Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / News (page 731)

News

“Danza: chi, come, perché” – a cura di Vittoria Ottolenghi

Il giornaledelladanza.com lancia una nuova iniziativa a favore della promozione della danza: “Danza: chi, come, perché?”, una nuova rubrica curata dal noto critico di danza Vittoria Ottolenghi, che ogni quindici giorni risponderà alle più interessanti domande poste dai lettori su temi di interesse artistico e sociale relativi all’arte coreutica. Un momento di incontro e di scambio costruttivo con una personalità del mondo della danza, con alle spalle un bagaglio culturale. Un’iniziativa importante che contribuirà, presumibilmente, alla conoscenza e alla diffusione della danza teatrale. Secondo Lei qual è la più grande eredità lasciata dai maestri del passato alla danza dei giorni nostri? Franco da Milano È impossibile rispondere devotamente – ci perdoni il cortese lettore la franchezza del nostro commento  –  a una domanda come questa. Tuttavia ci proverò, in via del tutto amichevole.  Le dirò che la danza è un’arte (Le dice niente il nome di Tersicore?). Pertanto, la danza di oggi esprime l’eredità di un passato millenario e, insieme, la meravigliosa avventura di un infinità di possibili sviluppi. Vittoria Ottolenghi Cosa ne pensa del fatto che in ogni città d’Italia continuino a sorgere scuole di danza private senza alcuna regolamentazione? Raffaele da Como E quindi: Chi dovrebbe decidere sulla liceità dell’insegnamento della danza? La danza è ...

Read More »

“Un’estate con…” – Sabato con Little Phil

(Intervista del 20 agosto 2010) Cos’è per te l’hip hop? Prima di tutto per me l’hip hop è una cultura, un modo di essere, un modo di vivere. Io vivo l’hip hop ogni giorno, mi alzo con l’hip hop, vado a dormire con l’hip hop, faccio la doccia con l’hip hop. Io sono hip hop, dall’abbigliamento alla mentalità e per come vivo la mia vita. Parlami di questa cultura… È una cultura che è arrivata dalla strada, una cultura nata negli Stati Uniti, per aiutare la gente ad evitare problemi, perché in America, che è molto pericolosa di questi tempi, c’è gente che spara, gente che ruba e questo movimento si è creato proprio per evitare di ritrovarsi nei guai, di finire in prigione, morti o drogati. Attraverso questa cultura è stato possibile trasformare le energie negative dei giovani violenti in sfogo positivo e creativo, provando a mettere tutta la rabbia nella musica e a trasformarla in energia nella danza, nei graffiti, nel rap. Piuttosto che far male alle persone, questi street dancers hanno imparato a guadagnarsi il rispetto con la danza. È questo che ha reso l’hip hop così famoso. Un danzatore hip hop come vive il rapporto con gli altri generi ...

Read More »

Le dichiarazioni di Giuseppe Picone, Elettra Morini e Gabriella Borni a favore del Prof. Alberto Testa

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Giuseppe Picone – Ricordo che anche lo scorso anno erano emerse delle complicazioni in merito a questo Premio e la cosa che mi dispiace oggi è proprio il modo in cui il Prof. Testa è stato trattato. Purtroppo spesso in Italia, per motivazioni politiche, si verificano queste  situazioni del tipo che oggi ci sei ma domani non si sa, senza guardare al merito e all’impegno profuso negli anni. La scelta di escludere Alberto Testa la trovo una cosa di basso livello. Elettra Morini – Questa vicenda la trovo terribile e di cattivo gusto! Alberto Testa ha portato avanti questo premio per talmente tanti anni che un ruolo gli spetterebbe di diritto, non si può “cacciare” una persona in questo modo. Gabriella Borni – Sono legata ad Alberto da un rapporto profondo di amicizia e professionale. Tutti sappiamo quanto è stato ed è importante il caro Prof. Alberto Testa per la danza in Italia e non solo…  Il Premio Positano per la danza è una sua creatura e come tale doveva rimanere, certi avvenimenti sono di cattivo gusto e poco rispettosi… E questo non fa bene alla danza!!! Sono molto dispiaciuta e sono vicina come sempre ad Alberto. ...

Read More »

“Un’estate con…” – Venerdì con Carla Fracci

(Intervista del 27 luglio 2010) Carla Fracci: l’ultima Diva del balletto racconta la sua vita di donna e di artista al giornaledelladanza.com In tutto il mondo Carla Fracci ha interpretato il suo alato “cavallo di battaglia”, la prediletta Giselle incalzando amore, dolore, gioia, passione, sentimenti forti che l’hanno resa celebre e fatta divenire una delle più grandi ballerine del ‘900. “L’eterna Giselle” è considerata oggi una delle più grandi interpreti di ogni tempo, acquistando fama di étoile di prima grandezza, erede della Taglioni, “Diva” del balletto e “Musa” della danza: racconta al www.giornaledelladanza.com la sua vita di artista e di donna. Come è nata per Carla Fracci la passione per la danza? E’ stato un puro caso. Alcuni amici di famiglia, vedendomi ballare il tango e il valser, dissero ai miei genitori: “Perché non la iscrivete alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala?” Ero l’attrazione della serata, vedere una bambina ballare queste danze con gli adulti non era una cosa normale. E’ così che è iniziato tutto. Che ricordo ha della sua infanzia? Mio padre faceva il tranviere a Milano. Ho vissuto fino a sette anni in campagna, giocando all’aria aperta in libertà, a piedi scalzi, insieme alla mia mamma, ...

Read More »

Rosalba De Lucia, l’anima del Premio Positano, per trentasette anni al fianco di Alberto Testa e Luca Vespoli

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Caro Professore, Positano non dimenticherà mai né  il ” Premio Positano Leonida Massine ” , né Lei. Questo evento di fama internazionale ha segnato un solco indelebile nella sua cara Positano e nell’intero mondo coreutico.  Io ho avuto la fortuna di lavorare per trentasette anni accanto a Lei, a Luca Vespoli e ad altri grandi il cui scopo era di lavorare gratuitamente giorno e notte solo per la soddisfazione di veder realizzata questa manifestazione che ha fatto conoscere Positano in campo mondiale. Mi ricordo che il giorno dopo stanchi, ma felici già parlavamo della prossima edizione. Era solo l’amore , come lo definisce Dante:” che muove il sole e l’altre stelle” a darci la forza di superare le mille difficoltà ed i mille imprevisti non esclusa la paura della pioggia che però non veniva mai. Si ricorda di quel filo di vento che salendo dal mare, contribuiva alla coreografia muovendo le vesti leggiadre delle ballerine? Si ricorda la grande stella cadente che tutti videro alla fine della manifestazione del 2002 e Paola  Saluzzi,  presentatrice della serata, scrisse anche un articolo in merito? Quanta cultura questo ” Premio ” ha dato agli adulti ed ai giovani di Positano! ...

Read More »

Le dichiarazioni di Elisabetta Terabust, Tuccio Rigano, Liliana Cosi e Alessandro Molin a favore del Prof. Alberto Testa

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Elisabetta Terabust – Io sarò tra i premiati di quest’anno, vogliono infatti conferirmi il premio alla carriera. Sono legata al Prof. Testa da un rapporto di affetto e stima che dura da molti anni e sinceramente non sapevo che il suo allontanamento dal Premio non fosse avvenuto in modo consensuale e questo non può che dispiacermi. Tuccio Rigano – Io trovo veramente scandalosa questa situazione perché secondo me c’è una grande incompetenza. Il Prof. Testa è uno dei pochissimi che conosce davvero bene la danza e quindi non riesco a pensare chi meglio di lui possa dirigere artisticamente questo premio. Liliana Cosi – Posso comprendere la voglia di cambiamento e novità da parte di chi organizza il Premio, tuttavia non trovo corretta la modalità con cui è avvenuta la sostituzione del Prof. Testa avrebbero magari potuto optare per una direzione artistica condivisa. Alessandro Molin – Io ritengo che in questo caso si sia mancato di rispetto verso una persona, il Prof. Testa, che ha fatto la storia del balletto italiano, avrebbero almeno potuto conferirgli una presidenza onoraria. Alessandro Di Giacomo

Read More »

“Baila!”, il nuovo programma di Canale 5 … Esplode la polemica

La febbre dei balli da sala ha ormai contagiato da parecchi anni il nostro paese, sono fiorite le scuole di danza a tema, la gente vuole imparare la sensualità del tango, il ritmo della sala e del merengue, l’allegria del cha cha cha, e la televisione, da sempre specchio delle mode della società,  carpisce i gusti degli italiani proponendo trasmissioni interamente dedicate a questi balli. A fare da apripista a questa nuova tendenza è stato il fortunatissimo programma Rai Ballando con le stelle in cui volti noti del mondo dello spettacolo, capitanati da Milly Carlucci, si mettono in gioco, aiutati da mestri professionisti tra cui spicca il nome della bravissima Natalia Titova,  studiando e faticando in sala danza per poi esibirsi in diretta sotto l’occhio vigile di una giuria tecnica e del pubblico da casa che alla fine decreta il vincitore. La trasmissione incontra ormai da diversi anni il favore del pubblico che la premia rendendola vincitrice negli ascolti assicurandone così l’edizione per gli anni successivi. Anche Mediaset però non vuole essere da meno e per il prossimo autunno ha inserito nel palinsesto di canale 5 la presenza di una nuova trasmissione, a quanto pare ad immagine e somiglianza di ...

Read More »

“Un’estate con…” – Mercoledì con Elsa Piperno

(Intervista del 23 aprile 2011) Le note di un pianoforte, una leggera brezza e una lunga chiacchierata, in poche parole: non avrei mai voluto interrompere i momenti trascorsi con Elsa Piperno. Una pioniera, decana ma soprattutto un’attenta conoscitrice della danza contemporanea, prima proprio come ballerina e poi come coreografa ed insegnante. Una persona che non si è mai bloccata di fronte alle difficoltà, ha portato avanti il suo linguaggio e continua ancora a trasmetterlo ai giovani danzatori che, come lei, non smettono mai di imparare ed amare quello che fanno. Un vero e proprio esempio di professionista soprattutto per la vita, quella quotidiana. Perché, si sa, “non si deve mai smettere di essere avidi di conoscenza”. Lei si rende conto di essere una vera e propria pioniera della tecnica Graham in Italia? Lo so benissimo ma al contempo non è qualcosa che mi condiziona! Questo mio apparente senso di distacco da quello che faccio contraddistingue il mio carattere. Sono molto consapevole che più si sa più si deve sapere, soprattutto nei confronti dell’arte della danza, verso la quale non serbo soltanto un enorme rispetto ma anche un forte senso di profonda umiltà. Posso immaginare che, soprattutto per chi conosce la ...

Read More »

Due le serate per “La Grande Danza a San Pantaleo” nel cuore della Costa Smeralda

Chiude in bellezza l’estate della Costa Smeralda con l’atteso appuntamento di danza classica e contemporanea che si ripete da 21 anni a San Pantaleo, comune di Olbia.  Le due serate de “La Grande Danza a San Pantaleo” ospiteranno come tradizione i grandi protagonisti del balletto internazionale. Venerdì 26 agosto parteciperanno Alessandro Riga, giovane promessa della danza italiana, pupillo di Gheorghe Iancu  ed attualmente etoile ospite al MaggioDanza,  Antonino Sutera, primo ballerino del teatro alla Scala che presenta un assolo inedito creato appositamente per La Grande Danza,  Francesco Marzola e Gisela Carmona Galvez di MaggioDanza,  e la Compagnia Testa.   Sabato 27 agosto  saliranno sul palco  Anastasija Staškevič   e Vjačeslav Lopatin  solisti e virtuosi del Teatro Bolshoi di Mosca con il repertorio classico più spettacolare (Coppelia e Don Chisciotte) ,  Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko primi ballerini dell’ Hamburg Ballet  con le coreografie di J. Neumeier “Sylvia” e “Nocturne” ,  e la Compagnia MMcompany del coreografo Michele Merola.  Presenta  le serate Alessandro Greco, conduttore Rai di Furore e Gran Concerto.  Entrambi gli spettacoli si terranno all’aperto nella Piazza della Chiesa con inizio alle ore 22,00.  La manifestazione è sostenuta da: Comune di Olbia, Provincia Olbia-Tempio, Fondazione Banco di Sardegna. In collaborazione ...

Read More »

Debutta “Blue Moon”: in scena a Verona la nuova creazione per la Fondazione Arena di Verona con Giuseppe Picone

Meno due giorni al debutto della nuova produzione della Fondazione Arena di Verona Blue Moon; il balletto sarà in scena il 18, 19 e 21 agosto ospitato nella splendida cornice del Teatro Romano e proposto nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese giunta alla sua sessantatreesima edizione. Inaugurata lo scorso 29 giugno da un concerto jazz, la manifestazione approda il prossimo giovedì al suo primo appuntamento della stagione con la danza e lo fa proponendo l’ultimissima creazione di Maria Grazia Garofoli, che dal 1999 dirige il Corpo di ballo della Fondazione Arena di Verona. Blue Moon racconta una storia ricca di incontri, di musiche e di personaggi che ruotano intorno al locale omonimo, luogo immaginario della memoria degli anni d’oro del jazz. E la musica è di certo un elemento fondante del racconto: la colonna sonora del balletto sarà composta per lo più da musiche di Claude Bolling, pianista, compositore e direttore d’orchestra francese, ma anche da celebri standard del jazz, con esecuzione dal vivo da parte dell’Ensemble strumentale dell’Arena di Verona. Ad impreziosire lo spettacolo, che si preannuncia sin da ora invitante, sarà la presenza dell’ètoile internazionale Giuseppe Picone in qualità di primo ballerino ospite, che torna a lavorare con la coreografa ...

Read More »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi