Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News / Interviste (page 8)

Interviste

Kledi Kadiu: la danza ritornerà presto a regalare il suo messaggio di bellezza

Quello che stiamo vivendo è un tempo particolarmente drammatico, il più drammatico di cui abbiamo memoria. È stato chiesto a tutti un enorme sforzo che ha avuto e avrà serie ripercussioni non solo economiche, ma anche sociali. Il mondo della danza e dello spettacolo più in generale non poteva rimanere indenne ed estraneo a tutto questo. Infatti i teatri, le accademie e le scuole di danza hanno dovuto interrompere bruscamente tutte le loro attività e produzioni in corso generando caos e sgomento. Essere artisti però significa anche assumere su di sè anche una responsabilità civile, che sia da esempio, che funga da modello etico. Per cui in questo momento così difficile mi sento di invitare tutti a resistere. Resistere deve essere la parola d’ordine per tornare domani più forti di prima. E la danza, ne sono sicuro, ritornerà presto a regalare il suo messaggio di bellezza e di armonia che da sempre la contraddistinguono. Kledi Kadiu Redazione www.giornaledelladanza.com

Read More »

Luciano Carratoni: “il rispetto della vita”, sarà compito delle nuove generazioni

Luciano Carratoni In molti ci domandiamo in questi giorni cosa stia accadendo nel mondo, ognuno da risposte diverse cercando giustificazioni che possano farci sentire solo momentaneamente sospesi tra passato e futuro. Questo presente ha creato un muro invalicabile dove chi sarà nel futuro non potrà più ripartire dal proprio passato. Ci saranno tantissime sfide che dovranno essere affrontate con grande serietà e rigore per trovare nel futuro una diversa dimensione umana dove i valori sociali fondanti il nuovo mondo dovranno essere senza colore e senza barriere. Rovesciare il valore economico che il capitalismo ci ha obbligato a scegliere per decenni, con l’unico valore che l’universo può sopportare, “ il rispetto della vita”, sarà compito delle nuove generazioni. Ridare speranza e gioia di vivere sarà compito anche della Danza e della Cultura in genere, linfa vitale di cui da sempre si nutre l’Italia e il mondo intero. Luciano CarratoniGeneral Manager Balletto di Roma Redazione www.giornaledelladanza.com

Read More »

Alessandra Celentano: danzatori, coreografi, maestri, allievi, restiamo uniti!

L’emergenza di questi giorni ha cambiato e continuerà a cambiare la nostra vita.Spero che questo momento di paura, solitudine e morte possa far apprezzare a tutti noi le piccole cose come la semplicità, la verità, l’amore, gli animali e la natura: chi rispetta la natura, rispetta se stesso!Ci svegliamo presto ogni giorno con la voglia di riprenderci la nostra routine ma adesso è arrivato il momento di fermarci ed essere consapevoli e coscienziosi.Mi avrete sentito parlare, molto spesso, della disciplina riferita alla danza. Ecco, oggi quel senso di disciplina, intesa come collettività, ordine e osservanza, è da estendere nella sua totalità alla nostra vita quotidiana.Mi riferisco a disciplina e rigore nei confronti delle ultime regole del governo.In questo momento così critico e inesplicabile, la responsabilità, la disciplina e il buon senso ci trarranno in salvo. A tutti i danzatori, coreografi, maestri, allievi e a tutti di “produttori di arte”: RESTIAMO UNITI!Se siamo uniti nella vita lo saremo anche nell’arte.Con la speranza che questo momento di pausa serva a tutti noi per appassionarci ed ispirarci ancora di più, vi mando un affettuoso saluto. AlessandraRedazione www.giornaledelladanza.com

Read More »

Antonio Desiderio manager internazionale di danza: la solidarietà che farebbe di ognuno di noi un vero Grande

La situazione in cui versiamo è fortemente preoccupante: l’Italia e il resto del mondo vivono in una sorta di “congelamento” su tutti i fronti, impedendo ad ognuno di noi di avere la vita che fino a quasi un mese fa avevamo. L’economia del Paese e del mondo è ferma e questo getta tutti noi nella paura di ciò che dovremo a seguito affrontare.Voglio lasciare questo mio pensiero perché se finora la cultura in genere è stata considerata un settore su cui non investire particolarmente, questo è il momento su cui puntare su una delle punte di diamante della nostra Italia. Come la culinaria e la moda, fiori all’occhiello in tutto il mondo, è ora per le nostre istituzioni di svegliarsi e di capire che ora possono riscattarsi dando alla cultura la giusta posizione che si merita. Puntare su musei, monumenti, teatri, mostre, sulla musica, sulla danza, può consentire forti introiti ed aiutare lo Stato per aiutarlo a risalire in questo difficile momento e consentire a tutti i lavoratori dello spettacolo e della cultura di tornare ai vecchi fasti in cui Italia era sinonimo di arte e bellezza, rendendosi così conto che hanno sprecato troppo tempo a non supportare questo settore.  ...

Read More »

Paola Jorio: La nuova luce ci troverà diversi, più maturi , più pronti ad affrontare tutto!

Eccoci,precipitati in un periodo buio, difficile, inaspettato….mai provato prima.Difficile da capire, difficile da accettare, pieno di ansie pieno di paure!Questo distacco dal mondo ci ha sorpresi, ma poi piano piano è entrato dentro di noi: ora ci aiuta a riflettere, ad approfondire, a capire di più i valori della vita!Usciremo da questo buio!La nuova luce ci troverà diversi, più maturi , più pronti ad affrontare tutto!..Piangeremo insieme per le persone che non ci sono più, ma presto ritroveremo la gioia di riaverequelle cose che la vita ci ha sempre offerto, sicuri che nella con -sapevolezza di quanto si può perdere saremo più felici!Riprenderemo tutti sarà.insieme le cose che abbiamo sempre amato: famiglia, figli nipoti e…….la danza che insieme ai miei amori è sempre stata con me! Non ho parlato ne’ di danza ne’ di Dio che molti di noi in questo momento invochiamo!Penso però , che gli artisti, proprio per la loro particolare sensibilità, soffrano più per quegli abbracci e quei contatti che nessuno può dare ai malati, e per quel veloce e silenzioso distacco dai propricari che molti stanno provando !È terribile !!!Noi sicuramente troveremo in noi stessi la forza, supportata proprio dalla nostra passione per l’arte che professiamo ...

Read More »

Luciano Cannito l’appello social: Grido di aiuto dalle migliaia di scuole di danza che operano sul territorio

” Grido di aiuto dalle migliaia di scuole di danza che operano sul territorio nazionale e fanno un lavoro sociale importantissimo per la formazione, la salute e le motivazioni dei nostri giovani. Molte di queste scuole sono l’unico avamposto culturale extrascolastico in territori socialmente difficili o in località isolate. Sono scuole private, ma fanno un prezioso servizio di pubblica utilità. Ci auguriamo che i portavoce delle associazioni di categoria, delle associazioni sportive e gli amministratori locali, non si dimentichino di loro, ora che si stanno sbloccando importanti risorse economiche europee”. Da Facebook Luciano Redazione www.giornaledelladanza.com

Read More »

Giuseppe Picone, direttore del corpo di ballo del Teatro San Carlo: cosa ne sarà dell’arte e della danza?

Concerto di Capodanno - Giuseppe Picone

Le mie riflessioni riguardano il mondo della danza che in questo momento viene, ovviamente, bloccato. I teatri e le scuole sono chiusi, ed è giusto così. Allo stesso tempo, ho paura della ripresa. Il secondo punto riguarda i malati che ci stanno lasciando; purtroppo sale il numerico dei contagiati e il numerico dei deceduti. Fortunatamente, sta salendo il numerico delle persone che si ristabiliscono. Ho paura per il futuro. Come ben sai il nostro settore faceva già fatica quando stavamo discretamente bene, adesso la paura, dopo questo periodo, è: cosa ne sarà dell’arte e della danza? Giuseppe Direttore www.giornaledelladanza.com

Read More »

Gaia Straccamore: sono orgogliosa di vedere come il mondo della danza si sia mobilitato

Gaia Straccamore Ognuno di noi ha un proprio modo per affrontare ciò che la vita ci presenta. Questo, é uno di quei momenti che nessuno di noi avrebbe mai pensato di vivere. La preoccupazione, il dolore e l’instabilità ormai fanno parte delle nostre giornate.Il tempo che abbiamo a disposizione ci dá la possibilità di pensare e di riflettere, portandoci forse in un percorso molto doloroso, che ci costringe a fare dei bilanci che possono essere duri da affrontare e da accettare. Però,é proprio nei momenti più bui in cui si ritrova la parte più reattiva di noi. E questa reattività si manifesta nei più svariati modi. La Generosità è il sentimento che più di tutti ci supporterà. I gesti di solidarietà e di altruismo ci renderanno parte di un’unica voce. Ognuno può dare il proprio contributo. Gli artisti, in quanto tale, convivono con il sentimento della generosità. La generosità nel donare la propria arte, il proprio essere, il proprio sapere,le proprie sensazioni , le proprie emozioni . E sono orgogliosa di vedere come il mondo della danza si sia mobilitato , mettendo in campo la propria arte,donando il proprio tempo e le proprie capacità, dai balletti che i Teatri donano ...

Read More »

Paolo Boncompagni: “Alberto Testa, l’ultimo gentiluomo dei nostri tempi” [ESCLUSIVA]

Paolo Boncompagni ha raccontato, in un’intervista esclusiva al Giornale della Danza, del legame indissolubile che aveva con il Maestro Alberto Testa e del Premio che insieme a Sara Zuccari e Irina Kashkova hanno scelto di intitolargli all’interno del concorso per la danza più autorevole in Italia: la Settimana Internazionale della danza città di Spoleto. Un ricordo commosso e ammirato quello di Paolo Boncompagni, che definisce Alberto Testa: “l’ultimo gentiluomo dei nostri tempi”. Intervista a Paolo Boncompagni Un affetto lungo una vita, fatto di rispetto e grandi progetti: qual era il suo rapporto con Alberto Testa? “Il mio rapporto con lui è stato fondamentale. Ho lavorato con lui per ventotto anni, gomito a gomito. Insieme abbiamo creato la Settimana Internazionale della danza città di Spoleto; io mi occupavo della parte organizzativa e di comporre la giuria. Nonostante gli anni trascorsi insieme, non sono mai riuscito a dargli del tu; me lo ha detto tante volte, ma per me era il Professore e non ci riuscivo. ‘Paolo chiamami Alberto!’ mi diceva sempre, magari ci provavo e per una o due volte ci riuscivo ma, ripeto, era il Professore“. Qual è l’eredità più importante che le ha lasciato il Professore? “Mi ha fatto conoscere ...

Read More »

Mauro Astolfi racconta “Vivaldiana”, in scena al Teatro Carcano di Milano

Vivaldiana, la nuova pièce di Spellbound Contemporary Ballet sarà in scena da venerdì 20 a domenica 22 dicembre al Teatro Carcano di Milano: in occasione di questo importantissimo appuntamento, abbiamo parlato con Mauro Astolfi, coreografo e fondatore – nel 1994 – della compagnia. Al centro di Vivaldiana, l’idea di lavorare ad una parziale rielaborazione dell’universo di Vivaldi integrandolo con alcune caratteristiche della sua personalità di ribelle fuori dagli schemi. Da questa suggestione è partito il coreografo Mauro Astolfi per tradurre in movimento alcune creazioni di Vivaldi e raccontarne il talento e la capacità di reinventare, nella sua epoca, la musica barocca. Forte di una cifra stilistica inconfondibile esaltata da un ensemble di danzatori considerati tra le eccellenze dell’ultima generazione, Spellbound si colloca oggi nella rosa delle proposte italiane maggiormente competitive sul piano di una dialettica internazionale, espressione di una danza che si offre al pubblico con un vocabolario ampio e in continua sperimentazione, convincendo le platee dei principali Festival di Europa, Asia, Americhe. L’ensemble si avvicina al venticinquennale di attività, un arco di tempo in cui alla produzione di spettacoli di danza ha unito da sempre e con sempre maggiore interesse progetti di formazione ed educazione sia del pubblico che ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi