Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Tag Archives: Bologna (page 5)

Tag Archives: Bologna

I “Carmina Burana” di Mauro Astolfi irrompono a Bologna

  Sabato 9 gennaio alle ore 21 presso il Teatro IL Celebrazioni di Bologna va in scena Carmina Burana della compagnia Spellbound Contemporary Ballet, diretta da Mauro Astolfi. Lo spettacolo, debuttato nel 2006 a Maiori e riallestito per il Prisma festival de Danza contemporanea di Panama nel 2014, fa parte a pieno titolo del repertorio della compagnia, a seguito soprattutto delle numerose acclamazioni recensistiche della critica di danza italiana e internazionale. Caratteristica peculiare di questo lavoro è la componente interpretativa delle composizioni poetico-musicali protagoniste, indagate nel profondo delle loro origini contenutistiche e rappresentate – di conseguenza – secondo schemi scenici ben lontani dalla più consueta modalità solenne e austera. Due i simboli chiave di questo balletto, calati in un’atmosfera inquietantemente metafisica: un grande armadio (visto, si direbbe, con gli occhi dell’infanzia che tutto colorano di mistero) e una tavola. Il primo (in cui i corpi dei ballerini si vanno quasi a riporre come abiti frusti), luogo di memorie, di segreti di “scheletri” ipocritamente celati; la seconda, altare sacrificale della terrena voluptas, imbandita di corpi esibiti come cibarie tentatrici (Gola e Lussuria, essendo due vizi capitali, sono figli della medesima cova). (R. Reim). Dei celebri componimenti trecenteschi, musicati da Carl Orff, ...

Read More »

Il Mito di “Jesus Christ Superstar” all’EuropAuditorium

  Il cartellone del Teatro EuropAuditorium di Bologna riserva per il Capodanno uno spettacolo unico, una pietra miliare della storia del teatro musicale, Jesus Christ Superstar, in scena dal 31 dicembre al 2 gennaio (giovedì ore 21:15 – venerdì e sabato ore 21) e con un nuovo cast di giovani interpreti, capeggiati dal “Jesus Christ” per antonomasia Ted Neeley. Neeley, celeberrimo interprete di Gesù nel film omonimo del 1973 diretto da Norman Jewison, ripropone il personaggio artefice della sua fama dopo quarant’anni, dimostrando quanto il tempo passato non abbia scalfito affatto la sua fervente professionalità. “Dopo 40 anni la sua umiltà, la sua semplicità e al contempo la sua forza smisurata, la sua contagiosa passione sono esempio vivido della statura che un Artista deve avere per diventare Mito”: così commenta nelle sue note il regista Massimo Romeo Piparo, curatore dell’adattamento italiano dell’opera originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice da ormai vent’anni. A moltissimi anni di distanza dal debutto, il messaggio dell’opera è ancora vivo e chiaro nella messinscena, scivolante tra il racconto sacro della Passione e le note rock nostalgiche degli anni ’70. Un Mito che si perpetua volta per volta sui palcoscenici internazionali più illustri. Un Mito ...

Read More »

Folklore georgiano tra vigore e sacralità

Ci sono occasioni in cui la danza riesce ad accorciare le distanze culturali di Paesi assai diversi. È proprio ciò che è avvenuto qualche sera fa, il 15 dicembre, al Teatro Auditorium Manzoni di Bologna, in cui si è esibito il Balletto Nazionale della Georgia, in scena con una strabiliante dimostrazione del repertorio coreografico tradizionale. La cifra registica del direttore artistico Ilja Sukhishvili propone un incipit a sipario aperto con tutta la strumentazione musicale in bella vista, collocando l’Orchestra dell’omonima compagnia sul fondale, tanto per non intralciare lo spazio delle danze quanto per ricreare l’atmosfera folkloristica alla perfezione. Il pubblico, esteso oltre ogni confine di età e provenienza geografica, freme dalla curiosità di tuffarsi nelle storie georgiane – forse mitiche, sicuramente eccezionali – raccontate dalla gagliarda eleganza degli uomini e dalla flebile raffinatezza delle donne. La prima danza ne è una piacevole conferma: un passo a due “aristocratico”, dove la velocissima camminata sulle punte – ricorda il pas couru del balletto classico occidentale – sembra far quasi aleggiare i protagonisti, degni rappresentanti del vigore, oserei dire, machista e della sacralità femminea. Segue un passo a sei solo maschile, dove figure soldatesche dai modi anche un po’ rozzi si cimentano in ...

Read More »

“Uphill”: Shang-Chi Sun armonizza in danza lo stress della vita

Lo scorso 10 dicembre al Teatro Duse di Bologna è stato dato il via a Circo Massimo Expanded, la seconda tranche di appuntamenti con la danza contemporanea facente parte dell’omonimo progetto artistico ideato e diretto dal coreografo Fabrizio Favale. Ad andare in scena Uphill, una delle ultime creazioni di Shang-Chi Sun presentata in prima nazionale: evento a dir poco imperdibile. Protagonisti solo tre danzatori maschili, senza alcun supporto scenografico se non un accurato uso delle luci – merito di Hans Fründt – in leggera discrepanza con l’apparato musicale. Ma, forse, tutto nella norma. Il benvenuto al pubblico è scandito dalle graffianti note (uniche in tutto lo spettacolo) di musica elettronica di Jörg Ritzenhoff, sconvolgenti tanto per le emozioni del pubblico – catapultato improvvisamente in un’atmosfera da rave party – quanto per la visione del primo assolo di Martyn Garside, dai movimenti geometricamente calcolati e armoniosi, totalmente fuori sincrono col beat del sottofondo. Una lunga sequenza di floor work per rialzarsi e procedere in una danza morbida, sinuosa, estremamente dinamica, scorrazzante per quasi tutto il palcoscenico a colmare il vuoto con la pura arte tersicorea. Di lì a poco il trio giunge a formarsi, coordinandosi in intricate evoluzioni di contact dance, ...

Read More »

Alla ricerca di una nuova danza con Fabrizio Favale

Nato a Velletri (Roma), il coreografo Fabrizio Favale si forma nelle classi di maestri di danza classica e contemporanea del calibro di Denis Carey, Victor Litvinov, Sue Carlton Jones, Andé Peck, Roberta Garrison, Jeff Slayton, Betty Jones, Nina Watt, Irene Hultmann, Louise Burns e Alwin Nicholais. Vincitore di borsa di studio completa, partecipa all’American Dance Festival della Duke University in North Carolina (USA), dove lavora con le compagnie Doug Varone and Dancer e Mark Taylor and Friends. Tornato in Italia è danzatore solista in moltissimi spettacoli del coreografo Virgilio Sieni fino al 1999, anno di fondazione de Le Supplici, la propria compagnia di danza contemporanea. Con essa partecipa a numerosi eventi performativi, collaborando altresì con alcuni dei migliori artisti della scena coreutica italiana e internazionale, giungendo infine alla creazione del progetto Circo Massimo, in scena per quattro mesi (novembre 2015 – febbraio 2016) al Teatro Duse di Bologna. I suoi primi passi nel mondo della danza avvengono in sala tanto nelle lezioni di danza classica quanto in quelle di contemporanea, in entrambi i casi dirette da maestri di grande fama. Quale di loro, se ve n’è uno in particolare, l’ha stimolata a sviluppare il percorso coreografico della sua carriera? Senz’altro ...

Read More »

La “Commedia” di Dante tra anime volteggianti e assenza di gravità

La stagione 2015/2016 del Teatro IL Celebrazioni di Bologna propone l’11 dicembre alle ore 21, come secondo appuntamento della sezione danza, lo spettacolo Dall’Inferno al Paradiso (I viaggi dell’anima) della No Gravity Dance Company, ensemble di danzatori, atleti e attori coreografato e diretto da Emiliano Pellisari. In questo spettacolo sono miscelati i tre “capitoli” della Trilogia Divina Commedia, progetto pluridecennale – tenendo conto delle tempistiche di ideazione, creazione e messinscena – che ha riempito i cartelloni di numerosi teatri internazionali dal 2007 al 2014. Inferno è un grande spazio vuoto, nero, che è costruito architettonicamente esclusivamente sui corpi dei danzatori. Questo per sottolineare la sfera dell’esistenza all’Inferno. Cantica II, invece, è un mondo con veri personaggi. Mentre i dannati sono un po’ tutti uguali, qui ciò che conta è il singolo, l’individuo, un aspetto che è stato valorizzato attraverso i costumi, le interpretazioni e le coreografie. In scena ecco dunque tante gonne bianche, situazioni teatrali e momenti ironici. L’Italia è rappresentata da una donna in tutù che viene violata, una coincidenza casuale con la politica contemporanea. Nel Paradiso cambia ancora tutto perché entriamo in una dimensione di filosofia pura con temi astratti e metafore che ruotano attorno ai concetti di ...

Read More »

“Circo Massimo Mistery”, un viaggio nelle profondità della danza

Dal 24 al 26 novembre è andata in scena al Teatro Duse la prima tranche di appuntamenti, denominata Mistery, del progetto artistico Circo Massimo, ideato e curato dal coreografo Fabrizio Favale. Per la prima serata il palco è a completa disposizione degli spettatori, seduti in cerchio sulla scena scarna d’attrezzeria. Un mucchietto di lattine di birra fa immediatamente collocare l’azione alla società del giorno d’oggi, ubriaca di cupezze e infelicità. La voce in cuffia del coreografo Michele Di Stefano, però, chiarisce, con le note di regia di Giuda, che la pièce racconterà una storia senza tempo, quella cioè di una figura biblica e antropologica destinata a essere perennemente sola. Ed ecco che entra in scena Biagio Caravano: abbigliamento insolito (polo, shorts, gambaletti e mocassini), aria spavalda. Non gliene importa nulla di chi gli sta intorno: sputa pezzetti di chewing gum, schizza schiuma di birra dappertutto, finge di essere una rockstar, strizza un panno zuppo d’acqua sul tappetto di linoleum e ci danza sopra, cercando volontariamente di scivolare per terra. S’illude di essere unico, speciale; ma il suo stesso Destino lo mette in ginocchio, privandolo della propria umanità, rattrappita in una posa larvale (forse) unico escamotage di espiazione delle colpe. Il pubblico ...

Read More »

Il giro del mondo con i Mnai’s

Quante volte la danza viene rappresentata in contesti non convenzionali? Moltissime. E anche qualche sera fa, il 19 novembre alle ore 21 al Teatro Duse di Bologna, è successo: la crew d’hip hop dei Mnai’s, vincitrice consecutivamente di tre edizioni dello Street Fighters World Tour, è andata in scena con lo spettacolo Around. È la storia di una valigia che gira per il mondo, o almeno questo è ciò che i formidabili effetti videografici – curati da Sally Mara Progettazione Grafica – hanno “raccontato”. Ma la vera trama è un’altra, è quella di un gruppo affiatato di ballerini e ballerine che, con un fagotto di paure, ilarità e virtuosismi sulle spalle, vanno a regalare la propria danza dappertutto. I soggetti del plot sono, dunque, gli stessi Mnai’s, pellegrini tra le culture più disparate della Terra, nessuna delle quali disdegnano di omaggiare attraverso movenze ed evoluzioni da street dance. Il loro (ennesimo) world tour comincia nelle favelas brasiliane, dove il gioco del calcio è l’unica cura contro la disperazione. Risate, scherni e picchi di intrigante mascolinità si mescolano a legwork (roteazioni di gambe) e freeze (pose a terra, in equilibrio sulle sole braccia), fino a quando il rumore di un vetro ...

Read More »

“Circo Massimo”, il progetto coreutico firmato Fabrizio Favale

  La stagione teatrale 2015/2016 del Teatro Duse di Bologna ospita la prima edizione di un progetto artistico, legato alla sezione danza, dal nome Circo Massimo, ideato e curato dal coreografo Fabrizio Favale. In un arco temporale di quattro mesi vengono presentate 10 creazioni di danza contemporanea, tra cui una prima nazionale e tre anteprime, suddivise in due “contenitori fluidi” susseguenti, Mistery e Expanded: l’uno rivolto all’aspetto più “sperimentale” dell’arte tersicorea, l’altro a una sorta di “approfondimento” delle dinamiche performative contemporanee. L’intero progetto, di cui ogni spettacolo ha inizio alle ore 21, si apre il 24 novembre con una duplice rappresentazione, Giuda della compagnia MK di Michele Di Stefano e 12 Tònar, anteprima del coreografo Favale. Nel primo lavoro – inizialmente commissionato nel 2010 da Antonio Latella e poi nel 2014 riallestito all’ICI Berlin Institute for Cultural Inquiry per il performer Biagio Caravano – il pubblico e il danzatore condividono la sensazione che il tempo sia sospeso in un paesaggio sonoro, dove il protagonista viene condannato alla ripetizione meccanica di sequenze motorie; nel secondo, invece, gioca sull’alternarsi di presenza e assenza attraverso una complessa rete di relazioni tra quattro danzatori. Il 25 novembre va in scena un’altra coppia di spettacoli, ...

Read More »

Al via la stagione di danza 2015/2016 del Teatro Duse

Dalla seconda metà di novembre ha il via al Teatro Duse di Bologna la stagione di danza 2015/2016, nota anche come DUSEdanza, proponente cinque spettacoli assai differenti tra di loro, tanto per stile quanto per contenuto. Ad “aprire le danze” il 19 novembre alle ore 21 sono i Mnai’s, l’emergente crew d’hip hop – composta da 7 danzatori e 3 ballerine – protagonista di tutti gli interventi coreografici delle ultime due edizioni del programma tv Zelig. La loro storia ha inizio molti anni prima, quando la formazione originaria era solo maschile e lasciava il segno in ogni contest, battle o manifestazione della scena underground italiana e internazionale. Il talento smisurato di ognuno dei componenti, abili nelle più svariate discipline tecniche d’hip hop, ha regalato alla crew il massimo della visibilità con la vittoria della seconda edizione dello show Italia’s got talent. Il nuovo gruppo eterogeneo porta in scena Around, “un viaggio gioioso e doloroso, spesso ironico, che esorcizza la paura del diverso ed esalta la cultura della conoscenza” (Teatro Duse). Lo spettacolo è ideato da Mirella Russo e Marco Silvestri, curatori anche delle coreografie insieme a Christian Buzzi (in arte Kris), pietra miliare della street dance italiana. Il secondo appuntamento ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi