Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Ticker (page 410)

Ticker

Il Ballet of Moscow a Conegliano (TV) con il romantico “Lago dei Cigni”

La Fondazione Teatro Lirico Siciliano e il Teatro Accademia di Conegliano (TV) sono orgogliosi di presentare il 26 novembre 2016 la messa in scena del balletto Il Lago dei Cigni, coreografie di Marius Petipa, con la partecipazione di Svetlitsa Evgenii, solista principale del Teatro dell’Opera di Lviv e Olga Kifyak, solista principale del Teatro di Stato di Kiev, interpreti del Ballet of Moscow. Torna ad incantare il pubblico un’opera senza tempo, forse il balletto più famoso e amato, fiore all’occhiello del Ballet of Moscow, presentato nella sua versione più classica e apprezzata, sulle trascinanti note di P.I. Tchaikovsky. Sviluppato in quattro atti, Il Lago dei Cigni racconta, in un’atmosfera lunare e romantica, la storia di Odette e del suo amato Principe, emblema dell’eterna lotta tra il bene e il male, che vede trionfare su ogni invidia e malvagità la purezza dell’amore. ORARI & INFO 26 novembre 2016, ore 20.30 Teatro Accademia Piazza Cima, 5 31015 Conegliano (TV) Telefono: +39 0438 22880 Stefania Napoli www.giornaledelladanza.com

Read More »

Balletto Civile in scena con “Killing Desdemona”

Una danza che ha come protagonista la poesia dell’amore, canto e gesto, il mistero. E Otello, che sente tutto con forza e diventa affascinante, anche se è troppo fragile nel difendere quello che ama, che sente, ed ha paura di essere ingannato soprattutto da se stesso, vivendo in pieno l’insicurezza occidentale, che destruttura ogni antica certezza. Killing Desdemona, in scena all’Angelo Mai grazie alla forte interpretazione dell’ensemble Balletto Civile, è tutto questo. Ma anche molto altro. Come del resto lo è Jago, un altro protagonista, conquistatore, che entra a gamba tesa sul terreno fragile, entra per distruggere per disilludere. È un one man show senza quarta parete, il suo spazio ė il proscenio (dove tra l’altro lo colloca da libretto anche Boito nella versione Verdiana), dialoga con il pubblico, è il tramite, il veicolo che cerca di far intendere, è lui che crea la possibilità della storia. Jago distrugge il mistero, prepara con lunga gettata la parabola di uccisione di Desdemona, malgrado le menzogne, rimane sempre se stesso, nascondendosi dietro la maschera della normalità e della correttezza, solo negli a parte gli spettatori vedono la sua vera natura, in un work in progress simile a quello di un artista, dove ...

Read More »

Una fiamma che non si estingue: si conclude il progetto Prometeo di Simona Bertozzi

Debutta in prima assoluta il prossimo 18 novembre, negli spazi della Fonderia39 di Reggio Emilia, il capitolo conclusivo del Progetto Prometeo di Simona Bertozzi: un progetto biennale, che conta cinque quadri precedenti, e che termina con And it burns, burns, burns… Il Mito di Prometeo e la sua trasposizione nella contemporaneità, questo il centro della ricerca degli ultimi due anni, un tema potente di suggestione per i progetti coreografici della Compagnia Simona Bertozzi/Nexus: la struttura del progetto Prometeo ha portato alla creazione di cinque episodi, di durate variabili, che mostrano, singolarmente, una specificità tematica connessa al mito di Prometeo. L’opera finale dal titolo And il burns, burns, burns, vedrà convergere gli elementi sostanziali di ogni episodio. “In questo quadro finale sono presenti interpreti adulti e adolescenti che hanno attraversato le tappe precedenti del progetto. Insieme per ribadire, del Prometeo, la consegna di un processo, di un agire che non esaurisce la sua pratica, poiché teso all’urto e al turbamento dell’incedere in natura.” afferma Simona Bertozzi “La loro danza è territorio in cui far deflagrare le epifanie, le improvvise rivelazioni, la trama dei desideri, delle sorprese, l’impossibilità di un arresto…È una fiamma che non si estingue”. Ideato insieme a Marcello Briguglio, ...

Read More »

L’equilibrio instabile dei mondi con “Pixel” di Mourad Merzouki

Il 26 novembre 2016, il Teatro Grande di Brescia ospita la Compagnia francese Käfig con Pixel, regia e coreografia di Mourad Merzouki, creazione digitale di Adrien Mondot e Claire Bardainne, adattamento musicale di Armand Amar, musica addizionale con contralto di Anne-Sophie Versnaeyen. Originario di Saint-Priest (Lione), Merzouki inizia a studiare arti circensi e marziali prima di avvicinarsi all’hip-hop verso la fine degli anni ’80, quando partecipa a numerosi workshop di danza, in particolare con Maryse Delente, Jean-François Duroure e Josef Nadj. Nel 1996 fonda la sua compagnia chiamata Käfig, termine in arabo tedesco che significa ‘gabbia’, al fine di sviluppare il proprio originale percorso artistico. Nel 2006, il coreografo riceve il Premio come nuovo talento coreografico e sempre dallo stesso anno, la sua compagnia trova la sua residenza artistica presso l’Espace Albert Camus Bron. Dal 1 settembre 2009, Merzouki è direttore artistico del Centro Nazionale Coreografico di Créteil, affermandosi come il re indiscusso dell’hip hop contemporaneo francese. Nato dalla collaborazione tra la Compagnia Käfig e gli artisti multimediali Mondot e Bardainne, Pixel esplora il delicato ed instabile equilibrio tra il mondo reale e quello virtuale, attraverso un gioco di luci, movimenti e scenari fantastici, che pongono le basi per l’incontro ...

Read More »

Per una nuova antologia: Romeo e Giulietta 1.1 di Zappalà al Teatro Cantiere Florida

Va in scena il 16 novembre al Teatro Cantiere Florida di Firenze Romeo e Giulietta 1.1 di Roberto Zappalà, su musica di John Cage, Sergei Prokofiev e Pink Floyd, con Gaetano Montecasino e Valeria Zampardi nei ruoli dei protagonisti. Con questo titolo, Roberto Zappalà inizia un nuovo progetto dal titolo Antologia: un lavoro di recupero dei titoli che hanno lasciato un segno nella linea coreografica di Zappalà e della compagnia; un progetto che non ha soltanto il compito di “recuperare” e di “rivisitare”, ma anche quello di originare nuove visioni, anche attraverso il “semplice” cambio degli interpreti, che diventa un primo mobile per un diverso approccio alla creazione. La sfocatura dei corpi, questo era il titolo del Romeo e Giulietta del 2006 che Roberto Zappalà ha deciso di riprendere e riportare in scena come primo spettacolo di “Antologia”. La versione originale partiva da una domanda precisa: cosa ci fa sentire sfocati, quando ci sentiamo sfocati? In fotografia la sfocatura è una questione di distanza tra il centro focale dell’obiettivo e “l’oggetto” inquadrato; se questa distanza è inferiore o superiore ad una certa misura l’oggetto risulta, appunto, sfocato. I due innamorati di Verona sono “sfocati” perché la distanza tra il loro ...

Read More »
“Sister Act - Il Musical” approda a Milano

“Sister Act – Il Musical” approda a Milano

SISTER ACT – Il Musical, tratto dall’omonimo film del ’92 che consacrò Whoopi Goldberg nell’indimenticabile ruolo di Deloris, “una svitata in abito da suora”, sarà in scena al Teatro degli Arcimboldi dal 17 al 27 novembre 2016. Produzione firmata da Alessandro Longobardi (direttore artistico del Teatro Brancaccio) che ha dato vita al progetto firmato Viola Produzioni in collaborazione con Compagnia della Rancia, SISTER ACT è un grande successo internazionale sia a Londra che a Broadway. Lo spettacolo è un concentrato di allegria e divertimento: un musical per tutti, un’occasione per trascorrere due ore spensierate e lasciar aprire il cuore alle emozioni. Una storia dinamica, piena di ritmo tra gangster e novizie, inseguimenti, colpi di scena, rosari, paillettes e con un finale davvero elettrizzante. Venticinque splendidi brani musicali scritti dal premio Oscar Alan Menken (autore delle più celebri colonne sonore Disney come La Bella e la Bestia, La Sirenetta, Aladdin e tante altre) che spaziano dal soul al funky, dalla disco anni ‘70 alle ballate pop, dai cori gospel alle armonie polifoniche. Tantissima musica, dunque, voci straordinarie (la direzione musicale è di Stefano Brondi) e coreografie originali, firmate da Rita Pivano, che trascinano il pubblico e trasmettono la voglia di ballare. ...

Read More »

Al Filarmonico di Verona “Gran Galà di Danza” con i big del balletto

La danza al Teatro Filarmonico è una vera calamita che attira il pubblico e riempie dalla platea al loggione. Anche negli anni più difficili ha sempre dato soddisfazioni e regalato bellissime esperienze. Il Balletto di Verona presenterà proprio in questo ente lirico veronese Il Gran Galà di Danza che si terrà domenica 20 novembre alle ore 18,00 e porterà in scena quattro coppie di ballerini ospiti di primissimo piano. La serata verterà principalmente sui pezzi forti del balletto classico di repertorio con ballerini che della Scala di Milano e del San Carlo di Napoli per l’Italia e dall’Opera di Vienna. Il galà comincerà con la coreografia Affreschi Animati, estratto dal balletto Cavallino Gobbo su musiche di Cesare Pugni, coreografia di Arthur Saint Leon, le interpreti saranno della Compagnia Junior del Balletto di Verona: Caterina Affini, Michela Bagnoli, Margaux Bortoluzzi e Angelica Ceoloni. Subito dopo potremo ammirare i Primi ballerini dell’Opera di Vienna Liudmila Konovalova e Vladimir Shishov, nel passo del Corsaro su musiche di Riccardo Drigo e coreografia di Petipa. La Prima ballerina del Teatro La Scala Nicoletta Manni in coppia con Timofej Andrijashenko danzeranno il passo a due dal Gran Pas Classique su musica di Auber e coreografia di ...

Read More »
“Le Quattro Stagioni”: Spellbound danza il ciclo naturale della Vita

“Le Quattro Stagioni”: Spellbound danza il ciclo naturale della Vita

  Il ciclo della vita, in concomitanza con quello della Natura, può trasmettere in forma di danza suggestioni sensoriali a dir poco uniche e travolgenti. Questo, difatti, è proprio l’obiettivo alla base de Le Quattro Stagioni, spettacolo dello Spellbound Contemporary Ballet, in scena al Politeama Genovese il 22 novembre alle ore 21. La coreografa, curata da Mauro Astolfi così come il set concept, si ispira fortemente all’alternarsi delle stagioni metereologiche e ambientali, per poi divagare nelle profondità di un concetto più astratto, più introspettivo: l’effetto mutevole delle “stagioni” interiori dell’Uomo, rappresentate in scena da una casa/scatola dove trovare rifugio, o rinascere, o relazionarsi. Le “mie” Quattro Stagioni abitano fuori e dentro una piccolo spazio, che si innalza, trascina e soffoca a momenti… ma che ripara, unisce, protegge… sembra una casetta, ma è una nave, un albero… un posto misterioso da cui osservare le stagioni che mutano, un posto da dove partecipare in prima persona al ciclo della natura che si rinnova… e l’autunno, non solo foglie che cadono, la primavera, non solo fiori che spuntano… ma una natura dentro di noi, un rituale magico primordiale… un evento che si immagina, poi si cerca di imitare, poi si cerca di impossessarsi ...

Read More »
Arriva al cinema il film evento “Roberto Bolle. L’arte della danza”

Arriva al cinema il film evento “Roberto Bolle. L’arte della Danza”

  La danza è il fuoco che ho dentro. Mi ha formato, mi ha dato un’identità. L’uomo che sono ora lo devo alla danza Roberto Bolle  Appassionato, carismatico, apollineo. Tre dei tanti aggettivi più positivi che potrebbero essere attribuiti a Roberto Bolle; l’artista che è stato capace di trasformare l’arte della danza in un genere pop: l’étoile italiana che ha portato il balletto ancora più vicino al grande pubblico e che attraverso la bellezza del movimento ha saputo rivelare in modo sorprendente il potere comunicativo della danza. Ora la sua storia arriva al cinema solo per tre giorni, dal 21 al 23 novembre con Roberto Bolle. L’arte della Danza, il film di Francesca Pedroni che ci guida attraverso i gala Roberto Bolle and Friends in tre luoghi simbolo del patrimonio culturale italiano: l’Arena di Verona, il Teatro Grande di Pompei, le Terme di Caracalla a Roma. Un tour formidabile alla scoperta delle grandi interpretazioni di Roberto Bolle attraverso immagini esclusive dal palcoscenico e dal “dietro le quinte” degli spettacoli. Roberto Bolle. L’arte della Danza  verrà distribuito nei cinema italiani dal 21 al 23 novembre da Nexo Digital in collaborazione con i mediapartner Radio DEEJAY e MYmovies. Il film sarà presentato in anteprima al 34 Torino Film Festival, ...

Read More »

Il Teatro è il mio luogo naturale: intervista a Gaia Straccamore

Gaia Straccamore a nove anni entra a far parte della scuola del Teatro dell’Opera di Roma diretta da Elisabetta Terabust, e qui si diploma all’età di 17 anni con il massimo dei voti. Grazie ad una borsa di studio si perfeziona nella prestigiosa Accademia “Princesse Grace” di Montecarlo, sotto la guida di Madame Marika Besobrasova. Ancora giovanissima, all’età di 12 anni, è scelta da Paolo Bortoluzzi per il ruolo dell’Apparizione nel suo Principe felice, a soli 15 anni Vladimir Vassiliev le affida il ruolo di prima ballerina ne “Le Sylphides” di Fokine e a 16 anni l’allora direttore del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, Giuseppe Carbone, le affida il ruolo di prima ballerina nel suo Cronache Italiane. Dal 1996 è al Teatro dell’Opera di Roma dove su proposta di Carla Fracci viene nominata “Prima Ballerina” nell’ottobre del 2006. Oggi il suo repertorio include: Egina in Spartacus (Y. Grigorovich), la principessa Aurora e la Fata dei Lillà ne La bella Addormentata (Chalmer – Petipa), La Sylphide (N. Kehlet – C. Fracci – Bournonville – Gielgud), Napoli (Bournonville), Infiorata a Genzano (Bournonville), Giulietta in Romeo e Giulietta (John Cranko, Bruhn, Nureyev-Gai, P. Bart), Odette-Odile ne [Il lago dei cigni] ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi