Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Don Lurio, l’indimenticabile signor Dadaumpa delle gemelle Kessler

Don Lurio, l’indimenticabile signor Dadaumpa delle gemelle Kessler

Don Lurio, nome d’arte di Donald Benjamin Lurio, è stato tra i più grandi ballerini, coreografi, conduttori e cantanti. Un grande artista a 360 gradi. Nacque a New York nel 1933. Nel 1957 esordisce nella tv italiana nello show Crociera d’estate. Oltre alle sue doti di ballerino, deve soprattutto la sua popolarità alle indimenticabili apparizioni vicino alle altissime gemelle Kessler. Ha lavorato in numerose trasmissioni: Canzonissima, Giardino d’inverno,  Studio Uno,  Sabato sera – Hai visto mai? – Formula due – Chi? – Pronto chi gioca?, solo per citarne alcune. Nel 1992 è stato ospite di Partita doppia,  mentre tra le sue apparizioni più recenti si annovera quella dello studio di “Quelli che il calcio“. Ha recitato anche in “Pugni, pupe e marinai”, nel 1961, con Ugo Tognazzi.

Don Lurio: il popolarissimo ballerino della tv italiana

Di origine italiana, Don Lurio iniziò a studiare danza a Brodway con Bob Fosse e Jack Cole. Don Lurio era alto circa 160 cm ed aveva una corporatura molto esile, tipica di un ballerino classico. In Europa approdò con il suo tour in Francia con Roland Petit, a Parigi allestì le coreografie di Appuntamento mancato di Francoise Sagan. Già in Francia era considerato un punto di riferimento per il genere “musical“. In breve tempo anche in Italia si distinse tra i più prestigiosi ballerini e coreografi ufficiale della Rai. L’Italia divenne quindi ben presto la sua casa ed è proprio qui che raggiunse i suoi più grandi successi. A Torino venne notato da alcuni dirigenti della sede  Rai, che lo scritturarono nel 1959 per lo show Crociera d’estate. Lo stesso anno curò le coreografie di Delia Scala per Canzonissima.

Nel 1961 è proprio lui a portare in Italia le gemelle Kessler e a lanciarle con il famoso Dadaumpa

Don Lurio lavorò infatti con le celebri gemelle in “Giardino d’inverno”. Rimase famoso l’episodio delle calze nere indossate dalle Kessler nel programma dal 21 gennaio 1961, il sabato sera alle 21 per dodici puntate. Gli autori Rai imposero alle artiste pesanti calze di nylon prima di esibirsi per non cadere nella censura. Oggi il concetto di nudo è stato sdoganato in televisione, e nessuno si scandalizza più dinanzi a un bel paio di gambe ostentate, anzi. Il varietà, condotto dal Quartetto Cetra, segnò il debutto in Italia di Alice ed Ellen Kessler. Negli anni sessanta Don Lurio partecipò con Totò come comparsa al film  “Totò di notte n. 1” e a diversi film musicali. All’inizio degli anni Settanta è lui che fa conoscere Minnie Minoprio al grande pubblico. Don Lurio coreografò con successo i programmi “Hai visto mai?” con Lola Falana, “Formula Due”, “Chi?”, condotto da Pippo Baudo. Nel 1978 ritrovò Delia Scala e con lei condusse “Che combinazione”, nel 1979 è la volta del varietà “Così per caso”, insieme a Cecilia Buonocore e con Elton John come ospite fisso. Nel 1984 Don Lurio divenne membro del cast di Quo vadiz? , l’anno dopo coreografò la prima edizione di Pronto, chi gioca?, il programma di Gianni Boncompagni con Giancarlo Magalli ed Enrica Bonaccorti su Rai Uno. Don Lurio partecipò nel 1999 al Festival di Sanremo come coreografo e insegnante di danza di Laetitia Casta, con la quale improvvisò diversi siparietti comici durante le serate in diretta. Nello stesso anno prese parte al film di  Leonardo Pieraccioni: “Il pesce innamorato” nel ruolo di Pacini.

Vita privata

Don Lurio è stato legato da una relazione di oltre venti anni con il suo manager Livio Costagli, morto di AIDS nel 1994 a 44 anni. Il celebre coreografo dovette affrontare una causa legale con i familiari del compagno, i quali impugnarono il testamento olografo in cui Don Lurio era nominato erede universale. Il ballerino lottò a lungo per vedersi riconosciuti i diritti all’eredità. Don Lurio era molto legato a Monte Argentario, in modo particolare a Porto Ercole, luogo che ha frequentato per lungo tempo. Alla sua morte avvenuta nel 2003, a causa di un attacco respiratorio, lasciò come testamento l’istituzione di una borsa di studio per l’ Accademia Nazionale di Danza.

Tra le frasi celebri di Don Lurio ricordiamo:

Senza invito sono entrato nelle vostre case più di 40 anni fa e sono rimasto sempre là.
– Mina? La feci sudare ballando e dopo tre ore sbuffava. Era stanca e mi disse:” Nanerottolo, ora basta!”. E volo qualche schiaffo. Pensavo che non avremmo più lavorato insieme, invece poi mi chiamò per scusarsi e diventammo grandi amici.
– Pippo Baudo un giorno presentadomi ad un programma disse:” Un bell’applauso a Don Lurio, che ha 82 anni.
– Ho fatto piangere le donne più belle e più famose del mondo, però poi tutte mi sono state riconoscenti.
– Quando sono arrivato io, il giornale del Vaticano ha scritto:” Chi è questo Don Pornografico?”. Mi fecero mettere le calze nere alle gemelle Kessler, le gambe più belle del mondo.

Elena Parmegiani

www.giornaledelladanza.com 

Check Also

Dino Verga nominato Vice Direttore dell’Accademia Nazionale di Danza

Dino Verga, docente di tecnica della danza moderna e contemporanea, è stato nominato Vice Direttore dell’AND per ...

Accademia Ucraina di Balletto con – Biancaneve – Teatro Arcimboldi Milano

L’Accademia Ucraina di Balletto torna al TAM Teatro Arcimboldi Milano, il 24 ottobre, per un ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi