni di presenza sulle scene dell’Opéra di Parigi e siamo già certi che non deluderà gli addetti ai lavori. Del resto Legris aveva avuto modo di mettere in luce le proprie capacità già come direttore alla Staatsoper di Vienna. Proprio qui era stato chiamato nel 2010 da Dominique Meyer che adesso, nuovo sovrintendete a Milano, lo ha voluto alla Scala.

Manuel Legris è un vero e proprio enfant prodige: nel 1976, all’età di undici anni, è ammesso alla Scuola di Danza dell’Opera di Parigi

Entra nel corpo di ballo a sedici anni nel 1980. Nel 1981 è promosso al ruolo di coryphee e nel 1982 a quello di sujet, prima di essere nominato etoile nel 1986 dal direttore del balletto di Parigi, Rudol’f Nureev. Il tutto avviene l’11 luglio del 1986, Manuel baypassa il grado di “premier danseur”, al termine di una rappresentazione di “Raymonda” che la compagnia parigina aveva presentato al Metropolitan di New York. Apprezzato per la sua tecnica ed espressività, Legris danza coreografie di William Forsythe, John Neumeier, Jiri Kylian e Jerome Robbins. Manuel danza in compagnie prestigiose come il New York City Ballet, il Royal Ballet, il Balletto di Stoccarda e il Balletto di Amburgo. Nel 1998 ha vince il prestigioso Prix Benois de la Danse.

Durante la sua straordinaria carriera Legris si esibisce al Teatro alla Scala, al Metropolitan Opera House, al Teatro Mariinsky, al Teatro Bol’soj e alla Wiener Staatsoper

Sulle scene è stato il partner di acclamate ballerine come Evelyn Hart e Alessandra Ferri. Il 15 maggio 2009 danza per l’ultima volta all’Opera Garnier, nel ruolo principale in Onegin. Dopo aver danzato ancora per qualche mese, nel settembre 2010 è diventato il direttore del Balletto di Stato di Vienna. Ed ora abbiamo il vanto di averlo qui in Italia da noi come Direttore del Corpo di Ballo del Prestigioso Teatro alla Scala, dove si è spesso esibito nel corso della sua carriera, a partire dal 1987, anno in cui ha interpretato il ruolo di Basilio nel Don Chisciotte di Rudolf Nureyev accanto a Elisabetta Armiato.

Lo scorso 30 gennaio Manuel Legris ha diretto una Giselle per due ballerine: Martina Arduino e Nicoletta Manni, che si sono date il cambio sul palco, una in scena nel primo atto e l’altra nel secondo. Anzi, a dire il vero, una Giselle per tre. «Perché per preparare lo spettacolo – racconta Legris all’Avvenire- ho invitato Carla Fracci a tenere una masterclass ai danzatori del Corpo di ballo, lezione che si può vedere in streaming sui canali social della Scala». La direzione di Legris punterà quindi su una commissione tra classico e contemporaneo: in repertorio ci sono Nureyev, MacMillan, Petit, Bejart e Neumeier. Auguri al nuovo Direttore dal Giornale della Danza!

 

Elena Parmegiani

www.giornaledelladanza.com

 

Check Also

Il Balletto Teatro di Torino indice un’audizione si ricercano danzatori uomini

È richiesta professionalità, predisposizione ai processi di gruppo ed apertura alla sperimentazione con il lavoro ...

Buon compleanno a Sylvie Guillem una delle più grandi ballerine del nostro tempo

Sylvie Guillem, una delle più grandi ballerine del nostro tempo. “Protagonista superlativa di tanti classici ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi