Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News (page 772)

News

Dopo 6 anni finalmente pronto dopo il restauro il Teatro Bolshoi

Oramai manca pochissimo, ne è infatti prevista l’inaugurazione nel mese di ottobre, dopo sei anni di lavoro e circa 600 milioni di euro spesi riaprirà i battenti lo storico Teatro Bolshoi, tempio della danza che ha dato i natali artistici a danzatori come Ekaterina Maximova e Maya Plisetskaya. La riapertura sarebbe dovuta avvenire già nel 2008 ma tante sono state le cause che hanno portato ad un ritardo così consistente, ci sono stati scandali politici e giudiziari, i lavori sono stati più difficoltosi del previsto, e c’è stato anche un notevole aumento dei costi che ha fatto anche dubitare della regolarità delle spese. Adesso però si comincia ad intravedere il traguardo ed a parte la zona della platea che è ancora occupata dalle impalcature, già all’esterno si notano i primi cambiamenti. Sono spariti dalla facciata i simboli comunisti, falce e martello, lasciando il posto all’aquila bicefala zarina che sarà presente anche in sala sul nuovo sipario. Il restauro del leggendario soffitto abitato dalle dieci muse è durato nove mesi e lo splendido lampadario dorato che lo illumina è ancora tutelato da una pellicola protettiva ed è sospeso a pochi metri da terra. I vestiboli e le gallerie ritorneranno all’antico splendore ...

Read More »

Il Giovane Balletto Mediterraneo danza “Fragili Orizzonti”

Nove danzatori, tutti rigorosamente “made in sud”, portano a Padova Fragili Orizzonti, spettacolo creato appositamente per i talenti del GBM Giovane Balletto Mediterraneo dal coreografo, nonché fondatore, Mauro de Candia. La serata è una composizione di balletti, ventagli di colori e sfumature: Miniature apre le danze ed è una vera e propria immersione in un mondo fatto di immagini oniriche e tinte d’umorismo. La pièce Femmina, invece, rende omaggio ai colori del Sud e alle donne, intramontabili ed emblematiche figure della cultura popolare del nostro paese. A guidare in scena i giovani della compagnia in questo viaggio danzante, proprio la prestigiosa presenza di Mauro de Candia, deus ex machina del GBM, artista italiano tra i più apprezzati in tutta Europa. La compagnia da lui guidata e fondata, è nata con l’idea di fermare l’esodo dei talenti meridionali dal sud dell’Italia: il progetto, residente all’interno di FormAzione Tersicore, corso di alta formazione e orientamento  professionale sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, vuole dare la possibilità ai danzatori in procinto di entrare nel mondo dei professionisti di vivere un ambiente creativo dove poter fare esperienza di palcoscenico con performances di alto livello tecnico e qualitativo. Il repertorio del GBM si ...

Read More »

Galà Concert: Lodi festeggia la danza con i ballerini della Scala

In occasione dei festeggiamenti per la Giornata Internazionale della Danza, il prossimo venerdì 29 aprile l’associazione Il Ramo, per gentile concessione del Teatro alla Scala di Milano, presenta presso il Teatro alle Vigne di Lodi Galà Concert, una serata per omaggiare il balletto classico e la sua lunga tradizione, rappresentata nella serata-evento da un gruppo di ballerini della compagnia scaligera. Su musiche di Gershwin, Pugni, Drigo, Marenco, Prokofiev, Shostakovich, i danzatori proporranno una serie di esibizioni che permetteranno al pubblico presente di ammirare la qualità tecnica ed espressiva degli interpreti e, al contempo, uno spettacolo che vuole essere un simbolico omaggio alla danza mondiale, nel giorno dedicato alla sua celebrazione. Ad esibirsi sul palco del Teatro alle Vigne Stefania Ballone, Christian Fagetti, Massimo Garon, Mariafrancesca Garritano, Francesca Podini, Fabio Saglibene e Serena Sarnatano. ORARI & INFO Venerdì 29 aprile ore 21.00 Teatro alla Vigne Via Cavour 86, Lodi +390371425862 http://www.teatroallevigne.net Francesca Romana Famà

Read More »

Iván Pérez Avilés, un giovane coreografo di talento

Quando è iniziata la tua collaborazione con il Nederlands Dans Theater I e II? Collaboro con il Nederlands Dans Theater da 8 anni. Ho iniziato per un breve periodo con il  NDT II e poi ho avuto un vero e proprio contratto di 3 anni. Successivamente ho collaborato come danzatore e coreografo con il NDT I per 4 anni. Tu sei nato in Spagna, lasciare il tuo Paese è stato un passo difficile per te? Quando ho lasciato la Spagna ero molto giovane ed entusiasta all’idea di danzare e scoprire il mondo. È stata una mia decisione e quel senso di libertà è stato molto importante nella mia vita. È diventato difficile quando ho realizzato che avevo lasciato dietro di me anche una famiglia. Ora so che questa è la mia vita e che così doveva andare e riesco ad accettarlo. Lavori sia come danzatore che come coreografo, sapresti descrivere le sensazioni diverse di questi due ruoli… Come danzatore, provo la grande soddisfazione dell’essere in scena, il momento in cui sono in contatto diretto con il mio corpo, con le mie emozioni e con il pubblico. È una sensazione unica, che contiene in sé il piacere istantaneo del presente e ...

Read More »

Elsa Piperno: “I giovani devono trovare la loro strada e perseguirla fino in fondo!”

Le note di un pianoforte, una leggera brezza e una lunga chiacchierata, in poche parole: non avrei mai voluto interrompere i momenti trascorsi con Elsa Piperno. Una pioniera, decana ma soprattutto un’attenta conoscitrice della danza contemporanea, prima proprio come ballerina e poi come coreografa ed insegnante. Una persona che non si è mai bloccata di fronte alle difficoltà, ha portato avanti il suo linguaggio e continua ancora a trasmetterlo ai giovani danzatori che, come lei, non smettono mai di imparare ed amare quello che fanno. Un vero e proprio esempio di professionista soprattutto per la vita, quella quotidiana. Perché, si sa, “non si deve mai smettere di essere avidi di conoscenza”. Lei si rende conto di essere una vera e propria pioniera della tecnica Graham in Italia? Lo so benissimo ma al contempo non è qualcosa che mi condiziona! Questo mio apparente senso di distacco da quello che faccio contraddistingue il mio carattere. Sono molto consapevole che più si sa più si deve sapere, soprattutto nei confronti dell’arte della danza, verso la quale non serbo soltanto un enorme rispetto ma anche un forte senso di profonda umiltà. Posso immaginare che, soprattutto per chi conosce la mia storia, tutto questo possa ...

Read More »

Danzare per la vita: a Sanremo due giorni di danza per l’Unicef

Con il patrocinio del Comune di Sanremo, della Provincia di Imperia e della Regione Liguria, giunge alla nona edizione il Festival Nazionale di Danza per l’Unicef Danzare per la vita. Ospitato dal prestigioso Teatro del Casinò di Sanremo, l’evento propone una due giornate di incontri, scambi, stage con insegnanti di alto livello, oltre all’occasione per i migliori ballerini solisti e le migliori scuole di danza di esibirsi e aggiudicarsi borse di studio, trofei e diplomi. Il programma prende il via il 27 maggio con uno stage di hip-hop con Kris (Amici 2009), seguito nel pomeriggio dalle esibizioni dei partecipanti e, più tardi, dalle premiazioni dei vincitori che avranno l’opportunità di esibirsi nella serata Danzare per la vita del 28, che concluderà la manifestazione e durante la quale verrà assegnato il Trofeo Aldo Farina, Presidente Fondatore di Unicef Italia; ad arricchire l’offerta formativa per i giovani danzatori che aderiranno all’evento, la scaletta include anche uno stage intensivo di danza contemporanea con Carl Portal nella mattina del 28. Danzare per la vita, nato da un’idea di Tony Del Core e con la collaborazione artistica di Deyla Del Core, è riuscito col tempo a ritagliarsi uno spazio importante tra gli appuntamenti culturali prestigiosi ...

Read More »

Mauro de Candia porta “La Morte del Cigno” al DanceSalad Festival di Houston

Un connubio perfetto siglato tra Mauro de Candia, giovane ma già affermato coreografo italiano, e Vladimir Malakhov, direttore artistico dello Staatsballet di Berlino, ha portato queste due personalità di spicco al DanceSalad Festival di Houston. Nella cittadina texana, sede di una delle più prestigiose vetrine coreutiche americane e che al contempo riunisce sullo stesso palco compagnie da tutto il mondo, de Candia presenta la sua singolare versione della Morte del Cigno, pièce che attualmente sta riscuotendo moltissimo successo in tutto il mondo. Nella sua rilettura per danzatore, il coreografo italiano concentra la sua attenzione sul corpo “ristretto” all’interno di uno spot di luce calato dall’alto regalando al pubblico una danza poetica e fisica allo stesso tempo. Già parte del repertorio del Giovane Balletto Mediterraneo e di Introdans, questa sua rilettura è stata acquisita dalla star russa Vladimir Malakhov che dal 2010 la sta presentando in giro per il mondo. Una collaborazione speciale tra queste due stelle della danza: Malakhov lavora molto con il coreografo italiano e, al contempo, de Candia annovera l’importante sostegno dello Staatsballett per alcune sue commissioni e inviti (in primis BolzanoDanza 2010 e il debutto della scorsa settimana a Terni del suo quartetto Untitled Figures). I due ...

Read More »

Danza di altissima qualità al III Gala Internazionale di Danza Città di Napoli

Il Teatro delle Palme di Napoli ieri gremito per il III Gala Internazionale di Danza Città di Napoli, che ha regalato al pubblico momenti di danza di altissimo livello, con un cast di grandi artisti, per la direzione artistica di Alessandro Macario e la direzione organizzativa di Marcello Pepe. Lo spettacolo, presentato da Elisabetta Testa, si è aperto con il passo a due di Paquita, coreografia di Marius Petipa, musiche di Ludwig Minkus, eseguito da Magali Guerry e Davit Galstyan, bravissimi solisti del Ballet du Capitole de Toulouse, che hanno dato prova di tutta la loro carica anche nel passo a due de Il Corsaro, coreografia sempre di Marius Petipa, musiche di Adolphe Adam. Davit Galstyan, di origine armene, si conferma un danzatore ricco di talento che unisce una tecnica impeccabile ad una grande forza espressiva. Stefania Figliossi e Philippe Kratz, già solisti dell’Aterballetto, hanno eseguito le due coreografie firmate da Mauro Bigonzetti: Come un Respiro, su musiche di Händel, e Ho messo via, su musiche di Ligabue. L’intreccio dei loro corpi ha saputo coniugare il lirismo alla tecnica più eccelsa. Amilcar Moret Gonzalez, Primo Ballerino dell’Hamburg Ballet e della trasmissione “Amici”, ha danzato El Manisero, coreografia di Ramon Reis ...

Read More »

Les Ballets de Monte-Carlo in scena a Venezia con “Cenerentola”

Giovedì 28 aprile (con repliche il 29 e il 30) debutta presso il Teatro La Fenice di Venezia la messa in scena di Cenerentola,uno dei classici del balletto novecentesco, interpretato da Les Ballets de Monte-Carlo con la regia di Jean-Christophe Maillot su musiche di Sergej Prokof’ev. La storica compagnia, la cui nascita affonda le sue radici in un nucleo originario di un gruppo di ballerini russi guidato da Djagilev , che nel 1911 stabilì la propria residenza proprio a Monte-Carlo, propone una Cenerentola a tratti lontana da quella che si è abituati a vedere nel balletto. L’originalità rispetto ai classici imprescindibili che, a partire dalla prima rappresentazione al Bolshoi di Mosca del 1945, si sono avvicendati nell’interpretare la storia della povera fanciulla riscattata dal destino, sta principalmente nella centralità del rapporto madre/padre della protagonista, generalmente assenti o ridotti a figure deboli nel racconto tradizionale, ma che Maillot trasforma nel motore principale del racconto stesso: come spiega il coreografo, essi rappresentano quel nucleo familiare che “è al centro dell’attesa di Cenerentola”, la madre morta diventa la vera ricerca di vita, la guida nelle difficoltà. Così si spiega perché lo spettacolo si apre con il pas de deux danzato dai genitori di ...

Read More »

Béjart, Balanchine e Robbins al Teatro dell’Opera di Roma

La grande danza sta per arrivare al Teatro dell’Opera di Roma dove dal 3 all’8 maggio andrà in scena un omaggio a tre grandi nomi della danza: Maurice Béjart, George Balanchine e Jerome Robbins con uno spettacolo intitolato proprio Béjart, Balanchine, Robbins. I balletti che compongono questo spettacolo sono  Gaité Parisienne, Tchaikovsky Pas de Deux, Walpurgisnacht Ballet e In the nigth. Il primo è stato creato nel 1938 da Léonide Massine per i Ballets Russes de Montecarlo e racconta la vita che scorre in un café parigino alla moda in una grande varietà di danze che vanno dal can can alla quadriglia, la versione in questione è quella coreografata da Béjart, peraltro ospitata per la prima volta al Teatro dell’Opera di Roma nel 1980. Tchaikovsky Pas de Deux nasce invece dalla scoperta, nel 1953, di una parte musicale pensata per il terzo atto del Lago dei Cigni ma mai utilizzata. Balanchine chiese di poterla usare per una sua creazione per il New York City Ballet e gli fu concordato, tra le versioni più importanti si ricorda quella interpretata da Elisabetta Terabust e Peter Schaufuss. Walpursnacht Ballet è la creazione sempre di Balanchine nella versione del 1970 creata per un allestimento del ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi