Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites www.bets.zone Read the reviews and compare sites to quickly discover the perfect account for you.
Home / Attualità / Balletto e breakdance si fondono per “Red Bull Flying Bach”

Balletto e breakdance si fondono per “Red Bull Flying Bach”

Balletto e breakdance si fondono per “Red Bull Flying Bach”

 

La contaminazione artistica e la fusione di plurimi stili sono due elementi all’ordine del giorno quando si parla della scena contemporanea della danza internazionale. Ma sembrerebbe possibile uno spettacolo in cui il balletto e la musica classica va a braccetto con la breakdance? La risposta è Red Bull Flying Bach, lo show che ha collezionato sold out in tutto il mondo, i cui protagonisti sono la prominente crew berlinese Flying Steps insieme a Virginia Tomarchio, ballerina di danza classica ed ex vincitrice del programma tv Amici 14.

Come prima tappa italiana il Teatro degli Arcimboldi di Milano, dove lo spettacolo ha luogo il prossimo 1 ottobre in un doppio orario: alle 17 e alle 21. Seguono a ruota il Teatro Colosseo di Torino (5 e 6 ottobre alle ore 21), il Teatro Verdi di Firenze (8 ottobre alle ore 17 e 21), il Politeama Rossetti di Trieste (4 novembre ore 21) e l’Auditorium Conciliazione di Roma (6 novembre alle ore 17 e 21).

Con la direzione artistica di Vartan Bassil e Christoph Hagel i ballerini hanno dimostrato che la breakdance e la musica del celebre compositore tedesco possono fondersi perfettamente. La performance, unica nel suo genere, dà nuova vita al “repertorio di clavicembalo ben temperato” di Bach, miscelando la musica “colta” alla cultura giovanile, nota dopo nota e passo dopo passo. Protagonisti dello show, in una trama di 70 minuti, sono un pianoforte e un clavicembalo, beat elettronici e passi di breaking come head spin, power move e freeze, mentre sullo sfondo scorrono immagini audiovisive. (Comunicato stampa Red Bull Flying Bach).

Oltre alla già citata Tomarchio, il corpo di ballo si compone di ben 10 altri performer di tutto rispetto: Ya-Chun Tsai, ballerina taiwanese di danza contemporanea; Benny Kimoto (alias Benny), b-boy della crew dal 1998; Gengis Ademoski (alias Lil’ Ceng), entrato a far parte della crew alla sola età di 16 anni; Khaled Chaabi (alias KC-1), nella crew dal 2005; Niranh Chanthabouasy (alias Lil Rock), ballerino poliedrico e specializzato in locking e popping; Nordine Dany Grimah (alias Nono), vincitore di numerosissimi premi e componente dello show dal 2013; Pierre Bleriot (alias Punisher), portentoso esecutore di power moves, le piroette su una sola mano; Rymon Zacharei (alias Rayboom), nella crew dal 2014 e rinomato per lo stile straordinariamente confluente nell’hip hop, il popping, l’house, il locking, le arti marziali e la danza contemporanea; Uwe Donaubauer (alias Bboy Real), giovanissimo breaker di origine sudafricana; e infine Yamine Manaa (alias Spider), appassionato di breakdance dalla tenera età di dodici anni.

Al loro fianco per la sezione creativa, oltre ai già citati Bassil (direttore artistico e coreografo) e Hagel (direttore artistico e pianista): Yui Kawaguchi, coreografa di danza contemporanea; Ketan e Vivian Bhatti, curatori dell’intera partitura musicale; Marco Moo, eclettico live visual di origine austriaca; Pfadfinderei, visual director studio stabile a Berlino e ben noto per la capacità inimitabile di rendere esperienze visive qualsiasi spettacolo portino in scena.

La creazione di una propria grande produzione era un vecchio sogno dei Flying Steps. Vartan Bassil, fondatore dei Flying Steps, direttore artistico e premiato coreografo, racconta «Nei tentativi precedenti di unire musica classica e breakdance, i B-boys avevano contribuito alla musica semplicemente con i propri passi. Per il Red Bull Flying Bach invece non ci limitiamo solo a ballare, ma a focalizzare e ridare vita al Well-Tempered Clavier di Bach. Per noi, il Red Bull Flying Bach World Tour è un sogno divenuto realtà. Vogliamo incantare con la nostra arte il pubblico di ogni continente». E il direttore Christoph Hagel aggiunge «Le movenze di una crew di Breakdance sono tanto cool quanto le fughe di Bach. Dalla Croazia al Giappone, se ne accorgeranno tutti». (Comunicato stampa Red Bull Flying Bach).

 

ORARI & INFO

1 ottobre ore 17 e 21

5-6 ottobre ore 21

8 ottobre ore 17 e 21

4 novembre ore 21

6 novembre ore 17 e 21

Teatro degli Arcimboldi – Viale dell’Innovazione, 20 – Milano

Teatro Colosseo – Via Madama Cristina, 71 – Torino

Teatro Verdi – Via Ghibellina, 99 – Firenze

Politeama Rossetti – Largo Giorgio Gaber, 1 – Trieste

Auditorium Conciliazione – Via della Conciliazione, 4 – Roma

www.redbull.it/flyingbach (Info & Biglietti)

 

Marco Argentina

www.giornaledelladanza.com

Red Bull Flying Bach © Dan Mathieu

Virginia Tomarchio / Red Bull Flying Bach © Mauro Puccini

Check Also

Le dodici cose che solo i ballerini possono capire

Chi ha ballato nella sua vita, professionalmente o a livello amatoriale ma con passione, lo ...

Butoh

Butoh Festival Amsterdam: al via la IV edizione

Il 9 e il 10 ottobre 2020 Amsterdam ospiterà il Butoh International Festival, evento attesissimo ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. E maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Puoi consultare per maggiore informazione l'apposita pagina sulla nostra Privacy Policy

Chiudi